Social Buttons AV Magazine su Facebook AV Magazine su Twitter AV Magazine RSS AV Magazine Newsletter

VOD in H.265/HEVC al via in Francia

di Gian Luca Di Felice, pubblicata il 25 Marzo 2013, alle 11:48 nel canale HT

“Il provider Internet francese Orange (gruppo France Telecom) annuncia l'imminente avvio dei servizi in streaming VOD con codifica in H.265/HEVC. Encoding che verrà utilizzato sia per i contenuti in HD che in SD e che saranno accessibili sia dai propri set-top box rilasciati agli abbonati Orange francesi, che dalla gamma Smart TV 2013 di Samsung”

Dopo l'annuncio dell'avvio dei primi servizi in streaming VOD con encoding H.265/HEVC in Giappone, da parte dell'operatore NTT DoCoMo (vedi news), il nuovo efficiente algoritmo di compressione si appresta a debuttare anche nel Vecchio Continente e precisamente in Francia. L'operatore Internet Orange (gruppo France Telecom) ha annunciato l'imminente avvio (entro fine mese) dell'adozione della codifica H.265/HEVC per i suoi servizi in streaming VOD sia in HD che in SD. Adozione che consentirà di trasmettere contenuti in streaming Full HD a un bit-rate medio di 2,8Mbps contro gli attuali 5.5 Mbps (in Mpeg4 / H.264). L'avvio del servizio VOD H.265/HEVC è frutto di una collaborazione con Samsung, che rilascerà in Francia, l'applicazione "TV d'Orange" per consentire agli abbonati "Orange" transalpini di accedere allo streaming HEVC direttamente da Smart TV 2013 serie 7, 8 o 9 (o Smart TV 2012 serie 7, 8 o 9 aggiornate via Samsung Evolution Kit 2013 - vedi news).

I tecnici Orange stanno già testando lo streaming in H2.265 anche sui propri nuovi set-top box "TV d'Orange", che verranno poi rilasciati agli abbonati ADSL e fibra ottica nel corso dei prossimi mesi.

Per maggiori informazioni: comunicato stampa (in francese)

Fonte: HD Numérique



Commenti (13)

Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - Info
Commento # 1 di: Jinbe89 pubblicato il 25 Marzo 2013, 12:02
qui in Italia, data la natura delle connessioni diciamo poco perforanti credo che passerà del tempo prima che avvenga ciò..
Commento # 2 di: Gian Luca Di Felice pubblicato il 25 Marzo 2013, 12:09
Invece mi aspetto esattamente il contrario!! Proprio perché l'Italia a un'infrastruttura Internet in molte zone poco performante (per non dire vergognosa!), l'adozione delll'H.265 rappresenta una manna dal cielo per i content provider (2,8 Mbps per trasmettere contenuti in Full HD, secondo quanto dichiarato da Orange in Francia!)! Significa poter accedere a servizi VOD HD già con connessioni da 4 Mbps! Il problema semmai è capire se i content provider italiani siano al corrente dell'avvento dell'H.265!!

Gianluca
Commento # 3 di: ULTRAVIOLET80 pubblicato il 25 Marzo 2013, 12:19
Ma non trovate che il bitrate sia in ogni caso eccessivamente basso?
Commento # 4 di: StarKnight pubblicato il 25 Marzo 2013, 12:28
Non ho ancora avuto modo di vedere con i miei occhi le presunte (e a quanto pare miracolose) prestazioni della codifica H.265 ma 2,8 Mbit/s per del contenuto HD credo siano una porcheria a meno di non generare artefatti da tutte le parti alle prime scene movimentate.
Commento # 5 di: Rok3r pubblicato il 25 Marzo 2013, 13:48
2,8 mbs per l' HD, miracoli non si fanno, perciò immagino un peggioramento delle immagini, perchè per comprimere bisogna tagliare ciò che si nota meno ma a forza di tagliare ...
Commento # 6 di: Jinbe89 pubblicato il 25 Marzo 2013, 13:52
Originariamente inviato da: Gian Luca Di Felice;3830533
Significa poter accedere a servizi VOD HD già con connessioni da 4 Mbps! Il problema semmai è capire se i content provider italiani siano al corrente dell'avvento dell'H.265!!


