Social Buttons AV Magazine su Facebook AV Magazine su Twitter AV Magazine RSS AV Magazine Newsletter

Panasonic: CalMAN AutoCal per TV OLED 2018

di Riccardo Riondino, pubblicata il 16 Febbraio 2018, alle 11:14 nel canale DISPLAY

“Evidenziata dal nuovo logo CalMAN Ready, la modalità di taratura automatica con il celebre software Portrait Displays è disponibile anche per i nuovi OLED Panasonic FZ950/FZ800, offrendo per la prima volta una modalità di regolazione a 12 punti”


- click per ingrandire -

Grazie all'accordo tra Panasonic e Portrait Displays, i nuovi TV OLED FZ950/FZ800 sono predisposti per la taratura automatica con SpectraCal CalMAN. La casa nipponica ha replicato le iniziative di Samsung e LG, diventando il terzo produttore ad offrire questa opzione per i modelli di fascia premium. Per la prima volta inoltre viene offerta una modalità a 12 punti per il bilanciamento del bianco, consentendo di effettuare la procedura con intervalli del 2,5% e del 5% in aggiunta ai 10 step "tradizionali" al 10%.

Un controllo più accurato della curva di luminanza sui primissimi step della scala dei grigi può in pratica aiutare a risolvere i problemi di "black crushing. La funzione AutoCal del software CalMAN si completa in un tempo variabile da alcuni minuti fino al massimo ad un ora, scegliendo il massimo grado di accuratezza. Nei nuovi OLED Panasonic questo modalità è immediatamente riconoscibile, in quanto sono i primi che esibiscono il nuovo logo CalMAN Ready. Purtroppo i nuovi TV Panasonic non hanno più la calibrazione della LUT attraverso CalMan come invece è possibile con il "vecchio" EZ1000.

Fonte: 4KFilme - Tech4u



Commenti (10)

Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - Info
Commento # 1 di: f_carone pubblicato il 16 Febbraio 2018, 11:28
L'autocalibrazione di un Panasonic con CalMAN che esiste già dal 2012 si è evoluta, la novità interessante è la regolazione a 40 punti, dall'articolo si deduce che si riferisce alla greyscale/gamma (step a 2,5% anzichè a 10%), altri siti riportano però che solo i primi 2 step sono a 2,5%.
Commento # 2 di: Emidio Frattaroli pubblicato il 16 Febbraio 2018, 11:57
Originariamente inviato da: f_carone;4828607
... altri siti riportano però che solo i primi 2 step sono a 2,5%...
La fonte citata parla molto chiaro:

http://www.4kfilme.de/panasonic-201...i-kalibrierung/

Però poco fa ho sentito Gian Luca Di Felice che mi ha confermato che sono solo due punti in più.

Aggiungo però che una cosa è la possibilità di calibrare con step al 2,5% il bilanciamento del bianco, un'altra è poter intervenire sulla LUT (purtroppo solo a 12 punti nei nuovi Panasonic 2018), e un'altra cosa ancora è verificare quali sono i risultati e a che prezzo...

Una cosa è certa: non servono 40 punti di calibrazione su tutta la rampa di luminanza ma molto di più sulle basse luci, fino al 20% di intensità del segnale in ingresso con gamma tradizionale e fino al 40% con gamma PQ. In questo senso 12 punti potrebbero essere troppo pochi per i nuovi TV Panasonic.

Se e quando arriveranno i nuvo TV cercheremo di fare tutte le verifiche del caso.

Emidio
Commento # 3 di: Tacco pubblicato il 16 Febbraio 2018, 12:01
Originariamente inviato da: Emidio Frattaroli;4828625
..............[CUT] Se e quando arriveranno i nuovi TV cercheremo di fare tutte le verifiche del caso.....

Non vedo l'ora di leggere il resoconto, non solo per capire ogni aspetto sulla calibrazioine, ma anche eventuali miglioramenti nella gestione del moto e quindi nella risoluzione in movimento...
Ettore
Commento # 4 di: Ryusei pubblicato il 16 Febbraio 2018, 15:02
Qualcuno sarebbe così gentile da spiegare in maniera da asilo in cosa consiste questa cosa?
Non credo che a dispetto del nome il tv si auto calibri, quindi vorrei capire come funziona e cosa serve..
Grazie
Commento # 5 di: f_carone pubblicato il 16 Febbraio 2018, 15:21
Il Software CalMAN si connettere via IP al TV, esegue delle misure con sonda e pattern e regola il TV accedendo automaticamente ai comandi a cui normalmente un calibratore accede con telecomando.

Serve quindi una rete WiFi, un PC con CalMAN a cui è connessa una sonda per le misure dello schermo ed un set di pattern di misura da riprodurre sullo schermo TV:
https://calman.spectracal.com/panasonic-autocal.html
.
Commento # 6 di: Fedayn69 pubblicato il 16 Febbraio 2018, 15:50
Originariamente inviato da: Redazione;4828599
offrendo per la prima volta una modalità di regolazione a 12 punti
Avrebbero potuto portarla traquillamente a 22 punti.
@Emidio si sa qualcosa in più sulla Lut Dinamica presente nei nuovi Panasonic Oled 2018?
Nessuna novità dalla convention Panasonic che si sta svolgendo in questi giorni a Las Palmas ?
Commento # 7 di: Parky pubblicato il 16 Febbraio 2018, 15:54
Su LG i punti saranno 33
Commento # 8 di: Fedayn69 pubblicato il 16 Febbraio 2018, 16:12
No, i punti greyscale/gamma su LG sono sempre 20.
33 e la Lut (33x33x33) mentre su Panasonic 2018 la Lut e 20x20x20
Commento # 9 di: Ryusei pubblicato il 16 Febbraio 2018, 19:11
Originariamente inviato da: f_carone;4828719
Il Software CalMAN si connettere via IP al TV, esegue delle misure con sonda e pattern e regola il TV accedendo automaticamente ai comandi a cui normalmente un calibratore accede con telecomando.

Serve quindi una rete WiFi, un PC con CalMAN a cui è connessa una sonda per le misure dello schermo ed un set di pattern di misura da riprodurre sullo sc..........[CUT]


Ti ringrazio per la risposta, ma quella successiva è: comprando il programma e una sonda si riesce a fare autonomamente una calibrazione? E conviene o alla fine tanto vale farsela fare?
Commento # 10 di: ebr9999 pubblicato il 17 Febbraio 2018, 19:36
Originariamente inviato da: Ryusei;4828810
Ti ringrazio per la risposta, ma quella successiva è: comprando il programma e una sonda si riesce a fare autonomamente una calibrazione? E conviene o alla fine tanto vale farsela fare?


Avrei pochi dubbi sulla capacità del programma di fare la calibrazione. Nel caso si saranno review, prove che li fugheranno.

La differenza fondamentale tra farle per proprio conto e farla fare è che con l'uso con l'uso si finisce per sperimentare condizioni di visione a cui corrispondono settaggi di base diversi (in essenza luminosità e contrasto) ai quali corrispondono calibrazioni diverse.
Sarebbe evidentemente un bagno di sangue chiamare ogni volta un calibratore, mentre con un programma automatico lo puoi fare in modo semplice e veloce.