Social Buttons AV Magazine su Facebook AV Magazine su Twitter AV Magazine RSS AV Magazine Newsletter

TDK: addio ai Blu-ray dal 2014

di Gian Luca Di Felice, pubblicata il 02 Maggio 2013, alle 12:02 nel canale SOFTWARE

“Tra le prime a commercializzare in Europa supporti Blu-ray masterizzabili, la multinazionale nipponica sembra ora intenzionata ad abbandonare il settore e mettere in vendita le fabbriche di stampa dei supporti per poi focalizzare le proprie attività in altri settori più remunerativi”

Era il 2006 quando TDK annunciò all'IFA di Berlino l'arrivo in Europa dei suoi primi supporti Blu-ray masterizzabili doppio strato (BD-R/RE da 50GB). Da allora, la multinazionale nipponica ha continuato a sviluppare e produrre supporti BD-R e BD-RE sia a singolo che doppio strato (nonché BD-XL in alcuni mercati) ma, secondo quanto pubblicato dai colleghi giapponesi di AVWatch, la divisione verrà dismessa entro la fine dell'anno fiscale 2013 (a marzo 2014). Le fabbriche verranno vendute a terzi interessati al settore e la liquidità investita poi in attività considerate più proficue da parte di TDK: soprattutto componenti passivi, supporti magnetici e batterie ricaricabili.

Fonte: AVWatch



Commenti (21)

Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - Info
Commento # 1 di: g_andrini pubblicato il 02 Maggio 2013, 18:04
[editato]
Commento # 2 di: antani pubblicato il 02 Maggio 2013, 18:34
Originariamente inviato da: g_andrini;3861857
I BD registrabili hanno molti limiti tecnologici, come la durata limitata...

I BD hanno una durata nominale di 30-50 anni. Non mi sembra poco e non penso esistano molti supporti ottici o magnetici con una durata superiore.
Il costo dei BD50 è sceso parecchio, siamo intorno a € 2 a BD50, che li rende competitivi anche nei confronti degli hard disk.

A me i BD non sembrano male come opzione di archiviazione.
Commento # 3 di: Edoardo Ercoli pubblicato il 02 Maggio 2013, 22:06
Originariamente inviato da: g_andrini;3861857
I BD registrabili hanno molti limiti tecnologici, come la durata limitata..

Esistono supporti che durino di più nel tempo? Ad esempio i nastri magnetici tipo LTO, per i quali la durata indicata non tiene conto del numero di accessi possibili nel tempo, hanno una lunga durata nominale ma ad ogni accesso la vita si riduce perchè l'accesso è sequenziale e per trovare un punto bisogna scorrere il nastro.
Commento # 4 di: g_andrini pubblicato il 03 Maggio 2013, 02:36
[editato]
Commento # 5 di: antani pubblicato il 03 Maggio 2013, 08:22
Un buon bd-r arriva anche a 100 anni effettivi, alcuni cd-r o dvd-r arrivano, se va bene, a 3-5 anni.

La frase che ho appena scritto e' tanto vera quanto la tua, ed altrettanto impossibile da dimostrare.
Commento # 6 di: g_andrini pubblicato il 03 Maggio 2013, 08:39
[editato]
Commento # 7 di: Edoardo Ercoli pubblicato il 03 Maggio 2013, 09:19
Ma questa notizia è documentata? Io ho acquistato il masterizzatore blu-ray nel 2006, praticamente appena uscito, ed anche i primissimi blu-ray masterizzati dopo 7 anni sono perfettamente integri e leggibili. Mentre coi DVD Tradxata ad esempio alcuni dati masterizzati nel 2005/2006 li ho persi. Con i DVD verbatim però mai; in ogni caso avevo letto che col Blu-ray il problema della durata nel tempo fosse stato migliorato. Tu hai avuto esperienze personali di perdite di dati su Blu-ray o hai letto qualcosa in giro?
Commento # 8 di: antani pubblicato il 03 Maggio 2013, 09:46
Io uso bd-r ormai da diversi anni. Finora nessuna perdita di dati. Cioè non è che tutti i bd-r che ho comprato siano perfetti, in particolare all'inizio era facile trovarne di qualità indecente, però esattamente la stessa cose mi successe con i dvd-r e prima ancora con cd-r. Mi sembra ieri (ed invece sono passati un sacco di anni) che bruciavo un cd su 3 in masterizzazione.
Qualunque tecnologia produttiva richiede del tempo per essere messa a punto, e questo vale sia per i masterizzatori che per i supporti.
Commento # 9 di: djfix13 pubblicato il 03 Maggio 2013, 09:52
durata dei bluray e come tutti i dischi circa 10 anni, se di bassa qualità non superano i 3-5 anni, i famosi CD Gold ancora integri dal 1998.
ricordarsi di fare un back up generale delle iso ogni 10 anni è la regola; poi ora che ci sono i BD si accorpa tutto in pochi supporti.

tornando OT i supporti migliori non sono tanto i TDK che hanno un prezzo abbastanza alto. io prendo da un po' di mesi i mediarange a 0,80 euro l'uno (attualmente non trovo necessario usare i 50GB e nemmeno quelli superiori anche se li supporto fino a 128GB)
Commento # 10 di: g_andrini pubblicato il 03 Maggio 2013, 11:37
[editato]
« Pagina Precedente     Pagina Successiva »