Social Buttons AV Magazine su Facebook AV Magazine su Twitter AV Magazine RSS AV Magazine Newsletter

Philips lascia il mercato dei Plasma

di Gian Luca Di Felice, pubblicata il 14 Marzo 2007, all 15:08 nel canale DISPLAY

“In una recente conferenza stampa Philips ha annunciato l'abbandono del mercato dei TV al plasma per concentrarsi interamente sui TV LCD”

Durante una presentazione stampa a Hong Kong, il CEO di Philips Rudy Provoost ha annunciato l'intenzione della multinazionale di abbandonare il mercato dei televisori al plasma e concentrare tutti i futuri sforzi nel mercato degli LCD. Per ora la decisione concerne tutti i mercati, tranne quello australiano e statunitense, mentre le vendite in Cina verranno interrotte entro fine anno.

All'ultimo CES di Las Vegas, Philips ha presentato un nuovo plasma 63 pollici (il modello 63PFP7422D) e questo modello dovrebbe arrivare sul mercato entro giugno ad un prezzo suggerito di 3,499 dollari (a questo punto immaginiamo non in Europa). Nel 2006, Philips si è piazzata al quarto posto nella classifica delle vendite di TV al plasma dietro a Panasonic, LG e Samsung, con ricavi pari al 10%. Nel mercato degli LCD, la multinazionale si è invece aggiudicata la seconda piazza del mercato mondiale, dietro a Samsung, con ricavi pari al 13%.

La decisione sembra essere dovuta a una tendenza che vede il mercato degli LCD in forte crescita con un rapporto che nel 2006 è stato di 40 milioni di LCD venduti contro 9 milioni di unità plasma e che nel 2007 dovrebbe attestarsi su 63 milioni di LCD contro 11 milioni di plasma.

Lo scorso anno, l'altro gigante Sony, aveva comunicato l'abbandono del mercato dei TV al plasma, ma recenti trattative con il gruppo Fujitsu Hitachi Plasma Display potrebbero lasciar intendere un ripensamento da parte della multinazionale giapponese.

Fonte: DigiTimes



Commenti (13)

Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - Info
Commento # 1 di: acigna pubblicato il 14 Marzo 2007, 15:15
Proprio non riesco a capire cos'hanno in testa i dirigenti di queste società.
Presentano un plasma da 63 e si ritirano dal mercato.. chi vuoi che lo compri con queste premesse?
La Sony, prima esce frettolosamente dal mercato dei plasma poi ci ripensa... mah, li vedo sempre più confusi sulle strategie tecnico-commerciali.
Commento # 2 di: Kuarl pubblicato il 14 Marzo 2007, 15:49
non so' philips ma sony non ne ha mai saputo nulla di plasma, prima i televisori che vendeva li faceva comprando i display da terzi e i guadagni di conseguenza erano risicatissimi. Ora o sony ha strappato un accordo a fujitsu assai vantaggioso, oppure pensa di seguire il trend collocando i plasma nella fascia alta del mercato, dove notoriamente i guadagni sono maggiori. Vedremo
Commento # 3 di: acigna pubblicato il 14 Marzo 2007, 15:55
Se è per questo Sony non si fa nemmeno gli LCD che compra da Samsung anche se si usa l'escamotage della comproprietà degli stabilimenti
Commento # 4 di: Kuarl pubblicato il 14 Marzo 2007, 16:46
come no acigna

secondo me dalla joint venture fra sony e samsung quella che c'ha guadagnato è proprio samsung :P

sony prima vendeva schermi lcd di ottima qualità (i famosi x-black) e a quel tempo quelli di samsung erano semplicemente discreti, ma costavano poco. Sony ha pensato di tagliare i prezzi pure li perché la concorrenza cinese e taiwanese iniziava a diventare pesante
Commento # 5 di: Trikkeballakke pubblicato il 14 Marzo 2007, 17:50
Certo che un 63 a 3500 dollari è da considerarsi comunque ottimo!! Comunque un'altro in meno... godranno sicuramente Pioneer e Panasonic.
Commento # 6 di: 55AMG pubblicato il 14 Marzo 2007, 18:13
Originariamente inviato da: Kuarl
Sony ha pensato di tagliare i prezzi pure li perché la concorrenza cinese e taiwanese iniziava a diventare pesante


E per tagliare i prezzi cosa c'è di meglio che prendere i meno costosi pannelli della Samsung?
Altro motivo per non comprare più sony
Percui ha ragione Acigna

Philips lascia il mercato dei plasma? Magari lo prosegue con il marchio LG
Commento # 7 di: ggr pubblicato il 14 Marzo 2007, 19:13
Mm..le logiche che ci sono dietro alle decisioni di una multinazionale, tanto sembrano assurde dall'esterno, tanto risultano chiare e logiche dall'interno. lo so per esperienza diretta.
se un'azienda come philips, che tra l'altro è al quarto posto nelle vendite di plasma, quindi tutt'altro che male,decide di smettere un ramo della produzione, è un segno di coraggio, evidentemente sostenere lo sviluppo delle due tecnologie era dispendioso e poco redditizio, quindi hanno scelto una strada (dove tra l'altro sono già forse i migliori), e di tirar dritto per quella. non lo avranno fatto di sicuro alla speriamo in bene, ma a ragion veduta, quindi si potrebbe pensare, che nei loro laboratori, giri già un lcd, con prestazioni superiori al plasma.
se così fosse, voi cosa avreste fatto?
sulla possibilità di fare i plasma con lg, e con il suo marchio gli lcd, se fosse, mi sembra una scelta intelligiente, diversificare nettamente il prodotto, porta a specializzarsi e concentrare tutta la ricerca e sviluppo su quello, quindi sicuramente un vantaggio su molti punti di vista
ggr
Commento # 8 di: dadani pubblicato il 14 Marzo 2007, 20:01
ggr ti quoto in toto!
produrre di tutto pur di essere presenti sul mercato globale non garantisce la qualità dei prodotti.
Molto meglio restringere il campo di azione e dedicare tutte le risorse nella ricerca e sviluppo della tecnologia applicata agli LCD.
Commento # 9 di: vlad pubblicato il 15 Marzo 2007, 11:43
ancora un mossa geniale della philips e del suo nuovo management...
Commento # 10 di: Cubilon pubblicato il 15 Marzo 2007, 17:43
ggr dice anche bene, però è anche vero che se era antieconomico produrre 2 prodotti tecnologicamente diversi, allora è anche vero che hanno imho puntato sul cavallo sbagliato.
avrei capito molto di più se avessero gradualmente abbandonato lcd in favore del plasma
« Pagina Precedente     Pagina Successiva »