Social Buttons AV Magazine su Facebook AV Magazine su Twitter AV Magazine RSS AV Magazine Newsletter

Blu-ray "universale" McIntosh MVP881BR

di Gian Luca Di Felice, pubblicata il 25 Agosto 2009, alle 10:57 nel canale HT

“Il famoso costruttore statunitense di prodotti High-End annuncia l'arrivo del suo primo lettore Blu-ray MVP881BR. Si tratta di una sorgente "universale" in grado anche di riprodurre SACD, DVD-Audio e Video e CD”

Dopo gli annunciati lettori Blu-ray "universali" di Oppo, Denon, Marantz e Lexicon, ecco che anche McIntosh si appresta a introdurre la propria sorgente HD "tutto fare". Si tratta del lettore Blu-ray MVP881BR che arriverā sul mercato a partire da novembre a un prezzo ancora top secret, ma che in considerazione del blasone del marchio non sarā di certo alla portata di tutti. Per chi non lo sapesse, ricordiamo che il marchio McIntosh č da qualche anno proprietā del gruppo nipponico D&M Holdings (Denon e Marantz) e sebbene i suoi prodotti siano ancora ingegnerizzati e prodotti negli Stati Uniti, possiamo ipotizzare con buona certezza che questo nuovo lettore sia una variante (magari ulteriormente affinata) del giā prestigioso Denon DVD-A1UD (listino italiano di 5.500 Euro).

Al momento i dettagli tecnici annunciati sono piuttosto scarni e sappiamo che il lettore č in grado di riprodurre i Blu-ray (con supporto ai profili BD-Live e Bonus View), i DVD Video, i DVD Audio, i SACD e i CD. Oltre al supporto bitstream delle tracce HD via HDMI, il McIntosh č anche completo di sezione di decodifica interna delle tracce Dolby TrueHD e DTS HD Master Audio con tanto di output analogici 7.1 e convertitori DA a 32bit/192kHz per ogni canale.

Di seguito le poche caratteristiche ufficiali rilasciate fino ad oggi:

- BD-Live Profile 2.0 support
- On-board audio decoders for DTS-HD Master Audio and Dolby TrueHD
- Multichannel analog outputs
- Custom linear power supply
- Fully balanced 2-channel audio design
- 32-bit/192kHz DACs
- 1080p/24 and 60 frame output
- Backlit, learning IR remote

Fonte: CEPro



Commenti (13)

Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - Info
Commento # 11 di: Microfast pubblicato il 29 Agosto 2009, 17:06
Originariamente inviato da: Alberto Pilot
Escludo quasi categoricamente che sia basato quindi su piattaforma Oppo e che sia solo una operazione di marketing, come ha invece effettuato un altro marchio blasonato.
Alberto


Diciamo due, visto che, seppur in modo meno evidente a Lexicon si e' aggiunta Cambridge ....

Saluti
Marco
Commento # 12 di: AlbertoPN pubblicato il 30 Agosto 2009, 14:10
Originariamente inviato da: Microfast
si e' aggiunta Cambridge ....


Quello non lo avevo visto ....
Commento # 13 di: OXO pubblicato il 30 Agosto 2009, 17:31
Come sempre, bello e impossibile...
« Pagina Precedente     Pagina Successiva »