Social Buttons AV Magazine su Facebook AV Magazine su Twitter AV Magazine RSS AV Magazine Newsletter

Mediaset in alta definizione

di Emidio Frattaroli, pubblicata il 30 Marzo 2006, all 08:22 nel canale HT

“Dal prossimo mese di Agosto Mediaset dovrebbe iniziare le trasmissioni sperimentali di programmi in alta definizione su piattaforma digitale terrestre in due regioni d'Italia”

Il digitale terrestre avanza e le due regioni più all'avanguardia nel turn-over tra analogico e digitale sono la Valle D'Aosta e la Sardegna, le uniche aree ad usufruire ancora dei contributi statali di 70 Euro per l'acquisto del decoder digitale terrestre interattivo.

Se tutto andrà come indicano i più ottimisti - rimasti però davvero in pochi - in queste due regioni d'Italia l'ASO (Analog Switch Off - spegnimento dei ripetitori per segnale TV analogico) sarà effettuato nei prossimi giorni ed entro il mese d'Aprile, subito dopo le elezioni.

Questo determinerà immediatamente la disponibilità di tutte le frequenze che potranno essere destinate alle trasmissioni digitali. Oltre all'aumento generalizzato della qualità dei canali, grazie alla progressiva diminuzione del rapporto di compressione, arriveranno anche nuovi servizi.

In un recente incontro a margine dell'HD Forum, sembrerebbe che Meidaset abbia intenzione di iniziare in questo contesto la sperimentazione delle trasmissioni di segnali televisivi in alta definizione con tecnologia simulcrypt, sia a definizione standard che in alta definizione.

Dovrebbero essere interessati alla sperimentazione tutti e tre i canali principali di Mediaset: Canale5, Italia1 e Rete4 che saranno up-scalati ad alta definizione partendo dai segnali a definizione standard anche se non è ancora ben chiaro il rapporto d'aspetto che avranno le immagini in HD.

Per rendere possibile questi tipo di soluzione, sarà comunque necessaria anche un aggiornamento del firmware di tutti i decoder attualmente utilizzati nelle due regioni per garantire la compatibilità con le trasmissioni in simulcrypt.

Fonte: N.D'A.



Commenti (33)

Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - Info
Commento # 1 di: Bizzi pubblicato il 30 Marzo 2006, 10:06
Qualcosa si muove ma...

...l'alta definizione attraverso quale connettore la faranno passare?
Commento # 2 di: SydneyBlue120d pubblicato il 30 Marzo 2006, 10:21
Codec e Formato?

Oltre al tipo di connessione (in effetti tuttaltro che secondario), si sa qualcosa riguardo al codec usato e al formato? E' lecito sperare in H.264 a 1280x720p o toccherà l'orrido 1080i, magari Mpeg2?!?!?
Commento # 3 di: poe_ope pubblicato il 30 Marzo 2006, 10:37
Non solo... quale decoder digitale terrestre possiede uscite video digitali? (DVI/HDMI)

Risposta...

Ciao!
Marco
Commento # 4 di: nemo30 pubblicato il 30 Marzo 2006, 11:32
Probabilmente hanno qualche accordo con qualche produttore di decoder per fornire entro agosto un decoder compatibile e con uscita HDMI.
Commento # 5 di: Emidio Frattaroli pubblicato il 30 Marzo 2006, 12:02
Ad esempio quelloi che verranno utilizzati in Francia

Per tutti i chipset attualmente a disposizione (Broadcom, Conexant ed ST Microelectronics) è comunque possibile scegliere il front-end tra satellite, digitale terrestre ed anche IPTV.

Sarebbe davvero interessante se un domani - neanche troppo lontano - con un solo decoder HDTV saremo in grado di sintonizzare canali via satellite, su digitale terrestre ed anche su internet.

