Social Buttons AV Magazine su Facebook AV Magazine su Twitter AV Magazine RSS AV Magazine Newsletter

Multa da 649 M di Euro per 5 produttori LCD

di Gian Luca Di Felice, pubblicata il 09 Dicembre 2010, all 12:05 nel canale DISPLAY

“La commissione europea ha condannato ieri 5 tra i principali produttori di pannelli LCD per aver creato un cartello sui prezzi dal 2001 al 2006. La multa complessiva ammonta a ben 649 milioni di Euro”

Ci si aspettava una severa condanna da parte della Commissione Europa ed è arrivata. Cinque tra i più grossi produttori di pannelli LCD sono stati condannati a una multa complessiva da ben 649 milioni di Euro per aver creato un cartello sui prezzi e quindi una distorsione del mercato tra ottobre del 2001 e febbraio del 2006. I più colpevoli sono stati ritenuti soprattutto Chi Mei Optoelectronics e LG Display, condannati rispettivamente a dover pagare 300 e 215 milioni di Euro.

Le altre aziende coinvolte sono AU Optronics, Chunghwa Picutre Tubes e HannStar Display. Nel cartello era coinvolta anche Samsung Electronics, ma è stata graziata dalla Commissione per aver segnalato l'operazione e aver collaborato alle indagini.

Fonte: Redazione



Commenti (10)

Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - Info
Commento # 1 di: avdarjo pubblicato il 09 Dicembre 2010, 12:42
noto con piacere che sharp sony e philips confermano la loro buona fama.
Commento # 2 di: AV Magazine pubblicato il 09 Dicembre 2010, 13:48
Originariamente inviato da: avdarjo
... sharp sony e philips ...
Soltanto Sharp produce pannelli LCD, anche - e soprattutto - per altre aziende. Sony e Philips sono ormai quasi esclusivamente integratori.

Nella notizia, quando si fa riferimento al pannello, ci si riferisce solo ed esclusivamente al componente principale di un televisore o monitor LCD e non all'intero display. E i maggiori produttori di pannelli sono proprio quelli che avevano instaurato il cartello.
Commento # 3 di: rpr.win pubblicato il 09 Dicembre 2010, 14:19
Mha, Sony, che compra da Samsung e Sharp i panelli, e Philips non producono, assemblano solo, per cui non potevano essere incolpate di nulla; Sony, poi, non assembla neppure più, ha ceduto tutto a Foxxcon, quindi.....
Commento # 4 di: zap pubblicato il 09 Dicembre 2010, 15:51
Originariamente inviato da: avdarjo
noto con piacere che sharp sony e philips confermano la loro buona fama.

veramente la produzione di LCD di Sony e Samsung avviene insieme.
E lo stesso valeva per Philips ed LG.

In pratica non appaiono i nomi, ma è probabile che siano ugualmente coinvolte, trattandosi di joint ventures che producono pannelli poi marchiati dai vari brand.
Commento # 5 di: jpjcssource pubblicato il 09 Dicembre 2010, 18:15
Comunque 649 milioni divisi per un gruppo di aziende che detengono la metà del mercato mondiale dei pannelli LCD che vale 100 miliardi all'anno non sono poi tanti, li recupereranno velocemente.

Almeno ora faranno più fatica a fare i furbi visto che, una volta scoperti, saranno sorvegliati in continuazione.
Commento # 6 di: avdarjo pubblicato il 09 Dicembre 2010, 20:13
vabbè sempre le solite cose..
sony produce i pannelli ma li usa per se e non li vende perciò se poi samsung ha altre fabbriche fuori dall joint con sony e si vende i pannelli questi sono un altro paio di maniche.ribadisco i pannelli slcd che monta sony non sono proprietà samsung,così come vale il viceversa!
a foxcon ha venduto gli stabilimenti di vecchia generazione quindi non generalizzate.i tv se li fa da se ma c'è forse a chi fa piacere mettre in circolo bufale...

sharp è tra i primi due produttori mondiali di pannelli al mondo e vende pannelli a diversi marchi importanti.inoltre è una delle poche a produrre in fabbriche sue sia i cristalli liquidi che i led.altre invece si fanno i pannelli e comprano i led da terzi.

per philips vale lo stesso discorso per la joint con lg...li usa per se e non li vende

succo del discorso...complimenti a sharp a sony e philips.più a sharp che agli altri.
Commento # 7 di: raziel_89 pubblicato il 09 Dicembre 2010, 22:20
Bella multa... però c'è un piccolo problema. Questi soldi in mano a chi finiranno ? Di certo non in mano a tutti coloro che hanno comprato un lcd e che quindi hanno effettivamente subito la presenza del cartello. Anzi sono sicuro che questi soldi finiranno in mano ad una manciata di parlamentari europei che li sperpereranno per bene per i LORO unici interessi....
Commento # 8 di: bobgeldof pubblicato il 10 Dicembre 2010, 11:21
Per essere precisi questo è il grafico per il 2009 che mostra la suddivisione del totale dei pannelli lcd per tv (Global and China FPTV industry report 2009-2010).
[IMG]http://img155.imageshack.us/img155/8643/2010042102.gif[/IMG]
Aggiungo, sempre per la precisione, che Sony e Philips NON producono pannelli LCD. Infatti hanno sviluppato alcune tecnologie in collaborazione con samsung ed lg rispettivamente ma non posseggono fabbriche in grado di produrre materialmente i pannelli.
Passando ad un altro campo è più o meno quello che succede con Nvidia (e altre cosiddette fabless semiconductor companies) , progetta i chip ma non possiede fabbriche di semiconduttori: i chip video materialmente sono prodotti da altri.
L'inchiesta riguarda esclusivamente i produttori, quindi sony e philips non c'entrano nulla.
Commento # 9 di: pathfinder2810 pubblicato il 10 Dicembre 2010, 23:11
ma poi effettivamente pagheranno?ho i miei dubbi in tal proposito
Commento # 10 di: jpjcssource pubblicato il 11 Dicembre 2010, 00:09
Se non lo fanno le sanzioni aumenteranno pesantemente e potrebbero arrivare fino all'esclusione dal mercato UE, cosa estremamente più dannosa di questa multa che, divisa fra colossi di tale calibro, si tratta di qualche spicciolo.