Social Buttons AV Magazine su Facebook AV Magazine su Twitter AV Magazine RSS AV Magazine Newsletter

Disco ottico da 500GB su base Blu-ray

di sabatino pizzano, pubblicata il 07 Agosto 2008, all 09:03 nel canale SOFTWARE

“Pioneer raggiunge un nuovo traguardo annunciando un prototipo di supporto ottico basato sul Blu-ray in grado di contenere 20 layer da 25GB ognuno, per un totale di ben 500GB di dati archiviabili su singolo media”

Ci eravamo lasciati con Pioneer entusiasta e orgogliosa di annunciare il raggiungimento di un nuovo record in quanto ad archiviazione su disco ottico: il primo prototipo di un media in grado di contenere fino a 400GB di dati, distribuiti su 16 layer (vedi news). 

Ma si sa, i record sono fatti per essere superati e la stessa Pioneer non si è certa fermata: il colosso giapponese ha infatti annunciato lo sviluppo di un nuovo prototipo di supporto in grado di contenere 20 strati da 25GB ognuno (derivato quindi dal Blu-ray), per un totale di ben 500GB di dati archiviabili. Esattamente come il prototipo da 400GB, anche in questo caso il segreto risiede in uno speciale compensatore di aberrazione sferica e di foto rilevazione in grado di leggere anche i segnali più deboli.

Nonostante in pochi siano convinti che i supporti ottici saranno il formato di archiviazione del futuro (in favore dei supporti olografici, n.d.r.), Pioneer si è detta molto fiduciosa del fatto che l'introduzione sul mercato - prevista entro i prossimi 4 anni - di questo supporto possa garantire una lunga vita a questo formato.

Fonte: Engadget



Commenti (8)

Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - Info
Commento # 1 di: Picander pubblicato il 07 Agosto 2008, 11:35
e vabè, io sospetto che costeranno quanto degli hard disk e andranno più lenti. Basta con i supporti nuovi! Ci sbattono di qua e di là, a me viene il mal di mare....
Commento # 2 di: GIANGI67 pubblicato il 07 Agosto 2008, 11:40
Utilizzo esclusivamente informatico,suppongo.
Commento # 3 di: Urca pubblicato il 07 Agosto 2008, 15:41
Utilità zero, ovviamente.

L'idea stessa di supporto non riscrivibile è fondamentalmente limitata.

Intanto oggi un Hard Disk da 750 Gb costa quanto ne costava 6 mesi fa' uno da 500 Gb. E mi sa che il limite tecnico è ben lontano...
Commento # 4 di: Alessandro Pecorelli pubblicato il 07 Agosto 2008, 18:01
giangi io non penso al solo utilizzo informatico immagina i unovi proiettori 3d, bene, non penso che un disco normale contenga le informazioni per tutte e 3 le dimensioni!
quindi per farcele stare o si riduce la qualità o si tolgono gli extra (maledetta coperta corta) quindi su 500gb metterei 50 film con qualità alle stelle, un mare di speciali, lingue varie, e magari anche qualche trailer.
che ne dici?
naturalmente questi sono i pro, passiamo ai contro:
quali e quanti lettori potranno ingurgitare questi dischetti?
a che prezzo?
quanto ci vorrà per ingegnerizzare tale tecnologia e renderla affidabile?
per la masterizzazione come si fà?
ciao ale!
Commento # 5 di: Picander pubblicato il 08 Agosto 2008, 10:02
alessandro, un 3d occupa al massimo il doppio di un flusso video normale, perchè si tratta solo di visualizzare 2 immagini separate. Occuperebbe più o meno 40gb + audio, non è impossibile farlo stare in un blu-ray attuale.

E' possibile (anzi probabile) inoltre che vengano studiati codec appositi che interpolando i dati di entrambi le immagini occupino molto meno spazio di flussi video separati. In tal caso potresti stivare tutto, compresi extra in un bluray
Commento # 6 di: Alessandro Pecorelli pubblicato il 08 Agosto 2008, 15:43
ok hai ragione ma potrebbe essere utilizzato per stivare più film mantenendo la qualità e gli extra.
il problema resta quello dei probabili lettori!
Commento # 7 di: leddlazarus pubblicato il 11 Agosto 2008, 15:18
bisognerà trattarli con i guanti di velluto. un piccolo e leggero graffio potrebbe rendere illeggibile + di uno strato: CATASTROFE.

chissà che distanza avranno i layer.
Commento # 8 di: fanoI pubblicato il 11 Agosto 2008, 19:33
O li fanno con caddy o basta un graffio e puf perdi mezzo tera!

Già son in dubbio se hanno senso i BluRay da 25/50 GB che poi si rigano e perdi tutto figurarsi un supporto da 500 GB nel formato disco rotante poi... ragazzi alla fine è tecnologia degli anni '80 (ha quasi 30 anni!) inventate roba su flash o cristalli olografici (alla Superman) allora sì che dico beh questa sì che è una cosa rivoluzionaria! Mi levo tanto di cappello...

fanoI