Social Buttons AV Magazine su Facebook AV Magazine su Twitter AV Magazine RSS AV Magazine Newsletter

Mazzetta dietro la decisione di Paramount?

di Gian Luca Di Felice, pubblicata il 23 Agosto 2007, all 10:59 nel canale SOFTWARE

“Dietro la scelta di pubblicare in esclusiva titoli HD DVD da parte di Paramount ci sarebbero 150 milioni di dollari versati dall'HD DVD Group per convincere la major ”

Se questa indiscrezione fosse stata semplicemente pubblicata online, ci avrei forse creduto, ma non l'avrei riportata, ma se a parlarne è niente po pò di meno che il New York Times allora diventa difficile dubitare sulla fondatezza della notizia. Secondo quanto riportato dal prestigioso quotidiano, l'HD DVD Group avrebbe versato la modica cifra di 150 milioni di dollari per convincere Paramount ad annunciare la scelta esclusiva nei confronti dell'HD DVD, rinunciando quindi a pubblicare i nuovi titoli HD anche nel formato concorrente Blu-ray.

Oltre a questa cospicua somma, Paramount avrebbe anche ricevuto delle garanzie per quanto riguarda una serie di operazioni promozionali atte a favorire la crescita del supporto e la vendita dei dischi. Microsoft (tra i fondatori dell'HD DVD Group), dal canto suo, ha subito smentito la notizia, ma al momento non sono ancora partire querele o denuncie, quindi rimane difficile non immaginare che le cose siano effettivamente andate come riportato dai colleghi del New York Times.

Insomma, il confronto tra i due formati si fa sempre più agguerrito e circola, inoltre, una voce che vorrebbe Microsoft favorevole ad una guerra di standard (in grado quindi di generare confusione nel consumatore) per assicurarsi un successo dei propri servizi di Video on Demand online.

Fonte: NYT



Commenti (36)

Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - Info
Commento # 1 di: 55AMG pubblicato il 23 Agosto 2007, 11:11
In guerra ogni arma è lecita. Poi chissà quante altre volte anche la concorrenza ha magari, forse, presumibilmente fatto altrettanto
Commento # 2 di: Marlenio pubblicato il 23 Agosto 2007, 11:13
Beh, ma si sapeva già da qualche giorno, e non ci vedrei nulla di male.

Riguardo poi al discorso di MS che vorrebbe spingere la guerra di formati per favorire il suo servizio di video on demand, mi sembra una notizia veramente assurda, se il servizio è inteso come mezzo per scaricare film HD da Internet.
Commento # 3 di: pyoung pubblicato il 23 Agosto 2007, 11:43
La notizia dei 150 milioni ormai sembra certa, ma io non la vedrei come mazzetta, è come la Sony che fa sconti sull'authoring e la stampa dei BluRay a chi decide di supportare i BluRay (senza poi considerare che non sappiamo se le elargizioni economiche che ha avuto la Paramount siano avvenute anche con le altre case in esclusiva, ovvero Disney e Fox per i BD e Universal per HdDvd come da mesi si vocifera).
Che avvengano ste manovre dietro le quinte mi fa cadere le palle, lo trovo disastroso per la migrazione di nuovi acquirenti qualunque contendente le faccia, ma comunque non le vedo come corruzione e/o mazzette
Commento # 4 di: Bonfire pubblicato il 23 Agosto 2007, 11:52
Bé se tanto mi da tanto basterebbe solo che il consorzio blu-ray pagasse la Paramount un pò di più per ottenere lo stesso risultato? Ih, ih, ih!
Commento # 5 di: Duke Fleed pubblicato il 23 Agosto 2007, 11:57
A parte che, come già detto, si sapeva da giorni (ma la notizia non era già ufficiale? E l'intervista ad Alan Bell dove la mettiamo? ), ma non capisco perché definirla mazzetta...il consorzio HD-DVD ha pagato la Paramount per avere un'esclusiva, francamente mi sembra tutto normalissimo, un'operazione di mercato semplice e lineare, per quanto costosa.

