Social Buttons AV Magazine su Facebook AV Magazine su Twitter AV Magazine RSS AV Magazine Newsletter

Nuovi accordi per YouTube Movie

di Gian Luca Di Felice, pubblicata il 11 Maggio 2011, all 10:23 nel canale SOFTWARE

“Google annuncia di aver raggiunto un importante accordo con alcune major statunitensi che consentirà di aumentare di 3.000 titoli il catalogo di Youtube Movie. Gli utenti americani possono ora scegliere in VOD tra circa 6.000 film”

Google ha in testa un duplice obiettivo: da una parte contrastare la leadership di Netflix per quanto riguarda la vendita di film in streaming VOD e dall'altra attirare gli inserzionisti pubblicitari su YouTube, tradizionalmente poco allettati dai video amatoriali e molto più dai contenuti professionali (vedi appunto film e serie TV) in modo tale da porsi come alternativa alle inserzioni sui canali TV tradizionali. Negli Stati Uniti Google ha già introdotto il servizio YouTube Movie, che consente di acquistare in streaming VOD film di catalogo a 2,99 dollari e novità a 3,99 dollari. 

Il servizio propone al momento circa 3.000 titoli, ma grazie al nuovo accordo siglato con le major Universal, Warner, Sony Pictures e Lionsgate, il parco film sarà presto raddoppiato e proporrà grandi classici come "Scarface", "Taxi Driver" o "Quei Bravi Ragazzi", ma anche novità del calibro di "Il Discorso del Re" o "Inception". Parallelamente il presidente di YouTube Salar Kamangar ha dichiarato che "Google continuerà a stringere accordi in tutto il mondo e a stimolare il successo di cineasti in erba, artisti e imprenditori, per assicurare che il sito resti il posto migliore per vedere vecchi talenti e scoprirne di nuovi."

Al momento il servizio è disponibile esclusivamente per gli utenti statunitensi e la società non ha ancora annunciato sviluppi per quanto riguarda il resto del mondo, ma sappiamo che Google è al lavoro per finalizzare accordi con i più importanti distributori europei in vista del lancio della nuova versione 2.0 di Google TV nel vecchio continente (di cui YouTube sarà un servizio cardine e che potrà contare tra i partner hardware anche sull'adesione di Samsung).

Fonte: Google



Commenti (1)

Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - Info
Commento # 1 di: doc1980 pubblicato il 13 Maggio 2011, 12:36
siamo ancora alle fasi iniziali ma questa sarà la tv del futuro. google in particolare ha i numeri (dollari) per sbaragliare le pay-tv satellitari o del digitale terrestre. i problemi saranno altri. tipo l'acquisto dei diritti tv per gli eventi sportivi o di altro genere in diretta. prendendo come esempio proprio l'Italia, a bloccare l'avvento delle internet-tv saranno la scarsa diffusione di una banda larga adeguata e soprattutto la guerra politico/commerciale che dovrà affrontare (ad es. se Google vuole acquistare i diritti della serie A) nei confronti di un sistema non proprio all'insegna del libero mercato come il nostro. non voglio assolutamente aprire dibattiti politici (anche perchè non me ne frega niente)ma è un dato di fatto che, ad oggi, chi è al governo è praticamente anche proprietario di uno dei 2 servizi pay-tv.. giusto per citare l'esempio più evidente...