Social Buttons AV Magazine su Facebook AV Magazine su Twitter AV Magazine RSS AV Magazine Newsletter

Codec open AV1 in dimostrazione a NAB 2018

di Riccardo Riondino, pubblicata il 04 Aprile 2018, alle 12:36 nel canale SOFTWARE

“Alliance for Open Media annuncia la prima versione del proprio standard video senza costi di licenza, di cui verranno mostrate le potenzialità durante l'imminente mostra di Las Vegas”

AOM (Alliance for Open Media) ha annunciato l'arrivo della prima versione del codec di compressione AV1, successore del VP9 utilizzato da YouTube e Netflix. L'AV1 promette prestazioni migliori rispetto al concorrente HEVC, garantendo un risparmio di banda fino al 40% senza perdita di qualità. Oltre a Netflix e YouTube/Google, AOM annovera altri colossi dell'IT come Amazon, Apple, Cisco, Facebook, Microsoft e Mozilla. Di conseguenza AV1 arriverà sulla maggior parte dei browser entro il 2019, mentre nel 2020 verrà supportato a livello software e hardware.

AOM è stata fondata nel 2015 per sviluppare un codec libero da costi di licenza, in contrapposizione all'aumento delle royalties varato all'epoca da HEVC Advance. La sua formazione ebbe l'effetto di far retrocedere HEVC Advance dai suoi propositi, il quale di recente ha eliminato inoltre totalmente i costi di licenza per lo streaming e le trasmissioni via cavo, terrestri e satellitari. D'altra parte nel 2020 HEVC potrebbe essere sostituito dal nuovo codec JEM, che a sua volta promette un bit-rate ridotto fino al 60%. AV1 verrà dimostrato nel corso di NAB 2018 (7-12 aprile, Las Vegas).

Per ulteriori informazioni: aomedia.org

Fonte: AV Cesar



Commenti