Social Buttons AV Magazine su Facebook AV Magazine su Twitter AV Magazine RSS AV Magazine Newsletter

Display LCD flessibili nel 2009

di Emidio Frattaroli, pubblicata il 14 Luglio 2006, all 09:58 nel canale DISPLAY

“Un nuovo consorzio di 14 produttori di pannelli LCD e materiali contingenti ha il preciso obiettivo di iniziare la produzione di nuovi display con tecnologia LCD di tipo flessibile entro l'anno 2009”

Secondo le informazioni pubblicate dal Nihon Keizai Shimbun, 14 aziende giapponesi, tra cui Sharp, Sumitomo Chemical and Dai Nippon Printing e specializzate nella produzione di pannelli LCD  e di materie prime impiegate nei processi produttivi, hanno formato un consorzio per la produzione di nuovi display LCD di tipo flessibile.

Il nuovo consorzio  TRADIM (Technology Research Association for Advanced Display Materials) ha tra gli obiettivi la riduzione dello spessore dei pannelli LCD a meno di un millimetro, in pratica un terzo dello spessore dei pannelli di oggi. La riduzione sarà possibile grazie all'utilizzo di nuovi polimeri in sostituzione del substrato di vetro che viene impiegato attualmente.

Il consorzio TRADIM lavorerà assieme al Japan's National Institute of Advanced Industrial Science and Technology e alla facoltà di Agricoltura e Tecnologia dell'Università di Tokyo. In particolare, nelle dichiarazioni del consorzio si fa riferimento a display "avvolgibili" piuttosto che "flessibili".

Questa precisazione indica che l'obiettivo è quello di produrre non solo display che possano essere posti su superfici curve (come bracciali, orologi etc.) ma anche monitor con dimensioni generose, ad alta risoluzione e che possano essere ripiegati in modo da occupare uno spazio ridotto per una portabilità eccellente.

Fino ad oggi, tutti i prototipi visti in questo settore derivano dal lavoro di una o al massimo due aziende. Questa infatti è la prima volta che un numero così grande di aziende e istituti di ricerca annunciano una collaborazione di queste dimensioni. 

Fonte: Nihon Keizai Shimbun



Commenti