Social Buttons AV Magazine su Facebook AV Magazine su Twitter AV Magazine RSS AV Magazine Newsletter

IFA: TV Hisense HZ75U9A FALD 1056 zone

di Riccardo Riondino, pubblicata il 04 Settembre 2017, alle 16:38 nel canale DISPLAY

“Il marchio cinese espone il prototipo di un TV con un numero di zone di controllo della retro-illuminazione da record, dotato di schermo Quantum Dots, luminosità di 2200 nits e copertura integrale del gamut DCI-P3 ”

Tra i vari televisori 4K e 8K visibili allo stand Hisense di IFA, c'è anche un modello Ultra HD dotato di Local Dimming a ben 1.056 zone. Alla visione il controllo risulta così efficace da risolvere in gran parte i limiti degli LCD nel visualizzare contenuti che superano il C/R nativo dello schermo. Altrettanto impressionante è la massima intensità luminosa di 2200 cd/m2.

Il display adotta un filtro Quantum Dots per l'espansione dei colori riproducibili, che arrivano a coprire al 100% il gamut DCI-P3. Non si conoscono al momento ulteriori dettagli sul televisore, siglato HZ75U9A, che attualmente risulta ancora allo stadio di prototipo.

Fonte: Area DVD



Commenti (8)

Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - Info
Commento # 1 di: Parky pubblicato il 04 Settembre 2017, 17:09
Immagino che quell'orribile piedistallo, già visto sull'AX800 della Panasonic, non può essere smontato e quindi non consente il fissaggio a parete. Giusto?
Commento # 2 di: Riccardo Riondino pubblicato il 04 Settembre 2017, 20:44
Originariamente inviato da: Parky;4758140
Immagino che quell'orribile piedistallo, già visto sull'AX800 della Panasonic, non può essere smontato e quindi non consente il fissaggio a parete. Giusto?


Non ho altre informazioni, ma l'installazione a parete di norma è sempre possibile, quindi sarebbe da stupirsi del contrario.
Commento # 3 di: kabuby77 pubblicato il 05 Settembre 2017, 11:58
Bisogna dire che con queste specifiche darà sicuramente filo da torcere al mercato oled
Commento # 4 di: thegladiator pubblicato il 06 Settembre 2017, 14:14
Filo da torcere? Fino a che non si spegne la luce, tradotto, fino a che non si guardano contenuti in stanza completamente oscurata.
Anche con 1000 zone in scene a basso/bassissimo APL (MOLTO presenti nei film odierni, soprattutto per quelli di azione/thriller/fantascienza/fantasy etc.) gli aloni sono inevitabili già in SDR, non parliamo nemmeno di HDR dove il nero va inesorabilmente a farsi benedire. Senza contare gli altri limiti tipici degli lcd, angolo di visione e gestione del moto.
No, tutta la vita OLED.

Riccardo, quando dici che ''alla visione risulta così efficace da risolvere in gran parte i limiti degli LCD nel visualizzare contenuti che superano il C/R nativo dello schermo'' ti riferisci alla visione in ambiente illuminato o oscurato?
Commento # 5 di: Parky pubblicato il 06 Settembre 2017, 16:05
La tecnologia LCD sarà sempre concettualmente inferiore a quella OLED
Commento # 6 di: kabuby77 pubblicato il 06 Settembre 2017, 16:54
Originariamente inviato da: thegladiator;4758914
Filo da torcere? Fino a che non si spegne la luce, tradotto, fino a che non si guardano contenuti in stanza completamente oscurata.
Anche con 1000 zone in scene a basso/bassissimo APL (MOLTO presenti nei film odierni, soprattutto per quelli di azione/thriller/fantascienza/fantasy etc.) gli aloni sono inevitabili già in SDR, non parliamo nemmeno di ..........[CUT]


Beh non so come tu sia abituato ma io non guardo mai la tv con stanza completamente oscurata, e lo stesso vale per il 99,9% delle altre persone. Riguardo all'angolo di visione considerando che ti siedi a qualche metro a meno che tu non abbia un divano da 10 persone vedo difficile raggiungere angoli di visione estremi. La gestione del moto è una questione di elettronica di controllo, le celle dei pannelli per conto loro potrebbero gestire refresh altissimi.
Commento # 7 di: Riccardo Riondino pubblicato il 06 Settembre 2017, 17:05
Originariamente inviato da: thegladiator;4758914
Filo da torcere? Fino a che non si spegne la luce, tradotto, fino a che non si guardano contenuti in stanza completamente oscurata.
Anche con 1000 zone in scene a basso/bassissimo APL (MOLTO presenti nei film odierni, soprattutto per quelli di azione/thriller/fantascienza/fantasy etc.) gli aloni sono inevitabili già in SDR, non parliamo nemmeno di ..........[CUT]


Si riferiscono all'ambiente della fiera, quindi illuminato

Specifico che sono le impressioni del redattore riportate dal sito dove ho preso la notizia, a Berlino quest'anno era presente il solo Emidio (forse può aggiungere qualcosa lui)

Chiaramente concordo sugli altri problemi connaturati alla tipologia dello schermo
Commento # 8 di: thegladiator pubblicato il 06 Settembre 2017, 22:55
Ah ok, ora capisco Riccardo.

Neanche a farlo apposta mi sono incrociato con Emidio questa sera e nei pochi minuti che abbiamo parlato, fra le altre cose, si è giusto fatto un commento veloce su hdtv tipo questo. Possono avere 1000 zone, anche 2000, ma con 5000:1 di rapporto di contrasto nativo (quando va bene) in certe situazioni (non propriamente poche) gli aloni saranno sempre ed inevitabilmente visibili, soprattutto in HDR dove la retroillumnazione se deve spingere parecchio per rappresentare una fonte luminosa molto piccola (magari composta da pochi pixel) non potrà fare altro che generare un alone tutto intorno. Ovvio, in ambiente illuminato potrà essere invisibile o quasi ma appena si spengono le luci...

@kabuby77: sì, i film li guardo rigorosamente in ambiente oscurato con VT60 calibrato a 95-100 nits di picco. E basta un divano da tre per scorgere su un qualsiasi lcd gamma shifting, viraggio cromatico e ancora più aloni specialmente su un modello FALD.
Non vorremo mica metterci a paragonare oled ed lcd cercando di mitigare i limiti di questi ultimi, vero?