AV Magazine - Logo
Stampa
 
Il Blu-ray è adatto anche al 4K
Gian Luca Di Felice - 13/06/2012, 11:44
“Nel corso di un'intervista rilasciata ai colleghi statunitensi di Home Media Magazine, il presidente della Blu-ray Disc Association Andy Parsons parla del 4K e si dice convinto che l'attuale supporto "blu" sarà sufficiente per i film in 4K. Ma è ancora troppo presto per parlarne...”

Il 4K è un po' sulla bocca di tutti ed era inevitabile cominciare a parlare (finalmente!) anche dell'eventuale supporto di distribuzione dei film in 4K (o meglio quad-Full HD). Nel corso di un'intervista rilasciata ai colleghi di Home Media Magazine, il presidente della BDA (Blu-ray Disc Association) Andy Parsons ha affrontato il discorso 4K e l'eventuale compatibilità della nuova risoluzione con l'attuale supporto Blu-ray: "Ho imparato a non cercare di predire il futuro, ma così come il Blu-ray si è dimostrato il supporto ideale per presentare film a 1080p con audio multicanale non compresso, sono altrettanto convinto che il Blu-ray abbia già le capacità per riprodurre un giorno i film a risoluzione 4K."

Il presidente della BDA ci tiene però a precisare che il 4K non è al momento d'attualità: "Ad oggi, la BDA non sta lavorando a una versione 4K del Blu-ray, ma quando ci verrà richiesto, credo che la capacità di 50GB sarà più che sufficiente a supportare l'elevato data-rate che una sorgente 4K richiede". Messa così questa affermazione può sembrare audace e fin troppo ottimistica, però riteniamo che Andy Parsons abbia in mente anche l'utilizzo di un nuovo codec (che quindi richiederà un nuovo profilo, nuovi chip di decodifica e relativi lettori compatibili) e ricordiamo in proposito l'ormai avanzato sviluppo del HEVC (High Efficiency Video Coding) H.265 che promette un'efficienza fino al 67% superiore rispetto all'attuale Mpeg 4/H.264. E se anche i Blu-ray doppio strato non dovessero bastare, l'industria ha già a disposizione i supporti di registrazione BDXL con capacità fino a 128GB, che potrebbero facilmente essere convertiti in supporti ROM (non registrabili). Insomma, sembra proprio che per la futura distribuzione di film in 4K verrà ancora utilizzato il Blu-ray (seppur con nuovo profilo)...

Fonte: Home Media Magazine