Social Buttons AV Magazine su Facebook AV Magazine su Twitter AV Magazine RSS AV Magazine Newsletter

Chip antipirateria per HD-DVD e Blu-ray

di Emidio Frattaroli, pubblicata il 22 Settembre 2006, all 09:44 nel canale SOFTWARE

“Un nuovo strumento antipirateria in forma di chip RFID potrebbe essere integrato all'interno della struttura di CD, DVD, Blu-ray Disc e HD-DVD in modo da tracciare ogni spostamento fisico dei dischi, fino nelle case dei consumatori”

Burlington, Ontario, Settembre 2006. U-Tech, società controllata da Ritek Group, ha annunciato un nuovo sistema antipirateria che farà molto discutere, sviluppato assieme a RiRF Technologies Corporation e IPICO Inc. in forma di chip con trasponder di tipo RFID (Radio Frequency IDentification).

Il trasponder, che potrebbe essere integrato all'interno della struttura del disco stesso, potrebbe tracciare tutti i movimenti dei supporti, dalla produzione fino alle case dei consumatori. Inoltre il chip potrebbe essere utilizzato come ulteriore risorsa per identificare dischi illegali da non riprodurre nei lettori di prossima generazione

Il nuovo sistema di protezione, definito COD, potrebbe essere utilizzato molto presto in CD e DVD di Warner, Disney, Fox ed altri studios i cui dischi vengono prodotti da U-Tech. La tecnologia potrebbe essere utilizzata anche per HD-DVD e Blu-ray Disc.

Per maggiori informazioni: www.utechmedia.com.tw



Commenti (17)

Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - Info
Commento # 1 di: sasadf pubblicato il 22 Settembre 2006, 10:45
in pratica controlleranno il percorso del loro disco dalla produzione fino a dove ce lo porteremmo?

Bene un motivo in più per comprare direttamente quelli pirati senza questo Grande Fratello Portatile!

walk on
sasadf
Commento # 2 di: volpe71 pubblicato il 22 Settembre 2006, 11:25
Sarò stupido ....

.... ma non ho capito il gioco!

Cioè, come potrebbe essere utile a combattere la pirateria il semplice tracciamento di un disco originale?

Loro producono il cd/dvd/etc con rfid, questo arriva in negozio, lo compro e me lo porto a casa.

ok, sanno che ce l'ho io (magari mi spediscono il poster della locandina )

Loro producono il cd/dvd/etc con rfid, questo arriva in negozio, il pirata lo compra (!) e ne crea centinaia di copie in banalissimi dvd-r da vendere agli angoli delle strade.

E magari brucia pure l'originale perché a lui non hanno mandato il poster ....

Cioè, non capisco che possa fare il rfid .... (

Commento # 3 di: Pompone pubblicato il 22 Settembre 2006, 13:09
Perchè nei lettori di prossima generazione (è scritto nella news) implementeranno (forse) qualche cosa che leggerà il chip capendo al volo se il disco è originale (e quindi riproducibile) oppure no.
E la famosa copia di backup?
A questo punto...VIVA LA PIRATERIA!

Cià.
Commento # 4 di: gnomopol pubblicato il 22 Settembre 2006, 13:32
Basterà usare dei lettori senza tale controllo, come quelli che sono usciti e usciranno ancora per un po. Non possono certamente impedirne la lettura se il lettore nn controlla la presenza del chip. Unico modo sarebbe che il chip habbia una specie di codice di decodifica che una volta letto dal lettore permette la decifratura del contenuto del disco, ma sarebbe un po complicata la cosa... e comunque una vosta fatta la copia con futuri appositi sistemi... se la copia è senza chip il contenuto nn sarà neanche criptato... (tutto questo è una mia ipotesi...).
Commento # 5 di: maurocip pubblicato il 22 Settembre 2006, 15:55
ma si preoccupassero di abbassare i prezzi questi genii del marketing.....
Commento # 6 di: guest_2102 pubblicato il 22 Settembre 2006, 17:39
Originariamente inviato da: maurocip
ma si preoccupassero di abbassare i prezzi questi genii del marketing.....

bravo,invece di abbassare il prezzo e vendere molti titoli in più si preoccupano di spendere soldi per trovare sistemi di protezione che vengono puntualmente aggirati
Commento # 7 di: sasadf pubblicato il 22 Settembre 2006, 18:58
la cosa allucinante è che questi sistemi poi vengono fatti pagare a noi!!!

walk on
sasadf
Commento # 8 di: gian de bit pubblicato il 22 Settembre 2006, 21:14
LA cosa mi fa' alquanto inc.......


Stai a vedere che tra un po' di questo passo dovremo registrare on-line anche le licenze di ogni singolo disco per usarli ?????!!!!!!!!!

