Social Buttons AV Magazine su Facebook AV Magazine su Twitter AV Magazine RSS AV Magazine Newsletter

Warner punta sul Video On Demand

di sabatino pizzano, pubblicata il 05 Maggio 2008, all 20:23 nel canale SOFTWARE

“La major Hollywoodiana è fiduciosa sul successo del VOD e annuncia per gli Stati Uniti il rilascio di film in download in contemporanea con il rilascio della versione su DVD”

Il Video On Demand (VOD) si candida ad essere un duro avversario per il tradizionale videonoleggio. Dalla sua ha innumerevoli vantaggi, tra i quali la possibilità di noleggiare un film senza la necessità di dover uscire di casa. Warner, mediante il CEO Jeff Bewkes, si è dichiarata molto fiduciosa circa il successo del VOD che, tra le altre cose, potrà garantire alle major stesse margini maggiori rispetto agli attuali DVD.

Proprio per questo motivo, la stessa Warner ha deciso di investire maggiormente su questo settore, il tutto a discapito del tradizionale videonoleggio: "Stiamo usando la nostra posizione nel settore per permettere questa transizione", ha dichiarato Bewkes, annunciando poi l'immediato rilascio negli Stati Uniti di titoli in VOD in contemporanea con le rispettive uscite su DVD.

Fonte: AV Zombie



Commenti (27)

Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - Info
Commento # 1 di: OXO pubblicato il 05 Maggio 2008, 22:24
Mmhh...

A me 'sta storia non mi scompiffera troppo...
Commento # 2 di: pistu pubblicato il 05 Maggio 2008, 22:37
ma la vogliono capire che il noleggio è morto?Pagare 4/5 euro per un film che si vede una volta....a sto punto vado al cinema, o mi prendo il dvd.
Commento # 3 di: Sabatino Pizzano pubblicato il 05 Maggio 2008, 23:26
non so dove tu viva, ma io un film a noleggio lo pago 1,50 euro. Riguardo all'alternativa di andare al cinema non è tanto una questione di convenienza economica, perchè, se consideri una famiglia media di 4 persone, ci vogliono almeno quei 24 euro di soli biglietti per vedere un film. Aggiungici il parcheggio, la benzina, ecc...

Io sinceramente continuo a non capire tutto questo astio verso il VOD. Nessuno vi costringe a cambiare le vostre abitudini di acquistio. Il VOD è solo un'alternativa al classivo videonoleggio. Se vi piace acquistate, se preferite rivolgervi direttamente in videoteca, recatevi in videoteca. Ogni volta che si parla di VOD, o di Digital Download, partono gli isterismi generali... manco vi stessero rubando qualcosa.
Commento # 4 di: Highlander pubblicato il 06 Maggio 2008, 07:26
Originariamente inviato da: Sabatino Pizzano
.... Ogni volta che si parla di VOD, o di Digital Download, partono gli isterismi generali... manco vi stessero rubando qualcosa.

Sabatino .. il tuo discorso è Sacrosanto

Tuttavia ... conoscendo i Polli, certe scelte possono precostituire un alibi per penalizzare un tipo di supporto, caro all'acquisto, a favore di un successo del Digital Download, dai costi bassi ma dalla qualità infima o cmq non pari a quella di un supporto ....
In tutto questo, come consumatori, ci si andrebbe a perdere, dando l'alibi alle distribuzioni di dire .. Ma tanto si vendeva poco ...

Quello che dico è sempre più lampante per l'Audio dove oramai è costume scaricare immondizia da i-Tunes ..
Quanto ancora pensate che continueranno a stampare CD di questo passo ???
La sparizione dal mercato di un supporto fisico, attestato e collaudato è solo una perdita in fatto di qualità per il consumatore ...
Commento # 5 di: sevenday pubblicato il 06 Maggio 2008, 09:12
Concordo...ne abbiamo già parlato in altri post.

Ci fanno acquistare TV ed apparecchiature futuristiche praticamente per forza (sono anni che vendono solo 16/9 che ancora ad oggi servono a pochissimo!), e poi si torna a sorgenti di qualità scarsissima???

Invece di andare avanti si torna in dietro... File MP3 a 128 Kb/sec contro i 1440 di un semplice CD. Non voglio immaginare che file saranno i film... in DIVX?!?!? Inoltre chissà a che prezzi visto che un CD completo in MP3 costa 10 euro!!! Figuriamoci un film...
Commento # 6 di: Katanga pubblicato il 06 Maggio 2008, 09:34
Originariamente inviato da: Highlander
... conoscendo i Polli, certe scelte possono precostituire un alibi per penalizzare un tipo di supporto, caro all'acquisto, a favore di un successo del Digital Download, dai costi bassi ma dalla qualità infima o cmq non pari a quella di un supporto ....


Credo tu abbia centrato IN PIENO il discorso!
Commento # 7 di: Sabatino Pizzano pubblicato il 06 Maggio 2008, 10:16
capisco i vostri timori, ma credo che siate troppo catastrofici. Ma sono punti di vista.
Commento # 8 di: Highlander pubblicato il 06 Maggio 2008, 10:49
Oltretutto ... da un punto di vista Artistico è piuttosto denigrante ... e qui parlo da ex musicista compositore

Voi mettere l'orgoglio di riuscire a ottenere il Disco d'Oro o il Disco di Platino per le migliaia o milioni di copie Vendute, paragonandolo ad un futuro milioni di downloads ottenuti .... al pari di un Video qualsiasi di YouTube ???
Commento # 9 di: Drachetto pubblicato il 06 Maggio 2008, 10:59
Il discorso del non uscire da casa per vedere un film puo' valere in grandi paesi come l'america o altri, dove ci sono abitazioni veramente isolate in cui andare al cinema o noleggiare un film puo' diventare un problema.
In Italia questo discorso non attacca perchè penso che più o meno tutti abbiamo un videonoleggio a 5-10 minuti a piedi/auto da casa
Commento # 10 di: sevenday pubblicato il 06 Maggio 2008, 11:02
Sabatino però guarda la realtà che già si vive nel settore audio...
I file in dowload sono inferiori a quelli di un semplice CD (non tocchiamo i SACD e DVD-Audio), inoltre il prezzo è di 1 euro a canzone!

E' vero la comodità di acquistare 1-2 pezzi dell'album; ma intero viene 10 euro, non molto distante da un CD nuovo e soprattutto a qualità nettamente inferiore.

Chiaro che ci viene da pensare alla stessa fine per i film, eppure ora non ci sono già più HD Ready sopra i 40!!! Perchè i file in download avranno bisogno di TV Full HD?!?!? Non credo proprio e vedi discorso audio...
« Pagina Precedente     Pagina Successiva »