Social Buttons AV Magazine su Facebook AV Magazine su Twitter AV Magazine RSS AV Magazine Newsletter

Cinemateq motion optimizer

di Emidio Frattaroli, pubblicata il 21 Novembre 2006, alle 10:25 nel canale HT

“Cinemateq annuncia la disponibilità del nuovo motion optimizer: un nuovo processore video totalmente digitale che permette di eliminare ogni tipo di scatti nella riproduzione di software cinematografico”

Monaco, Novembre 2006. Da più di dieci anni a questa parte sono molte le aziende che si sono cimentate nella riduzione degli scatti quando vengono riprodotte le immagini provenienti da pellicola cinematografica e comunque caratterizzate da 24 o 25 fotogrammi al secondo. Ad iniziare da Philips con il suo "Natural Motion", seguita poi da tante altre aziende, il trucco è sempre stato quello di creare fotogrammi intermedi con algoritmi di motion estimation, in modo da rendere molto più fluidi i movimenti di materiale cinematografico che alla fine ha lo stesso feeling di quello ripreso da telecamera.


Pannello posteriore con ingressi e uscite
- click per ingrandire -

Il sottoscritto è tra gli integralisti che negli ultimi anni si è sempre battuto nella difesa della "scattosità" del materiale proveniente da pellicola, soprattutto per il notevole numero di artefatti introdotti con tutti questi algoritmi di motion estimation che, alcune volte, non possono essere neanche esclusi. Questa volta però sembra essere arrivata la soluzione. Cinemateq ha annunciato un nuovo processore video che permette di deinterlacciare il segnale video in ingresso inserendo anche fotogrammi intermedi mediante l'utilizzo di sofisticati algoritmi di motion estimation con un processo totalmente digitale.

Il nuovo Motion Optimizer è dotato di ingresso analogico component ma anche di ingresso SDI digitale. Quest'ultimo, grazie all'uscita DVI, permette di lavorare sul segnale rimanendo nel dominio digitale. Il processore opera sia il deinterlacciamento che l'inserzione di fotogrammi intermedi. Accetta quindi solo segnale a definizione standard di tipo component o SDI e presenta solo un'uscita DVI con segnali in uscita a 480p o 576p.

I prodotti Cinemateq in Italia sono distribuiti da Eurosell. Per maggiori informazioni su disponibilità, prezzi e punti vendita dove vederlo in funzione: www.eurosell.it



Commenti (13)

Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - Info
Commento # 11 di: Emidio Frattaroli pubblicato il 22 Novembre 2006, 09:34
Originariamente inviato da: sasadf
Anche il mio Marantz 9600 è in grado di inviare tramite HDMI il 480 e 576i...
hai ragione sasa, me ne ero dimenticato.

Il prezzo di listino al pubblico comunicato da Eurosell è di Euro 1.386,00 IVA inclusa.

Mi hanno già dato piena disponibilità per una prova che includerà probabilmente anche il POP II e anche questo lettore DVD:

http://www.avmagazine.it/news/sorge...er-sdi_488.html

Commento # 12 di: Emidio Frattaroli pubblicato il 22 Novembre 2006, 09:37
Sono molto curioso di vedere che tipo di decoder utilizza lo Studio Player SDI.

Sarebbe anche molto interesante considerare un lettore DVD alternativo e con prezzo molto più contenuto rispetto al modello Cinemateq con buon decoder MPEG2 e con modifica SDI (Pioneer, Panasonic, JVC etc.)

Emidio
Commento # 13 di: Marlenio pubblicato il 22 Novembre 2006, 09:43
Originariamente inviato da: Emidio Frattaroli
Il prezzo di listino al pubblico comunicato da Eurosell è di Euro 1.386,00 IVA inclusa.


Beh, se funziona bene potrebbe anche essere un prezzo interessante.
Rimango in attesa della tua prova: la tua idea di usare anche un player più economico è ottima.
« Pagina Precedente     Pagina Successiva »