Social Buttons AV Magazine su Facebook AV Magazine su Twitter AV Magazine RSS AV Magazine Newsletter

Netflix prepara lo sbarco in Europa

di Gian Luca Di Felice, pubblicata il 04 Aprile 2011, all 15:17 nel canale SOFTWARE

“Il servizio di Video on Demand, leader della distribuzione digitale di film negli Stati Uniti, annuncia finalmente l'arrivo anche in Europa. Non c'è ancora una data, ma lo sbarco è previsto a breve visto che i responsabili ritengono questo passo strategico”

Per chi non lo sapesse, Netflix è una piattaforma di "digital delivery" leader nella distribuzione online di film, serie TV e documentari negli Stati Uniti. Netflix è fruibile da PC, ma soprattutto da un gran numero di dispositivi multimediali come webTV, lettori Blu-ray, console di videogiochi, Media Player, smartphone e tablet PC. In occasione del CES 2011 di Las Vegas, i vertici dell'azienda avevano parlato di un programma di espansione internazionale e ora sembra che manchi davvero poco alla prima tappa di questo sviluppo, che vedrà l'Europa coinvolta in primis.

I responsabili di Netflix auspicano un'espansione rapida, considerando questo passaggio ormai assolutamente strategico per il proprio business. Non vi è ancora una data ufficiale, ma è invece già ufficiale la ricerca da parte della divisione risorse umane del gruppo di personale di lingua madre inglese, olandese, francese, tedesco, italiano, giapponese, coreano, portoghese e spagnolo. Dovremmo quindi poter fruire presto di Netflix anche sui nostri dispositivi.

Fonte: Engadget



Commenti (17)

Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - Info
Commento # 1 di: rpr.win pubblicato il 04 Aprile 2011, 17:47
Dipenderà dal prezzo dei contenuti, dalla localizzazione, dalla qualità audio/video, dalle ADSL lente e filtrate.
In Italia, ed in Europa in generale, la vedo dura.....
Commento # 2 di: robertocastorina pubblicato il 04 Aprile 2011, 22:45
Una cosa è certa, per quanto mi riguarda può tranquillamente fallire indipendentemente dal costo, qualità visiva, ecc... Nulla di tutto ciò potrà allontanarmi dal supporto ottico.
Commento # 3 di: GIANGI67 pubblicato il 04 Aprile 2011, 23:48
Anche io non mi stacchero' mai dal supporto ottico.
E poi in Italia oramai scaricano tutto,figurati se c'e' gente che paga per vedere film...
Commento # 4 di: florosco pubblicato il 05 Aprile 2011, 07:52
Ma tu scrivi questo come se fosse solo in Italia...
Ti ricordo che i siti più importanti per scaricare film pirati sono americani.
Commento # 5 di: stealth82 pubblicato il 05 Aprile 2011, 10:34
Ma magari!!!

Sono mesi che cerco un modo per abbonarmi a Netflix US. Sfortunatamente l'unica possibilità era aprire un conto US e farsi dare una carta di credito.

Il problema è che alla fine, come credo finirà, il catalogo sarà localizzato - quindi poca scelta - e cmq non mi permetteranno di attingere a quello US. That's a shame!
Commento # 6 di: Malarkey pubblicato il 05 Aprile 2011, 11:32
Un servizio che ti mostra in streaming film e serie TV senza pubblicità e in HD, sarebbe di ENORME contrasto a Sky e Premium vari...

Tuttavia spero che arrivi, mi sono rotto le palle della pubblicità !!
Commento # 7 di: stealth82 pubblicato il 05 Aprile 2011, 11:59
Considerando poi che è vero on-demand per 7.99$ - vedendo a sbafo - è una ladrata. Cioè, siamo noi i ladri. Anche se sembra che il flusso dei contenuti US sta rallentando ultimamente. Speriamo tengano duro
Commento # 8 di: lornova pubblicato il 05 Aprile 2011, 20:13
Trovo incredibili certi commenti! Con un prezzo ridicolo si ha una videoteca sconfinata sempre disponibile ovunque ci sia una connessione internet. Quando sono arrivato negli USA 3 mesi fa l'abbonamento a Netflix è stata la prima cosa che ho fatto quando ho acceso il computer. Ed è da allora che torrent non so più cosa sia...
Poi con 2 $ in più avete anche videonoleggi ottici illimitati... ma che volete di più? Bah...
Commento # 9 di: lornova pubblicato il 05 Aprile 2011, 20:15
Originariamente inviato da: stealth82
Ma magari!!!

Sono mesi che cerco un modo per abbonarmi a Netflix US. Sfortunatamente l'unica possibilità era aprire un conto US e farsi dare una carta di credito.

Il problema è che alla fine, come credo finirà, il catalogo sarà localizzato - quindi poca scelta - e cmq non mi permetteranno di attingere a quello US. That's a shame!


Mi spiace ma non si può. Puoi anche abbonarti, ma poi non lo puoi usare perché l'instant view filtra gli IP non americani. Io sono negli USA e sono abbonato pagando con la CartaSì senza problemi. Ma quando sono rientrato due settimane in Italia, mi è proprio mancato (e infatti mi sono attaccato a torrent...)
Commento # 10 di: stealth82 pubblicato il 06 Aprile 2011, 10:14
Le cose sono impossibili fino a quando si scopre non lo sono.

Vi sono due modi per aggirare i geochecks. DNS ad hoc o VPN.
Preferisco la VPN perché non solo per il caso specifico, quello di aggirare i blocchi geografici, mi crittografa automaticamente il traffico ed aggira altre imposizioni di web filtering a secondo della network in cui sono, lo posso usare sul telefono - iPhone - in luoghi pubblici e privati e sono protetto da potenziali attività di sniffing indesiderate. Chiaramente ho sottoscritto una VPN a pagamento, 12€/trimestre con server localizzati US (hideipvpn.com) ma esistono soluzioni gratuite come hotspotshield o cmq se sei fortunato e segui febbrilmente hideipvpn.com - ad es. - danno in give away un certo numero di account mensilmente.

Chiaramente il tutto funziona regolamente perché Hulu.com, che è gratuito, lo guardo tranquillamente.

L'altra soluzione è cmq pagare per un servizio di DNS che aggira i geochecks ed inganna quei servizi che ne fanno uso trasferendo la risoluzione della posizione geografica negli US. Unblock US è uno di questi servizi. Chiaramente il costo è più o meno simile ma potrebbe essere anche più appetibile scegliere quest'ultimo servizio invece della VPN se non si hanno altri usi per la VPN:

[INDENT]Essendo un DNS il servizio può essere tranquillament piazzato a monte, dove risiede il router e automaticamente abilitare tutti i devices della home network ad aggirare i blocchi senza configurazioni specifiche né tanto meno tagliando fuori quei devices che non permetterebbero configurazioni come la VPN.

Secondo, essendo semplicemente dei DNS, l'internet speed non viene affetta da un'eventuale crittografazione del traffico e conseguente reindirizzamento di tutto il traffico, sia che sia geocheck aware o no, attraverso server US. Il che significherebbe che la velocità della tua ADSL non sarebbe quindi la massima possibile per lo streaming. Invece in tal modo hai il massimo della banda ed il tuo traffico viene direttamente indirizzato alla tua posizione[/INDENT]

Io ho cmq preferito la VPN perché uso OpenDNS Deluxe come DNS service e mi perderei automaticamente le features per cui pago OpenDNS.
« Pagina Precedente     Pagina Successiva »