Social Buttons AV Magazine su Facebook AV Magazine su Twitter AV Magazine RSS AV Magazine Newsletter

Con Bryston BDA-1, Hi-Face in omaggio

di sabatino pizzano, pubblicata il 21 Aprile 2010, all 18:00 nel canale HT

“Chi acquista un DAC Bryston BDA-1, riceverà in omaggio l'interfaccia USB M2Tech Hi-Face di Audiophile Sound in omaggio. Un'offerta di Audio Reference valida fino al prossimo 31 maggio 2010.”


Il convertitore Bryston BDA-1 rappresenta oggi uno dei convertitori con il miglior rapporto qualità/prezzo. Per il resto sia la fama della canadese Bryston che le specifiche tecniche parlano chiaro: Doppio DAC Crystal 24 bit / 192 kHz, Stadio d’uscita analogico in Classe A, sovracampionamento selezionabile e svariate possibilità di interfacciamento tra cui USB (1), COAX (2), Ottico (2), AES-EBU(1), BNC(2) in entrata ed uscite analogiche bilanciate XLR o sbilanciate RCA. Molteplici anche le frequenze di campionamento: 32, 44,1, 48, 88,2, 96, 176 e 192 kHz.

Grazie alla connettività USB, il Bryston BDA-1 è perfettamente interfacciabile con un PC per la riproduzione diretta di musica liquida. L'unico limite è però rappresentato dalla frequenza supportata da questa tipologia di collegamento: 16bit/48kHz.

Un comodo strumento per superare questo limite - e riprodurre in questo modo anche file audio ad alta definizione direttamente dal PC- è rappresentato proprio dall'Interfaccia M2Tech Audiophile Sound Hi-Face. Trattasi di una "chiavetta" USB 2.0 Full Speed con uscita audio digitale S/PDIF di altissima qualità. Può essere installata sia su Windows che su Mac.

In virtù di questo perfetto connubio, Audio Reference, noto importatore milanese dei prodotti Bryston, ha previsto un'offerta molto interessante: coloro i quali acquisteranno entro il prossimo 31 Maggio - presso uno dei rivenditori autorizzati - il Bryston BDA-1 riceveranno in omaggio l'Interfaccia M2Tech Audiophile Sound Hi-Face dal valore di 99 euro. Ricordiamo che il prezzo di listino del BDA-1 è fissato in 2.470 euro.

Per ulteriori informazioni: Audio Reference



Commenti (28)

Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - Info
Commento # 1 di: Picander pubblicato il 22 Aprile 2010, 11:53
ma come? la chiavetta ci riesce e il dac no? Potevano fare quello sforzo in più e implementare usb2 anche nel dac, visto che esite dal 2000.
Commento # 2 di: Picander pubblicato il 22 Aprile 2010, 15:54
ah dimenticavo.... e visto che il listino è 2470 euro. Le schede sonore usb da 50 euro ricevono correttamente l'audio 96/24
Commento # 3 di: Sabatino Pizzano pubblicato il 22 Aprile 2010, 15:59
Ricordo che il Bryston non è una scheda sonora, ma un convertitore audio stand alone pensato per essere utilizzato in catene hifi di elevato livello. La connettività USB prevista è un surplus, non esattamente la ragione d'essere di questa macchina.
Commento # 4 di: Picander pubblicato il 22 Aprile 2010, 16:02
sì ovvio, però....
Commento # 5 di: Sabatino Pizzano pubblicato il 22 Aprile 2010, 16:06
L'offerta di Audio Reference non a caso è pensata proprio in virtù del completamento delle potenzialità della macchina.
Commento # 6 di: Picander pubblicato il 22 Aprile 2010, 16:14
Infatti l'iniziativa è ottima! E' anche un'ammissione della mancanza comunque, non ti pare?
Commento # 7 di: Sabatino Pizzano pubblicato il 22 Aprile 2010, 16:19
Mica lo ha prodotto Audio Reference? Il ragazzi di AR hanno semplicemente constatato che il suddetto binomio potrebbe essere vincente e proiettare il dac verso nuovi ambiti di utilizzo. Gli stessi che Bryston molto probabilmente non aveva previsto, se non come semplice accessorio.

Quindi io non parlerei di mancanza, perchè se vai ad ascoltare questo dac collegato ad una meccanica tradizionale noterai che distrugge letteralmente prodotti simili, ma dal costo anche tre volte maggiore.
Commento # 8 di: Picander pubblicato il 22 Aprile 2010, 16:51
E cosa centra chi l'ha prodotto?

Dico solo che Bryston ha aggiunto la connettività usb in modo molto superficiale e che AR ha dovuto aggiungere la chiavetta per poter vendere il prodotto con un ingresso usb adeguato.
Commento # 9 di: Sabatino Pizzano pubblicato il 22 Aprile 2010, 17:00
C'entra. E ti spiego perchè. Se questa promozione fosse stata proposta dalla stessa Bryston poteva significare: abbiamo realizzato un prodotto con qualche mancanza rispetto a quello che era il nostro intento (ovvero di realizzare un dac per la musica liquida). Ma sappiamo bene che il BDA-1 è un DAC audiophile in grado di riprodurre anche musica liquida. Come ti dicevo, un surplus. Audio Reference è stata brava nell'aver seguito costantemente l'evolversi del mercato (musica liquida HD) ed ha pensato a questa promozione al fine di creare nuovi sbocchi commerciali per la macchina che, ripeto, non è nata con l'esclusivo intento di riprodurre musica liquida. Prova a verificare quanti audiofili utilizzano il pc come sorgente: io sono tra questi, ma ne conosco altri 100 che non ci pensano minimamente.
Commento # 10 di: chiaro_scuro pubblicato il 22 Aprile 2010, 17:28
Il problema è che se fai una macchina da 2500 euro non puoi appiccicarci una usb castrata solo perchè la giudichi un surplus (ma se è un surplus che la metti a fare?). Se la metti la metti come si deve proprio perchè è un prodotto di alto livello. Stiamo parlando di un interfaccia che a Bryston sarebbe costa 5 euro in più di sviluppo visto che comunque ha messo l'interfaccia usb e che commercialmente quella è un interfaccia da 50 euro. Forse aveva paura di arrivare ad un prezzo di listino di 2520 euro?

Ciao.
« Pagina Precedente     Pagina Successiva »