Social Buttons AV Magazine su Facebook AV Magazine su Twitter AV Magazine RSS AV Magazine Newsletter

Sony lancia il CD "Blu"

di sabatino pizzano, pubblicata il 05 Novembre 2008, all 15:39 nel canale SOFTWARE

“Atteso per il prossimo 24 dicembre l'esordio sul mercato giapponese del Blu-spec CD, il nuovo formato CD pensato da Sony per sostituire il "vecchio" CD e nato dall'esperienza maturata in ambito Blu-ray Disc”

Con il SACD che in effetti non ha mai preso veramente piede in quanto a diffusione di massa, e con il Blu-ray Disc che cerca in tutti i modi di farsi strada, Sony prova ad imporre un nuovo standard anche per quanto riguarda i CD-Audio: il Blu-spec CD.

Come ci suggerisce il nome, trattasi di un nuovo supporto che condivide per grandi linee la tecnologia di produzione dei Blu-ray Disc ma che, secondo quanto sostenuto dallo stesso produttore giapponese, sarebbe compatibile in lettura anche con gli attuali lettori CD a laser rosso e conforme alle medesime specifiche CDDA/Red Book del CD-Audio.

Sony garantisce che questo nuovo CD "Blu" potrà fare affidamento su qualità sonore superiori rispetto agli attuali CD grazie all'utilizzo di materiali polimerici in policarbonato e la tecnologia con laser blu che farebbe venire meno il problema del jitter. Nulla si sa ancora circa la tipologia di campionatura delle tracce audio contenute. Per questo motivo si pensa che tale nuovo formato possa avere tutte le carte in regola per sostituire (finalmente), dopo tanti anni di servizio, il vecchio e consolidato CD, anche se tutt'ora non ci è ancora chiaro quale sarà la strategia commerciale di Sony in merito al posizionamento sul mercato di questo Blu-spec CD: nello specifico, non sappiamo ancora dirvi se nei piani del produttore giapponese questo nuovo formato affiancherà il CD (ed il SACD), oppure andrà a sostituire completamente proprio il CD.

Ben 60 titoli sono attesi per il prossimo 24 dicembre in Giappone, tra i quali segnaliamo "Kind of the Blue" di Miles Davis. I prezzi spazieranno dai 25 ai 42 dollari per singolo disco (alla faccia dell'abbassiamo i prezzi per combattere la pirateria! n.d.r.).

Per ulteriori informazioni: comunicato stampa in giapponese

Fonte: Impress



Commenti (89)

Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - Info
Commento # 1 di: TheRaptus pubblicato il 05 Novembre 2008, 15:48
La correzione del jitter mi sembra ben poca cosa per imporre uno standard. Mi autocensuro vagonate di critiche imponendomi di aspettare qualche informazione in più sulle frequenze di campionamento: in fondo ho ancora a acasa un dvd audio e mi emozionavo davanti ad un SACD.

Aspetterò di vedere anche i nuovi drm e la risposta al crack del BD+
Commento # 2 di: davidthegray pubblicato il 05 Novembre 2008, 17:20
Messa così dà l'impressione che la vittoria nella battaglia sul blu-ray a questi abbia dato la testa. Purtroppo il caso blu-ray ha dimostrato che la potenza commerciale di Sony (dovuta al possesso dei diritti sul software) è immensa. Se fanno questa mossa, credo poco ad un discorso di qualità (per quello c'è il SACD). Credo molto più alla questione DRM. A meno che venga poi fuori qualcosa di davvero innovativo, al di là del jitter che non mi risulta essere mai stato 'sto gran problema nemmeno sui CD.
Commento # 3 di: Onslaught pubblicato il 05 Novembre 2008, 17:28
Umh, in tempi in cui ormai il dock per ipod viene inserito anche in impianti di fascia alta, non vedo molto futuro per un nuovo supporto ottico per l'audio, specialmente se i prezzi saranno quelli annunciati.
Commento # 4 di: zLaTaN_85 pubblicato il 05 Novembre 2008, 17:36
prezzi assurdi e cmq un prodotto con un mercato oggi molto di nicchia visto che gli mp3 la fanno da padrone sulla massa
Commento # 5 di: Sabatino Pizzano pubblicato il 05 Novembre 2008, 17:43
mercato di mp3? Cioè, c'è più gente che compra MP3 piuttosto che CD? Spero che tu non ti riferissi al download illegale, perchè quello non si può definire un mercato.
Commento # 6 di: PandaR1 pubblicato il 05 Novembre 2008, 18:09
Proprio quello che mancava, un nuovo formato...

Ma usare i blue ray anche per l'audio no ?
Commento # 7 di: alfiere pubblicato il 05 Novembre 2008, 18:35
...bisognerebbe solo chiarire cosa vuol dire ''compatibile'' : anche i sacd ibridi sono compatibili con tutti i lettori cd ,peró si abbassa il livello a quello di un miserabile cd ;in questo caso gli attuali lettori sartanno idonei a leggerlo semplicemente , o a sfruttarne tutte le potenzialitá (nei limiti del lettore ovviamente)??

Se é vera la seconda e se é anche solo al livello dei sacd per me la cosa é rivoluzionaria : pensate anche solo quanti lettori solo cd anche di pregio scartiamo dalle nostre scelte (NAD, Arcam,Primare,Rotel...) perche non compatibili con sacd....
Commento # 8 di: sasadf pubblicato il 05 Novembre 2008, 18:39
TUtto interessante, se non fosse per i prezzi!!

Visti i prezzi, questo formato, NON HA FUTURO!

walk on
sasadf
Commento # 9 di: Sabatino Pizzano pubblicato il 05 Novembre 2008, 18:39
in tal caso sarebbe anche un problema di convertitore
Commento # 10 di: paolodt pubblicato il 05 Novembre 2008, 18:57
Un nuovo supporto fisico, oltretutto così costoso, non è certo ciò di cui ha bisogno l'industria discografica, e perciò non sarà mai supportato.
« Pagina Precedente     Pagina Successiva »