Social Buttons AV Magazine su Facebook AV Magazine su Twitter AV Magazine RSS AV Magazine Newsletter

Warner supporta il CBHD cinese

di Gian Luca Di Felice, pubblicata il 03 Marzo 2009, all 12:37 nel canale SOFTWARE

“Il China Blue High-definition Disc, derivato dall'HD DVD di Toshiba e concorrente del Blu-ray per il mercato cinese, avrà il supporto della più importante major hollywoodiana. I primi titoli Warner CBHD sono attesi entro l'estate”

Non siamo di fronte a una nuova guerra di formati, quanto meno da noi, ma certo sorprende che Warner abbia confermato ufficialmente di voler supportare il formato concorrente del Blu-ray per il mercato cinese. Stiamo parlando del CBHD (vedi news), un supporto "Made in China", derivato dall'HD DVD di Toshiba e approvato dal DVD Forum.

Molti analisti sostenevano che sarebbe stata davvero difficile per il consorzio CBHD riuscire a confrontarsi con la cordata Blu-ray, anche perché Hollywood non sembrava assolutamente propensa a dare supporto al formato cinese. Invece ecco che Warner - l'artefice dell'affermazione del Blu-ray contro l'HD DVD di Toshiba - ha deciso di "tradire" il supporto promosso da Sony quanto meno per il mercato cinese.

Insomma, Warner diventa di nuovo ago della bilancia e questa sua strategia rischia di destabilizzare non poco il mercato dell'alta definizione cinese. La scelta è probabilmente dovuta all'estesa pirateria presente in Cina che obbliga i distributori di film ad applicare prezzi di vendita molto aggressivi per cercare di contrastare il fenomeno e Warner deve aver valutato che stampare i titoli in CBHD sia molto più conveniente rispetto al Blu-ray.

I primi titoli sono attesi solo ed esclusivamente in Cina a partire da metà anno, coinvolgeranno anche la consorella New Line e comprendono blockbuster come la saga di "Harry Potter", "Speed Racer", "Blood Diamond" e "La Bussola d'Oro" con prezzi che dovrebbero al massimo essere compresi tra i 10 e 15 dollari. Sono in arrivo anche i primi lettori con prezzi al pubblico di circa 250 dollari.

Fonte: ChinaDaily



Commenti (13)

Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - Info
Commento # 1 di: RobiX pubblicato il 03 Marzo 2009, 14:47
Avessero quei prezzi i blu-ray disc,andrebbero a ruba.
Commento # 2 di: jpjcssource pubblicato il 03 Marzo 2009, 14:51
Ne deduco che, piratare quanto i cinesi, è l'unico modo per costrintere le major a fare prezzi umani.
Massimo 15 euro per un BD sarebbe buono e giusto soprattutto ora che la licenza per usare tale tecnlogia è calata parecchio come prezzo.
Commento # 3 di: Dave76 pubblicato il 03 Marzo 2009, 15:06
Bisogna considerare anche lo stipendio medio di un cinese però...
Commento # 4 di: giamic pubblicato il 03 Marzo 2009, 15:26
Perché fanno i prezzi in base agli stipendi??
Io sapevo che sta roba nei paesi poveri era per ricchi, altrimenti se puoi tenere questi prezzi in cina significa che lo puoi fare anche nel resto del mondo!!
Commento # 5 di: jpjcssource pubblicato il 03 Marzo 2009, 15:26
Originariamente inviato da: Dave76
Bisogna considerare anche lo stipendio medio di un cinese però...


In tal caso 10 - 15 dollari sono già abbastanza e un europeo in compenso a 15 euro (che sono leggermente di più comprerebbe anche più supporti originali incoraggianto oltrettutto un passaggio più veloce da BD a DVD.
Commento # 6 di: Sergio65 pubblicato il 03 Marzo 2009, 15:27
A breve ci ritroveremo anche noi con dei stipendi cinesi chissa' se i cinesi avranno compassione di noi aprendo questo CBHD al mercato europeo?
Commento # 7 di: Duke Fleed pubblicato il 03 Marzo 2009, 15:28
prezzi che dovrebbero al massimo essere compresi tra i 10 e 15 dollari...capiamoci, vuol dire 8-12 euro per un film in alta definizione, cioè un buon 60% in meno di quello che paghiamo noi!!!
Son d'accordo che lo stipendio medio di un Cinese è ben più basso di quello di un Europeo, ma il punto non è questo...il punto è che se vendono a quelle cifre in Cina vuol dire che [U]comunque[/U] ci guadagnano sopra e che noi occidentali paghiamo i BD molto, ma molto di più di quello che dovremmo (noi Italiani in particolare, visti i prezzi assurdi nel nostro paese rispetto ad esempio al Regno Unito).
Commento # 8 di: luctul pubblicato il 03 Marzo 2009, 15:36
fosse solo per i bd....
Commento # 9 di: Dave76 pubblicato il 03 Marzo 2009, 15:37
Allora..facciamo chiarezza:

[I]Il China High Definition DVD (CH-DVD) è il nome provvisorio (diventato poi China Blue High-definition disc) dato a uno standard sviluppato da società cinesi e compatibile con lo standard HD-DVD. Il CH-DVD dal punto di vista del supporto utilizza tecnologie analoghe a quelle sviluppate per il dischi HD-DVD mentre dal lato dei codec include oltre ai codec MPEG-4 e Windows Media 9 il supporto del codec Audio Video Standard sviluppato da società cinesi e utilizzante brevetti detenuti quasi totalmente da società cinesi. I player CH-DVD sono in grado di riprodurre i dischi HD-DVD ma sono in grado di riprodurre anche i dischi codificati con il formato AVS, questo dovrebbe permettere alle società cinesi di risparmiare fino a 1 miliardo di dollari in royalty nei prossimi dieci anni.[/I]

Questo è ciò che riporta wikipedia (e probabilmente non è nemmeno molto aggiornato)...da qui probabilmente il costo piuttosto basso di hardware e software...inoltre:

CBHD's developers claim the format contains more copy protection features and is part of a big push by China to fight piracy as well as cut down on royalty payments for foreign patents.
Commento # 10 di: jpjcssource pubblicato il 03 Marzo 2009, 15:40
Siamo sempre al punto di prima, i prezzi delle royalties dei BD sono da furto legalizzato, fortuna almeno che hanno avuto il buonsenso di diminuirle ultimamente del 40%
« Pagina Precedente     Pagina Successiva »