Social Buttons AV Magazine su Facebook AV Magazine su Twitter AV Magazine RSS AV Magazine Newsletter

Cinemateq in vendita

di Emidio Frattaroli, pubblicata il 06 Marzo 2007, all 13:50 nel canale HT

“Cinemateq GMBH, il gruppo reso famoso dai prodotti ad elevata tecnologia dedicati al trattamento e distribuzione dei segnali video, in seguito ad alcuni problemi finanziari è in vendita”

Gräfelfing, 6 Marzo 2007. Il gruppo cinemateq GmbH & CO. KG, produttore di alcuni tra i più interessanti prodotti per l'elaborazione e distribuzione dei segnali audio e video, analogici e digitali, in seguito a problemi finanziari è in vendita.

Negli ultimi cinque anni, il piccolo team in seno alla cinemateq ha sfornato prodotti estremamente interessanti, ad iniziare dagli ottimi scaler e processori video della serie "Picture Optimizer" disponibili ormai in varie versioni, anche con scaling fino a 1080p.

Eurosell, l'attuale distributore dei prodotti cinemateq per il territorio italiano, non ha ancora rilasciato alcuna dichiarazione ufficiale e attende gli ulteriori sviluppi della vicenda che potrebbe concludersi felicemente con l'acquisto da parte di un gruppo sul cui nome c'è la massima discrezione.

Fonte: www.cinemateq.com  -  www.eurosell.it



Commenti (4)

Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - Info
Commento # 1 di: Brigno pubblicato il 06 Marzo 2007, 15:29
Ho appena fatto un'offerta di 5€ su E-bay..

a parte gli scherzi (di cattivo gusto) mi dispiace sempre quando una ditta ha problemi.


PS: rettifico nel caso la ditta si chiami Microsoft... NO (al massimo per le persone che ci lavorano) !!!
Commento # 2 di: fabio2678 pubblicato il 06 Marzo 2007, 16:35
Azzardo a dire che se non ci fosse stata la DVDO......
Commento # 3 di: stazzatleta pubblicato il 06 Marzo 2007, 16:46
per mio conto hanno avuto buone idee ma mal proposte sul mercato.

esempio: il player con sole uscite digitali video (SDI) e audio (Spdif), l'apoteosi per chi volesse utilizzare i vari processori esterni per trattare un segnale sorgente senza processamento alcuno, proposto però ad un cifra ben più alta della maggior parte di player universale di medio alto livello.

ancora: la generazione dei POP è stata ben implementata sino all'arrivo dei processori video a 10 bit. a quel punto hanno fatto uscire un discutibile upgrade per ingressi HDMI ma l'architettura interna non è stata cambiata, perdendo il passo coi vari CII VP30/50 e VHD
Commento # 4 di: pierino46 pubblicato il 06 Marzo 2007, 21:46
non si può

inventare l' audio ci aveva già pensato qualcuno...... !!!!!