Riguardo MS e i suoi video on demand, se li possono anche tenere, sono solo un metodo per spremere soldi dagli utenti investendo il meno possibile, ci vogliono far pagare soldoni per non avere niente in mano...voglio il mio bel supporto fisico, con tanto di custodia e copertina, da pagare una volta sola e da vedermi quante volte voglio!!!
Commento # 6 di: Deckard pubblicato il 23 Agosto 2007, 12:08
beh pagare per un'esclusiva è cmq una ricerca di monopolio quindi opinabile , perchè in queste scelte ed in questo momento chi ne paga le conseguenze sono i consumatori
Commento # 7 di: Billy pubblicato il 23 Agosto 2007, 12:25
Sinceramente non ci trovo nulla di scandaloso.
La Paramount non fa certo beneficenza.
Commento # 8 di: FrancescoP pubblicato il 23 Agosto 2007, 12:29
Non mi sembra ci sia nulla di nuovo, se uno segue la format war è sempre stato così. Indiscrezioni all'epoca rivelarono che Blu-ray aveva pagato 50 milioni di dollari per l'esclusiva Disney e 20 milioni di dollari per l'esclusiva FOX. Altre indiscrezioni rivelarono che Toshiba aveva pagato 50 milioni di dollari per l'esclusiva Universal. Ed il CEO di Lionsgate in persona si lasciò sfuggire una volta rispondendo ad un intervistatore che gli chiedeva se avrebbero fatto uscire i film addirittura prima che i lettori Blu-Ray uscissero sul mercato: Perchè no, tanto veniamo pagati comunque.

Ciò nonostante queste case non accettano questi accordi alla cieca, lo fanno solo se coincidono con la loro strategia a lungo termine. Fox è interessata a BD+, Disney subisce la pressione da Apple a non cedere ad un formato controllato da Microsoft, e così via. Allo stesso modo Paramount se ha preso questa decisione è perchè evidentemente ritiene che per la sua strategia a lungo termine HD DVD convenga, in quanto è ormai chiaro che il miglioramento qualitativo dell'immagine non basta a convincere l'uomo della strada, l'HD deve offrire anche l'interattività per distinguersi dal DVD. Value not Quality insegnano nei corsi di economia quando parlano di cosa i consumatori cercano.
Commento # 9 di: Marlenio pubblicato il 23 Agosto 2007, 12:29
Originariamente inviato da: Duke Fleed
Riguardo MS e i suoi video on demand, se li possono anche tenere


Sottoscrivo, e aggiungo un motivo a quanto da te espresso: ma MS pensa che tutti gli utenti abbiano in casa connessioni internet Giga?
Commento # 10 di: MiKeLezZ pubblicato il 23 Agosto 2007, 12:36
Io non penso sia una scelta intelligente usare quel termine nel titolo.

Il dizionaro De Mauro da questa definizione:

1maz|zét|ta
s.f.
3a CO somma versata o incassata per ottenere o concedere illegalmente particolari favori o privilegi: un giro di mazzette
3b CO somma che le organizzazioni mafiose impongono ai privati in cambio di protezione
3c CO somma che lo sfruttatore riceve da una prostituta come compenso della sua protezione

Per cui sareste addirittura perseguibili, o perchè implicitamente dite che sia illegale, o perchè state dando dei mafiosi, o perchè ritenete che una azienda sia sottomessa...

Senza contare le opinioni espresse senza alcun riguardo!
- Evidentemente, se Paramount ha accettato, è perchè non costretta, e pensa di guadagnarci.
- Microsoft si è definita come del tutto estranea alla vicenda:
http://www.dailytech.com/NYT+Confir...article8554.htm
Non ha senso ipotizzare il contrario.
- Inoltre sono errate anche le informazioni sul termine dell'accordo, i 150M non sono cash, ma il valore totale dell'accordo, che oltre a cash comprende, appunto, garanzie di vendita e rientri monetari da eventi collaterali.
- Non è stato detto che sono esclusi dall'accordo i film girati da Steven Spielberg, e che comunque è soggetto a scadere (probabilmente ci sono anche clausole che parlano di vendite minime di supporti, in modo da dare garanzie a Paramount).

Gli accordi commerciali come questi sono assolutamente all'ordine del giorno, sia per quanto riguarda le esclusive di videogame per console, sia per quanto riguarda la musica (le Major trattano i propri artisti come proprietà, sia anche per l'organizzazione di eventi in piazza, che spesso vanno semplicemente dove sono meglio accolti (trad: cash e servizi).
E' assolutamente certo che anche il consorzio Blu-Ray si sia premunito di fare il suo giro, vedi ad esempio i titoli disponibili gratis con l'acquisto di PS3 e tutte le Major che, al contrario, hanno espresso pareri più favorevoli verso questo supporto.

D'altronde, non è che Blu-Ray sia meglio del HD-DVD, è solo l'ennesimo formato proprietario creato da Sony per non pagare licenze e guadagnare sulla vendita delle proprie, percui è giusto che, se vuole il monopolio, se lo sudi adeguatamente, oppure perisca nel raggiungerlo.

Ciao.
« Pagina Precedente     Pagina Successiva »