Social Buttons AV Magazine su Facebook AV Magazine su Twitter AV Magazine RSS AV Magazine Newsletter

Scendono ancora i prezzi di LCD e plasma

di Emidio Frattaroli, pubblicata il 19 Luglio 2006, all 11:22 nel canale DISPLAY

“Le conseguenze della sovrapproduzione di pannelli LCD e plasma, prevista da molti analisti e ignorata dai grandi produttori, continuerà a determinare una netta discesa dei prezzi almeno fino a Natale”

E' già da più di un anno che i più autorevoli analisti del mercato continuavano a segnalare la brutta direzione che avevano preso i maggiori produttori di pannelli per display con tecnologia LCD e plasma: l'offerta avrebbe superato ampiamente la domanda.

Dopo le ultime comunicazioni dei risultati finanziari dei più grandi produttori, con perdite che in qualche caso sono piuttosto significative e magazzini ancora pieni di pannelli da smaltire, le società di analisi che avevano già previsto tutto e che sono state ignorate rincarano la dose di ammonimenti.

"L'industria dei semiconduttori ha una lunga tradizione di ignoranza della reale domanda dei consumatori", osserva William Coggshall, Presidente di Pacific Media Associates, tra le più autorevoli società di analisi di mercato negli Stati Uniti. "Sarebbero bastati alcune semplici verifiche per togliere le fabbriche dai guai".

"Nel 2005 solo un sesto dei consumatori ha speso più di 800 US$, che poi è il prezzo minimo di oggi per un display con tecnologia LCD e diagonale di 32". Mentre la Consumer Electronic Association americana prevedeva 32,5 milioni di TV venduti, Pacific Media stimava solo 2,6 milioni di TV sopra ai 30" e solo 3 milioni di retroproiettori".

Per il 2006 Pacific Media prevede che le vendite di display con diagonale superiore a 30" saliranno fino a 4,4 milioni mentre i retroproiettori saranno solo 3,2 milioni. Una previsione che potrebbe determinare una ulteriore riduzione dei prezzi in attesa che le preannunciate riduzioni della produzione inizino a  mostrare i primi frutti.

Fonte: www.pacificmediaassociates.com



Commenti (5)

Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - Info
Commento # 1 di: sasadf pubblicato il 19 Luglio 2006, 12:55
LE industrie fan così per drogare i loro risultati di vendita e far salire i propri titoli in borsa...
Alla peggio poi fan qualche altra porcheria per nascondere le mancate vendite.....

A ns. vantaggio il fatto che riempiono i magazzini di prodotti a prezzi ridicoli.
Stamattina una macchinetta digitale di ottima marca, (da 7,2 mpixel), una SD da 1 GIGA(!) e custodia samsonite, 225 euro!( ).
TUtto sta nell'essere furbi e separare l'olio dal grano....

Mi auguro che facciano previsioni sballate anche per i full HD, così tra un annetto o giù di lì, a 1800/2k Euro avremo un ottimo CHIP (LCD O DLP) full HD

Per i TVC sarà ancora di più una pacchia!!
(però , per cortesia, le porcherie da 848x480 lasciatele invendute anche a 450 euro!! Non li valgono!!)
walk on
sasadf
Commento # 2 di: Microfast pubblicato il 19 Luglio 2006, 13:07
Ben gli sta, hanno voluto accelerare troppo i tempi con prodotti immaturi sostituendoli sul mercato ogni tre mesi con modelli meno costosi e un po piu' prestanti.

Forse anche la gente meno preparata ha mangiato la foglia e alla fine se ne e' accorta, nonostante i martellamenti mediatici e pubblicitari .......

Saluti
Marco
Commento # 3 di: maurocip pubblicato il 19 Luglio 2006, 13:53
Originariamente inviato da: Microfast
Forse anche la gente meno preparata ha mangiato la foglia e alla fine se ne e' accorta, nonostante i martellamenti mediatici e pubblicitari .......

mi piacerebbe pensare che sia così...
purtroppo penso che il problema sia peggiore: la gente, non solo in Italia, pur essendo ormai naturalmente predisposta al consumo, ha sempre maggiori difficoltà a reperire fondi per beni voluttuari....
Commento # 4 di: Microfast pubblicato il 19 Luglio 2006, 13:58
Originariamente inviato da: maurocip
mi piacerebbe pensare che sia così...
purtroppo penso che il problema sia peggiore: la gente, non solo in Italia, pur essendo ormai naturalmente predisposta al consumo, ha sempre maggiori difficoltà a reperire fondi per beni voluttuari....


Sara', pero' a vacanze dispendiose non rinuncia nessuno, alle grosse auto nemmeno e l'altro giorno parlando con l'importatore di Mc Intosh, mi dicevano che ne vendono a container ...

Mai assistito ad una situazione economica cosi' ambigua; difficile capire come sia la situazione attuale, cosi' variegata ed imprevedibile ...

Saluti

Marco
Commento # 5 di: maurocip pubblicato il 19 Luglio 2006, 14:15
Originariamente inviato da: Microfast
Sara', pero' a vacanze dispendiose non rinuncia nessuno, alle grosse auto nemmeno e l'altro giorno parlando con l'importatore di Mc Intosh, mi dicevano che ne vendono a container ...

i beni di lusso vanno forte perchè i numeri sono piccoli.
Mai come in questo periodo, nel mondo industrializzato occidentale, si è creato una ricchezza poco distribuita.
Non so dove lavori, ma qui in ufficio tutti vanno in vacanza, ma tutti sono costretti a spendere molto di più di quanto vorrebbero e comunque quasi nessuno riesce a fare più di 2 settimane fuori su 4/5 che si prendono nel periodo estivo
Tornando ai display, speriamo solo che le errate previsioni di vendita non favoriscano concentramenti industriali quasi oligopolistici...