Social Buttons AV Magazine su Facebook AV Magazine su Twitter AV Magazine RSS AV Magazine Newsletter

Codici regionali per un Blu-ray su tre

di sabatino pizzano, pubblicata il 26 Febbraio 2008, all 11:01 nel canale SOFTWARE

“Dopo un'analisi condotta da Blu-ray Stats è emerso che, alla luce dei nuovi "arrivi" di Paramount e Universal, solo un terzo di tutti titoli Blu-ray presentano blocchi regionali”


Le tre aree di codifiche regionali previste per il Blu-ray

La tematica dei codici regionali è stata una delle tante dibattute in sede di Format War tra HD DVD e Blu-ray. Come tutti voi sicuramente ricorderete, il formato di Toshiba poteva vantare, a differenza del rivale, la non presenza di codici regionali, sia sull'hardware che sul software. Questo, tradotto in termini pratici di utilizzo, significava la possibilità di acquistare hardware e software in qualunque parte del mondo, senza la necessità di preoccuparsi se gli stessi fossero compatibili o meno a seconda della divisione dei mercati (come avviene per i DVD). Proprio questa possibilità offerta da Toshiba sembrerebbe sia stata la causa per la quale Fox e Disney, a suo tempo, avessero optato per il Blu-ray.

Blu-ray Stats, dopo aver aggiornato la banca dati dei titoli Blu-ray presenti e futuri, alla luce dei recenti inserimenti di Universal e Paramount/DreamWorks, ha fatto sapere che solo un terzo dei titoli rilasciati e previsti in Blu-ray avranno blocchi regionali. Tra le case più fedeli a tali codici figura Fox con tutti i titoli "codificati", mentre la New Line ha un solo titolo "free". All'altro estremo, invece, troviamo Paramount e Universal, freschi dall'esperienza con Toshiba, le quali hanno nel loro catalogo tutti i titoli senza blocchi. Sony, Disney e Lionsgate, infine, hanno previsto i blocchi solo per le nuove uscite, mentre per i Blu-ray a catalogo non è previsto alcun blocco.

Fonte: Format War Central



Commenti (11)

Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - Info
Commento # 1 di: Urca pubblicato il 26 Febbraio 2008, 11:14
???

Questa storia dei blocchi è una barzelletta.
Quanto tempo impiegheranno le case cinematografiche a capire che il digitale, sia esso video o audio, è sempre digitale?
Alla fine capitoleranno come già le case discografiche o, più intelligentemente, produrranno con un minor numero di lingue su ogni BD/DVD...
La vera (e unica) barriera sono le lingue, non i codici regionali!
Commento # 2 di: TheRaptus pubblicato il 26 Febbraio 2008, 11:44
Se non vado errato (parlo di diversi anni fa!) il problmea delle lingue era inesistente tra canada e francia. In altre parole i titoli USA in uscita venivano quasi contemporaneamente tradotti in francese (per il Quebec, ad esempio) e molti in Francia avevano il oro bel lettore region 1. Questo fece incazz parecchio le mayor che fecero promulgare una legge molto severa contro la violazione del region code.
Per quanto mi riguarda hai perfettamente ragione URKA: Io avrei preferito di gran lunga HD-DVD sol operchè lo dicevano quelli di ANY-DVD, e perchè i lucchetti danno problmei solo agli utenti regolari, non ai pirati!
Inoltre si sta andando verso una diffusione DRM free da molti produttori. SPeriamo che la protezione BD+ abbia vita breve!
Per il resto: Omissis [...]
Commento # 3 di: NCC1701 pubblicato il 26 Febbraio 2008, 12:11
E come si farà a distinguere i titoli con codice bloccato da quelli region free?
Commento # 4 di: Kuarl pubblicato il 26 Febbraio 2008, 12:19
se compri su amazon c'è scritto, un elenco dettagliato lo trovi anche su blu ray stats...

basta informarsi bene. Comunque si, sono molto pochi i titoli pubblicati in USA che includono la lingua italiana.
Commento # 5 di: Don_Zauker pubblicato il 26 Febbraio 2008, 12:36
Però, in Groenlandia...

Beh, noi siamo Region C, come in Groenlandia.

Che figata!
Commento # 6 di: Don_Zauker pubblicato il 26 Febbraio 2008, 12:37
Errata corrige...

Pardon, Region B.

Ero troppo esaltato dalla notizia, mi sono confuso!
Commento # 7 di: xplayer pubblicato il 26 Febbraio 2008, 15:17
Sony, Disney e Lionsgate, infine, hanno previsto i blocchi solo per le nuove uscite, mentre per i Blu-ray a catalogo non è previsto alcun blocco
Piccola anticipazioe del significato di monopolio!!!!
il secondo significato si vedrà a breve quando la curva di discesa dei prezzi passera' da vertiginosa a media a nulla!.
Commento # 8 di: massimoan pubblicato il 26 Febbraio 2008, 18:49
parole sante, xplayer...
Commento # 9 di: MauMau pubblicato il 27 Febbraio 2008, 00:22
Originariamente inviato da: xplayer
... quando la curva di discesa dei prezzi passera' da vertiginosa a media a nulla!.
è anche il mio timore.
Adesso che è stato eliminato un presunto ostacolo alla diffusione di massa (la format war da loro stessi creata), si affrettano a introdurne di nuovi ...
Commento # 10 di: Bryan_Pedemonte pubblicato il 27 Febbraio 2008, 02:37
Originariamente inviato da: ncc1701
E come si farà a distinguere i titoli con codice bloccato da quelli region free?


qui trovi una lista

http://bluray.liesinc.net/

credo sia abbastanza attendibile anche se a me Ratatouille mi sembrava fosse A B C (ma non ne sono sicurissimo....)
« Pagina Precedente     Pagina Successiva »