E magari anche navigare su internet, sempre in HDTV, con un browser integrato nel ricevitore

Emidio
Commento # 6 di: poe_ope pubblicato il 30 Marzo 2006, 12:40
Lo ammetto, sono un po' confuso: in altri thread recenti, legati alle news del lancio dei nuovi decoder satellitari compatibili MPEG4 si dichiara esplicitamente che, p.e. Sky HD sarà ricevibile solo attraverso i suoi decoder, mentre lo scenario prospettato da Emidio è addirittura ultra convergente.

Significa che tecnologicamente parlando è tutto fattibile, ma politicamente non lo si vuole fare?

Se così fosse, quello che conta è comunque il risultato finale: ovvero che per noi utenti la convergenza resterà quella delle gomme dell'auto...

Sarebbe bello avere un unico scatolo, ma perché oggi/nel prossimo domani non ve n'è traccia?

O sono io male informato?

O non ho capito nulla? (assai probabile...)

Ciao!
Marco
Commento # 7 di: Raffaele pubblicato il 30 Marzo 2006, 12:52
Originariamente inviato da: poe_ope
Lo ammetto, sono un po' confuso: in altri thread recenti, legati alle news del lancio dei nuovi decoder satellitari compatibili MPEG4 si dichiara esplicitamente che, p.e. Sky HD sarà ricevibile solo attraverso i suoi decoder, mentre lo scenario prospettato da Emidio è addirittura ultra convergente.

Significa che tecnologicamente parlando è tutto fattibile, ma politicamente non lo si vuole fare?

Se così fosse, quello che conta è comunque il risultato finale: ovvero che per noi utenti la convergenza resterà quella delle gomme dell'auto...

Sarebbe bello avere un unico scatolo, ma perché oggi/nel prossimo domani non ve n'è traccia?

O sono io male informato?

O non ho capito nulla? (assai probabile...)

Ciao!
Marco


Il sogno della quasi totalità degli utenti.
Un unico decoder che possa ricevere segnali digitali terrestri e satellitari, in standard ed alta definizione, abilitato a decodificare le schede di abbonamento dei provider televisivi, magari con funzione di hard disk recording. Un unico collegamento al tv/vpr.
Irrealizzabile credo ( ma spero vivamente di essere smentito ).
Sky, Mediaset e la Rai ( nomino i principali ) che si mettono attorno ad un tavolo, concordano una codifica unica e si appoggiano a due/tre aziende fornitrici di decoder.
Poi comunque salterebbe fuori dal cilindro qualcuno che parla di monopolio, antitrust ecc...ecc...ecc....
Commento # 8 di: Luzni pubblicato il 30 Marzo 2006, 13:05
e intanto mediaset ha venduto MILIONI di decoder (digitale terrestre) che non servono ad una mazza...
Commento # 9 di: umby pubblicato il 30 Marzo 2006, 13:08
Ad EMILIO:

Su AF Digitale , qualche mese fà, si è parlato in maniera non molto entusiasta delle prestazioni del chipset di ST Micro.... .
da allrora hanno migliorato qualcosa ?

Anche perchè quel chipset lo adotteranno in molti da quanto ho sentito e promette la convergenza sat, terr., IP.

bye

Umby

Commento # 10 di: Emidio Frattaroli pubblicato il 30 Marzo 2006, 13:40
Originariamente inviato da: umby
Ad EMILIO...
Ammesso che questa considerazione sia riferita a me - che invece mi chiamo Emidio - posso risponderti che qualche mese fa su AV Magazine non avevo parlato troppo bene delle prestazioni della soluzione single-chip di ST, dopo aver visto le scandalose immagini a Tokyo, durante il CEATEC:

www.avmagazine.it/articoli/televisori/9/7.html

Ma è anche vero che il lavoro fatto da ADB (che integra il chip ST) durante la sperimentazione delle olimpiadi invernali a Torino è piuttosto icoraggiante e la qualità generale delle immagini, sebbene osservate attraverso due plasma a risoluzione 1366x768, è molto buona. Il servizio sulla sperimentazione HDTV con RAI e ADB è aql seguente indirizzo:

www.avmagazine.it/articoli/sorgenti/66/index.html



Emidio
« Pagina Precedente     Pagina Successiva »