Social Buttons AV Magazine su Facebook AV Magazine su Twitter AV Magazine RSS AV Magazine Newsletter

Grande crescita del Blu-ray in Francia

di Gian Luca Di Felice, pubblicata il 11 Ottobre 2012, all 11:40 nel canale SOFTWARE

“Nonostante un contesto economico di certo non esaltante, il Blu-ray sta riscuotendo un grande successo in Francia, paese notoriamente molto ricettivo in termini di novità tecnologiche Home Video. Un terzo delle famiglie francesi possiede ormai un lettore, con un tasso di crescita del 20% rispetto al 2011”

Secondo il SEVN (Syndicat dell'Edition Video Numérique), l'equivalente della nostra Univideo, il formato Blu-ray sta finalmente trovando il giusto spazio nelle case dei francesi. Un terzo delle famiglie transalpine possiede ormai un lettore Blu-ray, circa 8 milioni di player installati, con un tasso di notorietà del formato che ha raggiunto ormai il 90%. Molto positive anche le ripercussioni in termini di vendite di film in Blu-ray, con i possessori di un lettore Blu-ray che acquistano in media 10 Blu-ray all'anno. Cifra che rappresenta ormai il doppio della frequenza d'acquisto rispetto ai possessori di un lettore DVD (volume comunque ancora favorevole al supporto DVD per via del parco installato).

Il Blu-ray è quindi un settore in crescita in Francia (+ 20% rispetto al 2011), con un fatturato che nel 2012 dovrebbe superare i 250 milioni di Euro. Sempre secondo il SEVN, entro il 2014, oltre il 50% delle famiglie francesi avrà un lettore Blu-ray in casa e già oggi le vendite di film in Blu-ray rappresentano più del 40 % del fatturato di tutto l'Home Video transalpino. In Italia, il Blu-ray rappresenta attualmente circa il 20% dell'intero fatturato Home Video e, considerando questi numeri e le tendenze del mercato degli anni passati (la Francia ci ha sempre anticipato anche ai tempi del DVD), possiamo auspicare di raggiungere i "numeri" transalpini nel giro di un paio di anni. Sempre che poi non cambino le cose con il VOD che cominci ad avere la meglio, visto che provare a fare previsioni in ambito tecnologico è sempre un grande azzardo.

Fonte: HD Numérique



Commenti (5)

Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - Info
Commento # 1 di: StarKnight pubblicato il 11 Ottobre 2012, 12:25
Sorrido ripensando a tutte le persone su questo stesso forum che affermavano il Blu-Ray non avrebbe mai avuto un futuro.
Fra un po' di anni vedremo anche come si diffonderanno i film 3D ed i BD 3D.

Per il VOD almeno in Italia la vedo dura, almeno finché la stragrande maggioranza della popolazione avrà linee che a malapena reggono i 2Mbit in download...
Commento # 2 di: Subzero pubblicato il 11 Ottobre 2012, 13:33
Noi abbiamo un trend molto più lento.. ma arriveremo va.. gli italiani son fatti così
Commento # 3 di: FERVIN pubblicato il 12 Ottobre 2012, 00:36
io ormai compro solo bd....ma vedo ancora che il dvd va alla grande, peccato che nell'ambito musicale lasci un po a desiderare. I rivenditori non credono molto sul formato in ambito concerti, devi x forza andare su internet.
Commento # 4 di: Subzero pubblicato il 12 Ottobre 2012, 14:44
Io compro solo da Amazon ormai e mi trovo da dio... ho appena preso il blu ray del concerto di Guilmor alla Royal Albert Hall ed è spettacolare!
Commento # 5 di: vidoxx pubblicato il 12 Ottobre 2012, 19:51
già oggi le vendite di film in Blu-ray rappresentano più del 40 % del fatturato di tutto l'Home Video transalpino. In Italia, il Blu-ray rappresenta attualmente circa il 20% dell'intero fatturato Home Video

si sanno quali sono invece le percentuali di penetrazione a livello di numeri di titoli venduti?
quando si parla di cinema od home video si parla quasi sempre di fatturati, il che è molto interessante se qualcuno, come me, trae piacere dall'analisi di bilancio, ma sarebbe bello che ogni tanto produttori/distributori dessero i numeri reali dei biglietti/pezzi venduti, come si usa fare nel campo della musica, dei libri o degli spettacoli teatrali...