Social Buttons AV Magazine su Facebook AV Magazine su Twitter AV Magazine RSS AV Magazine Newsletter

HD DVD primeggia in Europa

di Gian Luca Di Felice, pubblicata il 10 Aprile 2007, all 10:57 nel canale SOFTWARE

“A pochi mesi dal lancio in Europa, la lotta tra i due formati sembra al momento a vantaggio dell'HD DVD anche per via della scelta di campo fatta da molti studios indipendenti. Ma l'arrivo della PS3 ribalterà la situazione come in USA?”

Nonostante il ritardo accumulato nei confronti del concorrente HD DVD, il Blu-ray è riuscito nel giro di pochi mesi a ribaltare la situazione in USA, diventando leader del mercato dei supporti in alta definizione. Secondo un'inchiesta pubblicata proprio in questi giorni dal Financial Times, la situazione sarebbe invece ancora totalmente a favore dell'HD DVD in Europa. La motivazione principale sarebbe da imputare alla scelta operata dalla maggior parte dell'etichette home video indipendenti europee di sposare il supporto promosso da Toshiba , per via dei notevoli risparmi in termini di costi di replicazione rispetto al formato Blu-ray.

A favore del Blu-ray c'è però da dire che il deciso sorpasso nei confronti del concorrente HD DVD è avvenuto al momento dell'introduzione della PS3 sul mercato e secondo una ricerca della Adams Media Research, l'installato PS3-Blu-ray rappresenta il 94% di tutto l'installato lettori Blu-ray negli Stati Uniti. Quindi anche in Europa, la recente introduzione della console di Sony potrebbe ribaltare la situazione a favore del Blu-ray Disc. Rimane il fatto che al momento la maggior parte delle etichette indipendenti europee (e il loro peso sul mercato non è indifferente) ha deciso di puntare sull'installato lettori più vasto e per ora rappresentato dagli HD DVD Toshiba.

Inoltre, i costi di produzione sono a favore dell'HD DVD e anche le aziende di duplicazione sono restie a convertire le attuali linee DVD a favore del Blu-ray per via del più alto costo di investimento necessario. Intervistato dal Financial Times, Laurent Villaume, CEO della QOL - azienda di duplicazione francese - afferma che "il rischio di produrre HD DVD non è paragonabile a quello richiesto per i Blu-Ray: " Una linea di duplicazione per gli HD DVD costa intorno agli 800.000 dollari e consente di duplicare circa 40.000 dischi al giorno, mentre per una linea Blu-ray è richiesta più del doppio (1.7, 1.8 milioni di dollari) e consente di duplicare al momento non più di 15.000 dischi al giorno."

Gli fa eco Alex Ponti, CEO dell'italiana società di authoring DS DVD (responsabile del primo HD DVD italiano "La tigre e la neve" di Roberto Benigni) da noi stessi contattato,  affermando che "la spesa per realizzare un Blu-ray è al momento proibitiva. La maggiore capacità del Blu-ray sarà necessaria quando potremo effettivamente offrire ulteriori contenuti speciali, ma ci vorrà ancora del tempo. Lo standard HD DVD richiede per forza l'implementazione di una presa Ethernet per il collegamento a internet dei lettori e questa caratteristica sembra per ora allettare maggiormente gli studios europei che vedono questa funzionalità come un'opportunità per veicolare eventuali ulteriori contenuti ai propri clienti via web piuttosto che su disco."

Al momento attuale il mercato HD DVD in Europa rappresenta tre volte quello del Blu-ray, ma se il lancio della PlayStation 3 in Europa dovesse rivelarsi un successo e cambiare radicalmente la situazione, gli studios europei hanno ammesso tranquillamente di essere pronti a cambiare supporto e di non aver sposato alcun standard e Rodolphe Buet della francese Studio Canal ha dichiarato che "tutto il lavoro profuso nell'alta definizione potrà essere utile nella realizzazione dei dischi Blu-ray, nel caso quest'ultimo dovesse rivelarsi lo standard vincente. Sarà quindi facile cambiare posizione".  

