Social Buttons AV Magazine su Facebook AV Magazine su Twitter AV Magazine RSS AV Magazine Newsletter

Nuovo disco ottico in vista per Sony?

di Gian Luca Di Felice, pubblicata il 26 Luglio 2010, all 09:23 nel canale SOFTWARE

“Sony ha annunciato la messa a punto di un laser di nuova generazione dotato di una potenza di 100W. La stessa azienda nipponica dichiara che il nuovo laser porterà alla nascita di un nuovo supporto ottico. Sarà il successore del Blu-ray?”

In un comunicato stampa congiunto, Sony Corporation e l'Università di Tohoku annunciano la messa a punto di un laser blu/viola di nuova generazione 100 volte più potente del laser di attuale generazione. Dotato di una lunghezza d'onda di 405nm, il nuovo laser genera impulsi ottici molto più veloci (nell'ordine dei 3 picosecondi), con una potenza di 100W e una frequenza di 1GHz. Sony avrebbe già utilizzato con successo questo laser in un supporto ottico di nuova generazione dotato di "celle" di 300nm (contro i 580nm degli attuali Blu-ray) che dovrebbe consentire di aumentare significativamente le capacità di archiviazione.

Se pensiamo che con l'attuale architettura Blu-ray, gli ingegneri hanno già raggiunto con successo i 128GB dei nuovi supporti multi-strato BDXL (vedi news), grazie a questo nuovo laser il nuovo supporto potrebbe raggiungere i Terabyte di archiviazione? Lo scopriremo nei prossimi mesi...

Per maggiori informazioni: comunicato stampa (in inglese)

Fonte: Sony Corporation



Commenti (10)

Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - Info
Commento # 1 di: alpy pubblicato il 26 Luglio 2010, 09:41
Beh, insomma, bisogna prepararsi per il 4K no?
Commento # 2 di: Dave76 pubblicato il 26 Luglio 2010, 09:45
Alla faccia di chi diceva che i supporti ottici moriranno con il BD...
Commento # 3 di: TheRaptus pubblicato il 26 Luglio 2010, 10:16
beh, parevaanche che l'ossido di titanio facesse meraviglie a costi inferiori. Il problema vero è che i BR in commercio leggono solo i 2 strati, i masterizzatori costano uno sproposito ed il formato non decvolla come dovrebbe. Ed a me i 25 GB stanno già stretti!
Commento # 4 di: sasadf pubblicato il 26 Luglio 2010, 18:48
La direzione maestra ha preso altra via....

walk on
sasadf

p.s.:e per me, fanatico collezionista, è un peccato :S
Commento # 5 di: fabry20023 pubblicato il 26 Luglio 2010, 22:19
Gli standard si chiamano così proprio per renderli accessibili a tutti.
Va benissimo l'evoluzione tecnologica,ma già si fatica a far comprendere alla maggior parte delle persone che i Blu ray sono meglio dei DVD che se si continua così imponendo nuove soluzioni standard ogni due o tre anni non sò dove andremo a finire....
E' un copione già visto:
Con il lancio di un nuovo sistema i prezzi sono sempre altissimi,qualcuno appassionato di novità si sacrifica svenandosi in nuovi acquisti , poi dopo qualche tempo vedrà il suo investimento perdere rapidamente valore dato che con l'abbattimento dei costi troverà sul mercato prodotti 10 volte più economici del suo... a questo punto quelli che hanno aspettato prezzi migliori si buttano anch'essi sul(quasi nuovo) standard ...ma ecco che qualche multinazionale dell'elettronica lancia un nuovo sistema più performante,sempre a prezzi iperbolici per i super appassionati....Ed eccoci di nuovo a rifare la cineteca,ed a buttare nel cesso tutto quello che si è faticosamente collezionato ,per un nuovo standard
Ragazzi ...Che palle.....
Commento # 6 di: LexTalionis pubblicato il 26 Luglio 2010, 23:10
Originariamente inviato da: fabry20023
Ed eccoci di nuovo a rifare la cineteca,ed a buttare nel cesso tutto quello che si è faticosamente collezionato ,per un nuovo standard

Fermo restando che condivido buona parte del tuo intervento, non credo che a un nuovo formato corrisponderà necessariamente l'esigenza di buttare i blu ray, che offrono già una qualità discreta a fronte di un costo relativamente contenuto (o comunque ragionevolmente destinato ad abbassarsi). Probabilmente sarà così per i feticisti della novità dotati di budget sostanzioso, ma almeno per quanto mi riguarda farò l'upgrade solo per i titoli in cui il salto di qualità rispetto al supporto precedente sarà davvero notevole e tale da giustificare l'acquisto, come mi è già successo per il passaggio DVD-BD.

E' anche verosimile ritenere che prima o poi si raggiungerà un limite oltre il quale le differenze in termini di qualità dell'immagine saranno sempre meno percepibili (l'occhio umano ha pur sempre dei limiti), non è detto che questa corsa al super-HD sia destinata a durare in eterno. Il consumatore medio diventerà sempre più esigente e le case produttrici dovranno inventarsi qualcosa di radicalmente nuovo per imporre ogni nuovo salto generazionale.
Commento # 7 di: salv.scarfone pubblicato il 27 Luglio 2010, 10:35
La cosa a cui non avete pensato

a prescindere dal fatto se avrà successo o no,queste notizie hanno sin da subito un enorme vantaggio per sony,ovvero l'aumento del valore delle loro azioni in Borsa...che non è poco...
Commento # 8 di: Lufex pubblicato il 30 Agosto 2010, 21:01
Toshiba non sta ha guardare, infatti vuole sfidare di nuovo Sony con un nuovo supporto digitale SDHD super dvd alta definizione da 250GB.
Commento # 9 di: zabaleta pubblicato il 30 Agosto 2010, 21:38
l'utilità poi...
Commento # 10 di: vincent89 pubblicato il 30 Agosto 2010, 23:20
Quoto I 50gb bastano e avanzano per il 99% dei film.
Così come il 2k. A meno che non si voglia guardare un film con il display sulle ginocchia il 4k ha un'utilità (anzi oserei dire che sia ormai essenziale) in ambito pro.