Social Buttons AV Magazine su Facebook AV Magazine su Twitter AV Magazine RSS AV Magazine Newsletter

DuPont accelera la produzione di plasma

di Emidio Frattaroli, pubblicata il 03 Giugno 2005, all 20:13 nel canale DISPLAY

“Un nuovo procedimento messo a punto da DuPont KK velocizza notevolmente la preparazione dei substrati di vetro utilizzati negli schermi al plasma, situazione che favorirà anche una diminuzione dei prezzi di produzione.”

La giapponese DuPont KK, che appartiene all'omonimo gigante della chimica in USA, ha sviluppato una nuova tecnologia che promette di accellerare la produzione di schermi al plasma, diminuendo anche il costo di produzione. DuPont ha creato un nuovo procedimento per la fabbricazione dei circuiti e degli elettrodi che vengono inseriti nel substrato di vetro. Con il nuovo procedimento i tempi di fabbricazione aumenterebbero sensibilmente assieme ad un sostanziale abbassamento del costo di produzione.

Normalmente, gli elettrodi trasparenti che pilotano i singoli pixel dei pannelli al plasma vengono prodotti direttamente sul substrato vetroso mediante un procedimento piuttosto laborioso. Il vetro viene coperto da una resina fotosensibile miscelata con una pasta all'argento. Alla stesura della resina fotosensibile all'argento segue un processo di essiccamento che lascia spazio subito dopo ad un procedimento fotolitografico che "stampa" letteralmente la struttura degli elettrodi sulla superficie del vetro.

Con il nuovo metodo, il vetro viene coperto con un nuovo polimero fotosensibile, irradiato con raggi ultravioletti con l'interposizione della maschera con il disegno degli elettrodi. La resina colpita dai raggi ultravioletti viene modificata. Subito dopo, un rullo con pasta argentata viene passato sulla superficie del vetro. Le zone con la resina risparmiata dai raggi ultravioletti formano un legame stabile con la pasta argentata che rimane attaccata al substrato di vetro.

Il vantaggio del nuovo procedimento non si limita all'eliminazione del passaggio dell'essiccatura del metodo classico. Il procedimento con il nuovo fotopolimero e con i raggi ultravioletti è comunque più veloce della fotolitografia utilizzata fino ad oggi. DuPont KK inizierà la produzione con il nuovo procedimento già da questo mese.

Fonte N.D'A.



Commenti