Social Buttons AV Magazine su Facebook AV Magazine su Twitter AV Magazine RSS AV Magazine Newsletter

Nuovi plasma Samsung PAVV 450 Fabrizio

di sabatino pizzano, pubblicata il 10 Marzo 2009, all 11:45 nel canale DISPLAY

“Samsung annuncia per il mercato coreano l'arrivo di due nuovi display al plasma PAVV 450 Fabrizio, con diagonale da 42 e 50 pollici, e tempo di risposta pari a 0.001 millisecondi e una fantomatica frequenza di scansione a 600Hz”

Samsung, assieme a Panasonic ed LG Electronics, è tra i pochi produttori "superstiti" ancora impegnati nella produzione di display al plasma, dopo la recente defezione di Vizio e la più datata dismissione di Pioneer.Il produttore coreano, nonostante la propria leadership nel mercato dei display a cristalli liquidi, continua nonostante tutto l o sviluppo della tecnologia "a gas" e annuncia una nuova serie di display denominata " Fabrizio PAVV 450".

Inizialmente previsti per il solo mercato interno, questi nuovi plasma vengono presentati per un velocissimo tempo di risposta, dichiarato in 0.001 millisecondi. In realtà tutti i display al plasma hanno un tempo di risposta velocissimo che è parte integrante della tecnologia. Due saranno i tagli previsti per questa nuova serie 450 Fabrizio PDP, da 42 e 50 pollici. I nuovi pannelli sono caratterizzati da una frequenza dei subfield pari a 600Hz (praticamente la norma per i display al plasma), a cui si aggiungono il Crystal Engine di Samsung. Tre, infine, gli ingressi HDMI.

Sfortuntamente ancora non sono stati annunciati i valori relativi al rapporto di contrasto (e viste recenti tendenze "al rialzo" non è poi tutto questo male, n.d.r.) e alla risoluzione nativa dei due schermi. Presumiamo che la variante da 50 pollici possa caratterizzarsi per una risoluzione Full HD mentre la versione da 42 prevederà una risoluzione HD Ready. Vi rimandiamo a futuri aggiornamenti per ulteriori dettagli.

Fonte: Engadget



Commenti (10)

Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - Info
Commento # 1 di: Dave pubblicato il 10 Marzo 2009, 11:50
Sarei curioso di sapere perché li hanno chiamati Fabrizio, forse per via di un designer italiano?! Mi sembra che la scelta di Pioneer di chiamare Kuro la loro linea più avanzata di plasma sia stata più azzeccata...
Commento # 2 di: plasmarex pubblicato il 10 Marzo 2009, 12:16
Nome non suggestivo ma l'attendo senz'altro.
Se non fosse per curiosità.
Commento # 3 di: marcocivox pubblicato il 10 Marzo 2009, 12:35
600Hz non credo sia la norma, perchè a parte i nuovi NeoPdP, la frequenza dei subfield dovrebbe essere ancora 480Hz.
Per quanto riguarda il nome, a noi non può certo provocare suggestioni, un pannello di nome Fabrizio, ma per un giapponese magari si!
Commento # 4 di: plasmarex pubblicato il 10 Marzo 2009, 12:45
Forse Leonardo o Raffaello pure pure..
Commento # 5 di: pela73 pubblicato il 10 Marzo 2009, 14:07
voglio vedere se fanno anche peppino o bergingetorige
Commento # 6 di: loreeee pubblicato il 10 Marzo 2009, 14:15
c'è tutto questo bisogno di un refresh cosi alto? a me 100 vanno piu che bene.. bah
Commento # 7 di: AV Magazine pubblicato il 10 Marzo 2009, 14:21
Originariamente inviato da: marcocivox
600Hz non credo sia la norma, perchè a parte i nuovi NeoPdP, la frequenza dei subfield dovrebbe essere ancora 480Hz...
Sabatino Ha ragione. Inoltre, Prima di Samsung, sia Panasonic (con i NeoPDP) che LG Electronics hanno annunciato display al plasma con 10 sub-fields (60Hz x 10 = 600 Hz). In pratica Samsung è arrivata terza.
Commento # 8 di: AV Magazine pubblicato il 10 Marzo 2009, 14:23
Originariamente inviato da: loreeee
c'è tutto questo bisogno di un refresh cosi alto? a me 100 vanno piu che bene.. bah
I plasma hanno un funzionamento piuttosto complesso. Ogni fotogramma viene suddiviso in più parti (definite sub-fields) in cui ogni pixel viene acceso e spento molto velocemente. Poiché, come certamente saprete, il pixel di un plasma può essere acceso oppure spento. Tutte le altre sfumature vengono ottenute proprio modulando il numero di accensioni-spegnimenti e il tempo complessivo in cui ogni pixel rimane acceso.

Più sub-field ci sono, più sfumature è possibile riprodurre. Almeno in teoria poiché in realtà per le sfumature dovremmo aprire una parentesi smisurata...
Commento # 9 di: plasmarex pubblicato il 10 Marzo 2009, 14:37
E apriamola allora...
anche solo un pò perchè mi hai messo cusriosità...
vorrei approfondire l'argomento sfumature sui plasma mediante subfield

Samsung è arrivata terza...
ma Panasonic se è seconda, lo deve ai modelli americani o di prossima uscita perchè sui 42'' HDready appena usciti in europa non è neanche a 480Hz se non sbaglio...
Commento # 10 di: zappomax pubblicato il 16 Aprile 2009, 10:52
...bella cosciona coreana...