Insomma, la via d'uscita sembra ancora lunga e tormentata e a pagarne maggiormente le spese siamo ancora una volta noi consumatori.

Fonte: Financial Times



Commenti (7)

Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - Info
Commento # 1 di: maurocip pubblicato il 10 Aprile 2007, 11:56
l'unica, vera possibilità per evitare fregature è quella dei lettori multistandard....
Signori produttori, vi decidete????
Commento # 2 di: damon75 pubblicato il 10 Aprile 2007, 12:47
E indovina chi pagherà, ancora una volta, i costi dovuti a due standard differenti su uno stesso apparecchio ? (Meccaniche differenti, royalties doppie da pagare, ecc...)

Bye!
Commento # 3 di: Emidio Frattaroli pubblicato il 10 Aprile 2007, 17:55
Io non sono poi così convinto che avere due standard contemporaneamente sia così deleterio.

Secondo me gli early adopters come noi è vero che pagheranno profumatamente due volte. Ma è anche vero che grazie alla guerra tra i due formati c'è una vera lotta sul prezzo e sulla qualità.

La PS3 - che considero attualmente il miglior lettore BD Video dal punto di vista della qualità video - costa 600 Euro. Il Toshiba HD-DVD E1 in Germania ha un prezzo che oscilla tra i 500 e i 600 Euro.

Inoltre non dimentichiamo che in USA sono già stati annunciate riduzioni di prezzo importanti sia per Toshiba che per Sony.

Vorrei qundi sottolineare che il top attuale della qualità video è disponibile - per chi vuole entrambi i formati - a 1200 Euro. E scusate se è poco, con prezzi per i media tra 20 e 30 Euro e per chi sceglie il formato HD DVD (che non ha protezioni di area) e non ha problemi con l'inglese, acquistando su Amazon et similia i dischi direttamente dagli States, i prezzi sono ancora più vantaggiosi.

Chissà se ci fosse stato uno solo standard come sarebbero andate le cose...


Emidio
Commento # 4 di: 55AMG pubblicato il 10 Aprile 2007, 18:33
Aggiungo che prendendo un lettore HD-DVD Toshiba si ha anche un ottimo lettore DVD di fascia medio/alta secondo mio parere.
Percui chi è in procinto di prendere un valido lettore DVD, prendendo appunto il Toshiba di cui sopra, prende i classici 2 piccioni con una fava
Commento # 5 di: Emidio Frattaroli pubblicato il 10 Aprile 2007, 18:49
Originariamente inviato da: 55AMG
Aggiungo che prendendo un lettore HD-DVD Toshiba si ha anche un ottimo lettore DVD di fascia medio/alta ...


Sono d'accordissimo specialmente per quanto riguarda il modello di punta XE1 con DSP video Realta.

Aggiungo anche che a settembre in Europa dovrebbe arrivare il modello E10 che si posizionerà a metà, tra l'entry level E1 e il modello top XE1. Dovrebbe chiamarsi E10 e sarà la copia esatta del modello americano A20, con tanto di chip Reon (sempre con tecnologia HQV Realta per lo scaling e de-interlacing), presa HDMI 1.3, uscita 1080p e prezzo in discesa:

http://www.avmagazine.it/news/sorge...ri-hd_1908.html

Speriamo che Toshiba qui in Italia inizi a risvegliarsi dal coma profondo...

Emidio
Commento # 6 di: cobracalde pubblicato il 10 Aprile 2007, 19:24
Originariamente inviato da: Emidio Frattaroli
Dovrebbe chiamarsi E10 e sarà la copia esatta del modello americano A20, con tanto di chip Reon (sempre con tecnologia HQV Realta per lo scaling e de-interlacing), presa HDMI 1.3, uscita 1080p e prezzo in discesa:


Da quello che avevo letto, mi pare che avrà HDMI 1.2 e niente uscite audio analogiche.
Commento # 7 di: virtuali pubblicato il 10 Aprile 2007, 20:56
Confermo, l'A20 non ha il Deep Color, non ha le uscite analogiche e non ha il chip REON. In pratica, è uguale all'A2, con l'aggiunta del 1080p