Quindi se ho capito bene, tu sei dell'idea (o quanto meno speri) che i provider cavalchino l'onda dell'avvento del nuovo codec per proporre un servizio di VOD HD, ammesso e non concesso che, come sottolinei, siano a conoscenza dell'uscita delle nuove codifiche..!?
Commento # 7 di: Gian Luca Di Felice pubblicato il 25 Marzo 2013, 14:26
Originariamente inviato da: Jinbe89;3830653
Quindi se ho capito bene, tu sei dell'idea (o quanto meno speri) che i provider cavalchino l'onda dell'avvento del nuovo codec per proporre un servizio di VOD HD, ammesso e non concesso che, come sottolinei, siano a conoscenza dell'uscita delle nuove codifiche..!?


Allora, forse mi sono spiegato male: io non auspico l'adozione dell'H.265 in sé e per sé, ma considerando la qualità media delle connessioni Internet italiane, considero l'adozione di contenuti codificati in H.265 come un vantaggio: se oggi (in virtù delle attuali offerte di connessione ADSL) sono ancora relativamente in pochi a poter accedere a contenuti HD in streaming, con l'utilizzo della codifica H.265 (più efficiente rispetto all'H.264 o Mpeg4) la platea potrà aumentare notevolmente! Ovviamente stiamo sempre parlando di un compromesso...ovvio che la scelta migliore sarebbe quella di consentire a tutti i cittadini di poter sottoscrivere abbonamenti in fibra a 100 Mbps....però visto che ciò non accadrà per ancora tanti (troppi) anni.... immagino che il passaggio all'H.265 avverrà piuttosto velocemente (a mio avviso, entro un paio di anni non sentiremo più parlare di Mpeg 4 o H.264).
Ciò che volevo dire è che l'adozione dell'H.265 ha ancora più senso proprio là dove le connessioni web sono più scarse (vedi l'Italia, oppure in ambito mobile 3G/4G - anche per occupare meno banda passante)

Gianluca
Commento # 8 di: Kust0r pubblicato il 25 Marzo 2013, 15:51
Infatti è assai plausibile che questo codec arriverà prima nelle piattaforme e contenuti veicolati tramite connessioni mobile che in quelli da linea fissa, dove l'aggiornamento hw è oltretutto più veloce.

Però qualche demo da analizzare non sarebbe male! Finchè non si potrà vedere in prima persona la differenza fra i due codec, secondo me ogni diatriba è fiato sprecato...
Commento # 9 di: Jinbe89 pubblicato il 25 Marzo 2013, 15:52
Originariamente inviato da: Gian Luca Di Felice;3830693
Ciò che volevo dire è che l'adozione dell'H.265 ha ancora più senso proprio là dove le connessioni web sono più scarse (vedi l'Italia, oppure in ambito mobile 3G/4G - anche per occupare meno banda passante)


Benissimo, ti sei spiegato alla perfezione.. avevo in inteso male la tua espressione, il tuo auspicio è quello di aumentare il bacino d'utenza, e perciò il numero di persone che possano usufruire dei contenuti HD.. sei stato chiarissimo, davvero complimenti.
Commento # 10 di: giamic pubblicato il 25 Marzo 2013, 17:37
Sì ma non è che uno schiocca un dito e si passa all'H265. Bisogna che i TV montino hardware compatibili (quindi cambiare tutti i tv), oppure decoder compatibili (quindi cambiare tutti i decoder) oppure lettori multimediali compatibili (quindi cambiare tutti i lettori). L'unico componente che potrebbe essere aggiornato facilmente è il pc, ma significa creare una catena che non vada direttamente al tv ma che passi per il Pc, quindi non è una cosa che il 90% degli italiani è in grado di fare. Due anni mi sembra una prospettiva ottimistica, per non parlare poi dei 2,8 mbps paragonati ai 5,5 dell'h264. Ma se già oggi i rip in h264 a 1080p più scrausi hanno bitrate a 7 mbps, figuriamoci roba di qualità. I bitrate dell'articolo sembrano più roba da skycinema, che per carità, se uno si accontenta, andrebbero più che bene per un servizio di streaming!!
« Pagina Precedente     Pagina Successiva »