Social Buttons AV Magazine su Facebook AV Magazine su Twitter AV Magazine RSS AV Magazine Newsletter

Blu-Ray supera quota 2 milioni in Europa

di sabatino pizzano, pubblicata il 14 Febbraio 2008, all 09:38 nel canale SOFTWARE

“Proprio in questi giorni le unità vendute di film in Blu-ray in Europa ha superato quota 2 milioni con un tasso di crescita dall'inizio dell'anno molto promettente”

E' festa grande in casa Blu-ray. Stando ai dati rilasciati da GFK, i film in formato Blu-ray venduti nel vecchio continente hanno toccato quota 2,37 milioni di unità. E' quanto si apprende dalla conferenza stampa organizzata dalla BDA a Londra, dove, tra le altre cose, è stato anche ribadito come il market-share del Blu-ray sia pari al 79% contro il 21% del rivale HD DVD da quando il 2008 è cominciato.

Interessante notare come quota due milioni di unità vendute sia stato raggiunto solamente un mese dopo il traguardo del milione di titoli venduti, a dimostrazione del tasso di crescita elevato fatto registrare dal formato consorziato in quest'ultimo periodo. 

Ancora più interessante, invece, è stata la comparazione con il DVD durante il suo primo anni di vita. "Il DVD venne introdotto per la prima volta in Europa nel 1997 e l'anno successivo aveva fatto registrare 230 mila lettori e 2 milioni di dischi venduti. Il Blu-ray, invece, è stato introdotto nel vecchio continente nel 2006, ed un anno dopo esso vanta 3,2 milioni di Playstation 3, 340.000 lettori dedicati e 2,3 milioni di titoli venduti".

Fonte: Blu-ray



Commenti (23)

Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - Info
Commento # 1 di: stealth82 pubblicato il 14 Febbraio 2008, 10:25
La comparativa

Quindi, rispetto al DVD, la gente compra lettori Blu-Ray non sapendo che farsene
Commento # 2 di: Kuarl pubblicato il 14 Febbraio 2008, 10:40
se abbassassero i prezzi dei film magari la gente comprerebbe di più...
Commento # 3 di: bardock pubblicato il 14 Febbraio 2008, 12:28
Originariamente inviato da: Kuarl
se abbassassero i prezzi dei film magari la gente comprerebbe di più...

Pienamente daccordo
Commento # 4 di: gattapuffina pubblicato il 14 Febbraio 2008, 12:45
Il DVD venne introdotto per la prima volta in Europa nel 1997 e l'anno successivo aveva fatto registrare 230 mila lettori e 2 milioni di dischi venduti


Questo è il giusto rapporto per un formato che nasce: questi primi utenti compravano una bella media di 10 FILM A TESTA in un anno, niente male.


Il Blu-ray, invece, è stato introdotto nel vecchio continente nel 2006, ed un anno dopo esso vanta 3,2 milioni di Playstation 3, 340.000 lettori dedicati e 2,3 milioni di titoli venduti.


Qui abbiamo, invece, 300 mila copie in più del 1997, però con 3,54 milioni di lettori invece di 230 mila, una media di 0,5 film a testa!!

Se anche prendiamo per buona la statistica fatta in USA, che solo il 25% degli utenti usa la PS3 per i film (secondo me in Europa la percentuale è più alta, ma facciamo finta che sia uguale), 800 mila PS3 + 340 mila lettori fanno 1.1 milioni di lettori per 2.3 milioni di film venduti, cioè una media di 2 film a testa, 5 volte inferiore rispetto agli inizi del DVD.

E la buona notizia quale sarebbe ?

La confusione creata dalla guerra degli standard avrebbe, al limite, dovuto limitare le vendite dei *lettori*. Qua non mi pare che ci siano grossi problemi a vendere i lettori, il problema è che la gente compra meno film di prima.
Commento # 5 di: Dave76 pubblicato il 14 Febbraio 2008, 12:52
Giuste osservazioni....bisognerebbe confrontare però la grandezza del catalogo DVD nel 1998 con quella del catalogo Blu-Ray nel 2007.
Inoltre c'è effettivamente da valutare l'upgrade visivo...passare da VHS a DVD era un abisso, mentre dalle recensioni che leggo in giro non sono molti i film per cui è consigliato l'upgrade da DVD a Blu-Ray (soprattutto alla luce dei costi del software).
Commento # 6 di: stealth82 pubblicato il 14 Febbraio 2008, 13:06
Originariamente inviato da: gattapuffina
E la buona notizia quale sarebbe ?

Non saprei... per Blu Ray sembrerebbe esserlo

Originariamente inviato da: gattapuffina
La confusione creata dalla guerra degli standard avrebbe, al limite, dovuto limitare le vendite dei *lettori*.

Personalmente ha limitato anche la vendita dei media. Io volutamente NON ho ancora acquistato nulla... troppa incertezza, troppa confusione, quelli che escono svantaggiati siamo noi. L'unico modo per il impugnare il coltello dalla parte giusta è non comprare; mi rendo conto che questa sia una strategia che paga a livello individuale ma la massa non avrà mai la forza di decretare il successo di un formato... è sempre una scelta indotta da chi i soldi li fà.

Per questo aspetto che muoia definitivamente qualcuno e restino poche storie. Io l'early adopter non lo faccio... altrimenti mi devono pagare
Commento # 7 di: nchiar pubblicato il 14 Febbraio 2008, 13:08
La buona notizia è che solo ai fan di hd dvd interessa il tie ratio, a chi vende sfw interessa quanto sfw si vende...
Commento # 8 di: stealth82 pubblicato il 14 Febbraio 2008, 13:10
Originariamente inviato da: Dave76
Inoltre c'è effettivamente da valutare l'upgrade visivo...passare da VHS a DVD era un abisso >CUT

E questo è il mio secondo motivo. Mi rendo conto del salto qualitativo... ma tale aspetto non giustifica appieno il mio desiderio di cambiamento... a fronte della nuova spesa.
Commento # 9 di: mcallan pubblicato il 14 Febbraio 2008, 13:13
Nel 1997 i DVD costavano sui 20, 25 euro; oggi i BR costano sui 30-35 euro. Sapendo che con il cambio da Lire a Euro i prezzi sono aumentati e che 20 euro nel 1997 non sono 20 euro nel 2008, forse come inizio (pur essendo una noia) è ancora paragonabile.
Un altro problema è che oggi internet ha velocità accettabili per scaricarsi film, e sappiamo che molti lo fanno, anche se poi la qualità va a farsi benedire...
Commento # 10 di: Dave76 pubblicato il 14 Febbraio 2008, 13:15
Originariamente inviato da: nchiar
...a chi vende sfw interessa quanto sfw si vende...


E qui IMHO ti sbagli...perchè se fosse solo una questione di numeri le major sarebbero state tutte neutrali (tranne Sony che aveva altri interessi), perchè il fatto di produrre sia BR che HD-DVD avrebbe permesso di abbracciare chiunque e con qualunque lettore (perciò avrebbe permesso di vendere di più....i famosi numeri che tanto decanti....).
Purtroppo in gioco ci sono gli utili e non i numeri....approntare ex novo linee di produzione costa (soprattutto per i BR) e ognuno ha fatto i propri conti....
« Pagina Precedente     Pagina Successiva »