Social Buttons AV Magazine su Facebook AV Magazine su Twitter AV Magazine RSS AV Magazine Newsletter

IFA: Blu-ray Sony BDP-S760

di Emidio Frattaroli, pubblicata il 03 Settembre 2009, all 09:25 nel canale HT

“Sony presenta all'IFA la nuova terna di lettori Blu-ray Disc stand alone, capeggiata dal nuovo modello BDP-S760 dotato di connnessione WiFi, certificazione DLNA ed alcuni elementi della serie ES”


Pannello anteriore del nuovo S760 con presa cuffia e USB anteriori
- click per ingrandire -

Berlino, 3 Settembre 2009. Sony presenta all'IFA di Berlino la nuova famiglia di lettori Blu-ray stand alone che si compone di tre unità: il modello entry-level BDP-S360 e la coppia BDP-S560 e BDP-S760. Questi ultimi due lettori sono dotati di modulo WiFi di classe "N" e certificazione DLNA. I due modelli S560 ed S760 si segnalano anche per la grande velocità di accesso: la riproduzione di un disco Blu-ray è garantita in appena sei secondi!


Pannello posteriore del BDP-S760

Il modello BDP-S760 si segnala per integrare alcuni dei preziosi contenuti presenti nella serie ES (Elevated Standard), tra cui segnaliamo il circuito "HD Reality Enhancer" e il "Super Bit Mapping". Il nuovo BDP-S760 è dotato anche di un'uscita cuffia con riproduzione multicanale (una tecnologia Sony) e di un completo e comodo telecomando retro-illuminato.

Per maggiori informazioni: www.sony.eu



Commenti (34)

Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - Info
Commento # 1 di: redhead pubblicato il 03 Settembre 2009, 09:39
e i SACD ?

Leggera' i SACD ? sono uno degli ultimi che apprezza questa tecnologia...lo so. Grazie
Commento # 2 di: Vince 15 pubblicato il 03 Settembre 2009, 10:56
Posso fare una domanda super ignorante? Ma per quale dannatissimo motivo le uscite analogiche da un lettore BD (come vediamo in foto) dovrebbero preferirsi ad un audio gestito totalmente da un amplificatore che riceve il segnale in digitale compresso? Non dovrebbero esserci più disturbi nel lavorare in analogico?
Commento # 3 di: blasel pubblicato il 03 Settembre 2009, 11:01
Credo che per poterli giudicare meglio sia necessario conoscere i prezzi di listino per determinare in quali fasce di mercato si pongono e con quali apparecchi sia giusto paragonarli.
Commento # 4 di: Microfast pubblicato il 03 Settembre 2009, 11:41
Originariamente inviato da: redhead
Leggera' i SACD ? sono uno degli ultimi che apprezza questa tecnologia...lo so.


Vedendo il frontale e mancando il logo direi proprio di no.

Saluti
Marco
Commento # 5 di: gattapuffina pubblicato il 03 Settembre 2009, 11:44
Originariamente inviato da: Vince 15
Ma per quale dannatissimo motivo le uscite analogiche da un lettore BD (come vediamo in foto) dovrebbero preferirsi ad un audio gestito totalmente da un amplificatore che riceve il segnale in digitale compresso? Non dovrebbero esserci più disturbi nel lavorare in analogico?


Prima o poi il segnale andrà convertito in analogico per cui, se il lettore ha dei DAC di qualità migliore di quelli dell'ampli, può essere meglio usare le uscite analogiche.

Questo in teoria. In pratica ci sono altri problematiche, ad esempio se sia possibile attivare o meno l'eq ambientale se entri nell'ampli in analogico (e se lo è, in genere lo è attraverso una ulteriore digitalizzazione, negando quindi l'eventuale vantaggio del DAC del lettore), come il lettore gestisce livelli, ritardi e bass-management, etc.

Quindi, direi che dipende molto da che lettore e che ampli si usano, ma comunque è un bene avere la flessibilità di poter scegliere.
Commento # 6 di: bradipolpo pubblicato il 03 Settembre 2009, 11:48
@ Vince 15

Perché magari c'è chi ha sinto privi di HDMI IN, e quindi per non spendere ulteriori soldi per un sinto nuovo, preferisce lettori come questo (certo poi bisogna vedere come avviene la conversione D/A all'interno del lettore, ma questo è una altro disocrso)
Commento # 7 di: Kuarl pubblicato il 03 Settembre 2009, 11:53
senza contare che c'è gente con ampli datati senza ingresso hdmi...
Commento # 8 di: StarKnight pubblicato il 03 Settembre 2009, 12:00
Come nel mio caso... e non vedo perché dover cambiare un buon amplificatore con ottimi ingressi analogici per uno con ingresso HDMI... meglio scegliere un player che abbia delle buone uscite analogiche per ciascun canale
Commento # 9 di: Microfast pubblicato il 03 Settembre 2009, 12:10
Originariamente inviato da: gattapuffina
Prima o poi il segnale andrà convertito in analogico per cui, se il lettore ha dei DAC di qualità migliore di quelli dell'ampli, può essere meglio usare le uscite analogiche.


Dici bene, potrebbe, perche' entrando in hdmi il segnale attraversa due stadi analogici in meno ( quello in uscita dal player e quello in ingresso del pre/decoder ), che potrebbero in pratica essere ben piu' deleteri che non la differenza tra i DAC.

Quindi comunque da valutare attentamente.

Saluti
Marco
Commento # 10 di: Vince 15 pubblicato il 03 Settembre 2009, 12:19
Ah ok, è tutto come pensavo. L'ho chiesto solo perché in giro si sente parlare di queste uscite analogiche dai player come il miglior modo possibile di gestire le cose... per questo la gente spenderebbe un sacco di soldi per un buon lettore che esce in analogico. In realtà se uno ha un ampli in cui può entrare in HDMI... fine dei discorsi.

Grazie.
« Pagina Precedente     Pagina Successiva »