Social Buttons AV Magazine su Facebook AV Magazine su Twitter AV Magazine RSS AV Magazine Newsletter

Il Video on Demand esploderà nel 2012

di sabatino pizzano, pubblicata il 04 Marzo 2008, all 09:48 nel canale SOFTWARE

“Criticato da pochi, ed osannato da molti, il Video On Demand vedrà la propria consacrazione come "standard" a partire dal 2012. A sostenerlo è Informa Telecoms & Media ”

Il download di materiale filmico dalla rete è un fenomeno diffuso ormai da qualche tempo a questa parte. Esso è affermato in modo particolare in ambito pirateria, dove copie compresse di film sono spesso disponibili, mediante i vari software di file sharing oggigiorno esistenti, anche pochi giorni dopo la distribuzione degli stessi film nelle sale cinematografiche.

Pochi giorni fa vi avevamo annunciato la collaborazione tra Microsoft e Paramount finalizzata alla distribuzione di materiale cinematografico mediante la piattaforma Xbox live predisposta dal colosso di Redmond per la propria console. Questa rappresenta una applicazione di VOD (Video On Demand), che va a sfidare quanto già lanciato da diverso tempo dall'altro colosso del settore, Apple. 

Sebbene i problemi in termini di infrastrutture frenino un pò il VOD, esso sta guadagnando , nonostante ciò, sempre più terreno. Secondo un report di "Informa Telecoms & Media" il mercato globale del Video On Demand supererà i 10 miliardi di dollari nel 2012. A guidare la diffusione del VOD sarà il Regno Unito, dove si prevede che circa il 78% delle famiglie sarà predisposto per la ricezione di film on demand, per un mercato totale stimato in 300 milioni di sterline.

Fonte: AV Zombie



Commenti (2)

Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - Info
Commento # 1 di: s a s h a pubblicato il 05 Marzo 2008, 08:26
Sara´l´ennesima rovina qualitativa. La massa si adeguera´a bassi livelli qualitativi e come avvenuto con l´mp3 il mercato tagliera´le gambe ad eventuali progressi tecnologici a favore.
Commento # 2 di: Maximum07 pubblicato il 05 Marzo 2008, 13:14
qui da noi forse avverà nel 2112