Social Buttons AV Magazine su Facebook AV Magazine su Twitter AV Magazine RSS AV Magazine Newsletter

Nuovo plasma Thomson 42

di Emidio Frattaroli, pubblicata il 04 Marzo 2005, alle 09:04 nel canale DISPLAY

“Con una diagonale di ben 42 pollici, ingresso DVI compatibile HDCP e contrasto pari a 3000:1, il nuovo televisore Thomson al plasma ha una risoluzione di 852x480 punti”

È siglato 42 PB 120 S5 il nuovo televisore al plasma Thomson da 42 pollici compatibile con l’alta definizione. La compatibilità High Definition TV mediante DVI-HDCP lo rende adatto per la tv ad alta definizione che avrà sempre maggiore dif-fusione in Europa. Il design è come di consueto superbo (non dimenti-chiamo che è un Thomson!), grazie a un sottile profilo contenente gli altoparlanti che circonda lo schermo, quest’ultimo evidenziato da una cornice nera che delimita opportunamente l’immagine e che costituisce anche motivo estetico.

Il nuovo 42” viene fornito con un piedistallo, ma data la profondità molto ridotta, può anche essere appeso a una parete. Tra i dati di targa di maggiore interesse, da sottolineare l’ottima luminosità, pari a 1000 cd/mq, che ne consente un’agevole visione indi-pendentemente dalla luminosità ambientale e un contrasto di ben 3000:1 che si traduce in immagini vivaci con alta luminosità nelle aree bianche e neri molto profondi. La risoluzione del pannello è di 852x480 punti.

Non è stato sottovalutato naturalmente il comparto audio, in grado di erogare complessivamente 28 watt di potenza musi-cale suddivisa su 4 altoparlanti integrati. Ciò significa che, pur po-tendo corredare il televisore con sistemi audio più sofisticati grazie alle numerose prese di collegamento, è anche possibile godere di un ot-timo “sonoro” stereo senza altoparlanti supplementari. La versatilità del nuovo schermo Thomson è garantita anche dalla nu-trita serie di connessioni che ne facilitano l’utilizzo in abbinamento ad altri prodotti già esistenti o futuri.

Grazie alle due SCART e alle prese video, S-video, component, DVI e alla connessione al computer, è possibile collegare ogni tipo di periferica, compreso il decoder per l’alta definizione. Completano la dotazione un telecomando 6 in 1 con tasti retroilluminati e le funzioni televideo, PIP (tramite AV) e PAT. Infine, ma non in ordine d’importanza, questa meraviglia è offerta a un prezzo al pubblico che dovrebbe superare di poco i 2.000 euro, un ulteriore passo avanti verso la diffusione dell’home cinema, che sembra essere tra gli acquisti più ambiti dagli italiani.

Per informazioni: www.thomson.it 



Commenti (4)

Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - Info
Commento # 1 di: Paolo UD pubblicato il 04 Marzo 2005, 18:16
Compatibile HD

CIT: È siglato 42 PB 120 S5 il nuovo televisore al plasma Thomson da 42 pollici compatibile con l’alta definizione. La compatibilità High Definition TV mediante DVI-HDCP lo rende adatto per la tv ad alta definizione che avrà sempre maggiore dif-fusione in Europa
La risoluzione del pannello è di 852x480 punti.

Scusa Emidio, ma che alta definizione posso apprezzare in un pannello 852*480 ??
Mi sembra come dire: i nuovi pneumatici XYZ della XXX permetto di raggiungere i 250 km/h (HD), che si potranno toccare nelle prossime autostrade europee, e possono essere montati sulle nuove FIAT 500 (che sono quindi compatibili con l'HD)

Puoi chiarire le mie perplessità
mandi
Paolo
Commento # 2 di: Emidio Frattaroli pubblicato il 04 Marzo 2005, 19:13
Econdo me in questo caso il discorso è molto diverso.

Prima di tutto, si tratta di un plasma da 42 con un prezzo decisamente basso, in linea con quelli da mercatone ma con caratteristiche particolarmente intieressanti.

E' vero che la matrice è a bassa risoluzione ma c'è da fare un paio di considerazioni.

Prima di tutto è compatibile con i segnali HDMI codificati HDCP. Nel senso che potrai visualizzare anche segnali in alta definizione, che verranno poi scalati a 480 linee, d'accordo.

Ma la maggior parte di plasma a basso prezzo non ha neanche l'ingresso DVI, e qui pochi che ce l'hanno non accettano il segnale HDCP.

Quindi il messaggio è: tra due anni non dovrai buttarlo e potrai collegarlo a ricevitori sat, bly-ray etc.

Detto questo, un secondo discorso deve essere fatto sulla risoluzione. Non dimentichiamo che molti plasma funzionano a scansione interlacciata, come gli hitachi-fujitsu (ormai solo hitachi).

I segnali HDTV sono 1080i quindi a 1080 linee interlacciate. In realtà si tratta di 540 linee a semiquadro.

... Non vado più avanti altrimenti anticiperei troppo un articolo tecnico. Ma spero di averti suggerito una probabile risposta, che deve comunque essere verificata.

E comunque, anche utilizzando una matrice 480p, c'è la forte probabilità che un segnale HDTV si vedrà molto meglio di uno a risoluzione standard.

Emidio
Commento # 3 di: Paolox pubblicato il 04 Marzo 2005, 20:26
Esperienza personale:
in negozio ho provato a collegare al quali tv con HD1 (1080i) sia il plasma Pioneer da 43 (ris. 1366*768) sia il panasonic 42pa30 (ris. 852*480), ebbene la differenza non era così enorme come lo farebbe pensare la diferenza di risoluzione, diciamo che anche sul panasonic si vedeva moooolto ma mooolto meglio rispetto ad un normale DVD pal, più che altro messi vicini i 2 display, con il panasonic si aveva la sensazione di un effetto alias (scalettature)
Commento # 4 di: Paolo UD pubblicato il 05 Marzo 2005, 11:08
Emidio Frattaroli ha scritto:
cut
Detto questo, un secondo discorso deve essere fatto sulla risoluzione. Non dimentichiamo che molti plasma funzionano a scansione interlacciata, come gli hitachi-fujitsu (ormai solo hitachi).

I segnali HDTV sono 1080i quindi a 1080 linee interlacciate. In realtà si tratta di 540 linee a semiquadro.

... Non vado più avanti altrimenti anticiperei troppo un articolo tecnico. Ma spero di averti suggerito una probabile risposta, che deve comunque essere verificata.
cut
Emidio

grazie dei chiarimenti

mandi
Paolo