Son riusciti a DE-REGIONARE i player ti pare che non riusciranno ad aggirare anche questa cosa? Il vero problema e' che poi paghiamo le conseguenze noi che compriamo SW originale!!! Non bastavano gia' i mille problemi legati all'HDCP....enno' ..... senno' vedersi un film non c'e' piu gusto se prima non diventi un po' pazzo!


[COLOR=Red]NO COMMENT! [/COLOR]
Commento # 9 di: Ronzino pubblicato il 27 Settembre 2006, 20:24
scusate, non per offendere nessuno, ma è già la terza notizia fuorviante che leggo sulle news di questo sito. Vi ringrazio per tutte le news che comunque ci date, però cerchiamo di spiegare meglio le cose o di fornire dati precisi e fonti complete.

Ma lo sapete quant'è la portata di un rfid ? quelli commerciali (esempio dispositivi antitaccheggio) 40 centimetri 1 metro.

Quelli industriali arriviamo a 10 metri e non con pochi problemi. Oltre i 10 metri, le emissioni di campo elettromagnetico (segnale piu portante per l'alimentazione) superano i livelli di sicurezza imposti dalle autorità, in ambiente in cui è presente l'uomo.

Quindi nessuno traccierà niente dentro casa vostra. Al massimo si faciliterà la gestione di magazzino delle case produttrici.

Per l'altro discorso, ovvero che possa essere il lettore dvd a fare il controllo, trovandosi il disco a meno di 40 cm questo è possibile. Anche se non credo attuabile.
Se io ho un mio dvd con il filmino delle mie vacanze, questo non ha rfid e quindi devo poterlo vedere. Se ho un dvd comprato dal marocchino, questo non ha rfid e quindi non vedo per cui il lettore non dovrebbe permettermi di leggerlo. E qualora il suddetto dvd avesse un codice nella parte incisa che dice al trasponder ora leggi l'rfid perchè questo è un film che dovrebbe essere originale parliamo di una protezione hardware innescata via SOFTWARE e come tale aggirabile dalla maggior parte delle persone (magari rimuovendo quella parte di codice dal dvd che fa partire il controllo dell' rfid).
Commento # 10 di: Ronzino pubblicato il 27 Settembre 2006, 20:33
Originariamente inviato da: gian de bit
LA cosa mi fa' alquanto inc.......


Stai a vedere che tra un po' di questo passo dovremo registrare on-line anche le licenze di ogni singolo disco per usarli ?????!!!!!!!!!

Son riusciti a DE-REGIONARE i player ti pare che non riusciranno ad aggirare anche questa cosa? Il vero problema e' che poi paghiamo le conseguenze noi che compriamo SW originale!!! Non bastavano gia' i mille problemi legati all'HDCP....enno' ..... senno' vedersi un film non c'e' piu gusto se prima non diventi un po' pazzo!


[COLOR=Red]NO COMMENT! [/COLOR]



ecco questo invece è l'unico modo veramente serio di proteggere le cose. ne più ne meno come avviene per i giochi online o per il decoder SKY, con la chiave su smartcard, aggiornata periodicamente via etere (o ancora meglio via telefono).

Te cripti tutto il contenuto del disco, e la chiave per decifrarlo, la ricevi solo all'atto della riproduzione connettendo il tuo lettore dvd ad internet.

questo viene in parte gia fatto con i film WM9 in alta definizione, anche se in questo caso, il film non è crittografato, ma serve solo un'autenticazione per far partire la riproduzione.

e sfruttando quanto vien fatto nei videogame invece, si potrebbe fare in modo che la chiave di decodifica non sia unica, ma parte della stessa dipenda dal numero seriale del disco in nostro posseso.

IL PROBLEMA DELLA PIRATERIA esiste perchè non lo si vuole risolvere, perchè a qualcuno torna comodo, oppure perchè il mercato ancora non è maturo per permetterne la soluzione (esempio: quanto detto prima, presupporebbe che tutti coloro che hanno un lettore dvd avessero internet a casa).

Volete un altro modo per contenere la pirateria economico e già attuato da qualcuno ? Fate i dvd dei film originali QUADRATI e vietate la produzione di masterizzatori con slot quadrato. Masterizzarli diventa molto difficile.

Ha fatto cosi NINTENDO, con il game cube: dvd rotondi di diametro da 8cm e impossibilità di inserirvi dvd da diametro regolare (12cm). Risultato ? per metterci un gioco copiato, oltre a fare la modifica, devi o rompere il case dalla console o tenerla senza case. Poi certo, hanno iniziato a produrre i dvd da 8cm di diametro e la cosa è cambiata.
« Pagina Precedente     Pagina Successiva »