Social Buttons AV Magazine su Facebook AV Magazine su Twitter AV Magazine RSS AV Magazine Newsletter

Blu-ray, più spazio = più qualità

di Gian Luca Di Felice, pubblicata il 03 Aprile 2007, all 16:04 nel canale SOFTWARE

“Sony avrebbe deciso di sfruttare le maggiori capacità del supporto Blu-ray rispetto all'HD DVD, invitando gli studios a operare codifiche a bit-rate più elevato nelle versioni Blu-ray dei titoli”


Copertina dell'edizione Blu-ray a bit-rate più elevato del concerto dei Nine Inch Nails

Il mercato a volte si rivela quanto mai strano e contraddittorio. Sony, dopo aver realizzato quasi tutte le prime uscite dei titoli in Blu-ray con encoding in Mpeg2 e supporto singolo strato, e aver constatato una certa insoddisfazione da parte del pubblico tecnicamente più attento, sembra aver decisamente cambiato strategia. I vertici del gruppo hanno infatti deciso di sfruttare il vantaggio di spazio (20GB) permesso dal supporto Blu-ray doppio strato (50GB) nei confronti del concorrente HD DVD (30GB nella versione doppio strato), annunciando che entro la fine dell'anno l'80% dei titoli in uscita sarà su supporto doppio strato da 50GB e che il maggior spazio a disposizione sarà in primis utilizzato per restituire la miglior qualità audio-video possibile.

A questo proposito, Sony sta consigliando agli studios cinematografici intenzionati a proporre i loro titoli in entrambi i formati, di effettuare un encoding a bit-rate più elevato per il telecinema destinato al supporto Blu-ray, e far apprezzare al pubblico le differenze qualitative tra i supporti. Al momento attuale, Warner sta utilizzando gli stessi identici master audio-video sia per le versioni HD DVD, che per quelle Blu-ray (vedi "Trianing Day" codificato VC-1 e identico sia in Blu-ray che in HD DVD), mentre il concerto dei Nine Inch Nails "Besides You In Time" disponibile sia in HD DVD che in Blu-ray è il primo caso di un titolo in cui la codifica per la versione Blu-ray è stata effettuata con un bit-rate più elevato (potete trovare tutti i dettagli in queste interessanti FAQ sul sito web dei Nin).

Il Presidente di Sony, David Bishop, ha inoltre affermato che "in questa fase è importantissimo assicurare ai nostri clienti la migliore qualità audio-video possibile e il supporto Blu-ray da 50GB, se sfruttato pienamente, lo consente". Vedremo se le major coinvolte in doppie edizioni HD DVD e Blu-ray sapranno raccogliere l'invito di Sony...

Fonte: DailyTech



Commenti (34)

Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - Info
Commento # 1 di: francis pubblicato il 03 Aprile 2007, 16:08
That would be the beginning of the end for the HD DVD.
Commento # 2 di: fabio2678 pubblicato il 03 Aprile 2007, 16:25
Se cosi' sarà, almeno, un'eventuale perdita di HD-DVD non resterà un rimpianto! E lo stesso, sarà ricordato x aver messo il pepe al c*** al Blu-Ray, traendone vantaggi verso il consumatore!
Commento # 3 di: Pearl pubblicato il 03 Aprile 2007, 16:26
Sony, dopo aver realizzato quasi tutte le prime uscite dei titoli in Blu-ray con encoding in Mpeg2 e supporto singolo strato, e aver constatato una certa insoddisfazione da parte del pubblico tecnicamente più attento, sembra aver decisamente cambiato strategia...entro la fine dell'anno l'80% dei titoli in uscita sarà su supporto doppio strato da 50GB...

Ma ci voleva un anno per capire questo??!? Non ho parole...
Commento # 4 di: PynkyZ pubblicato il 03 Aprile 2007, 16:33
Peccato che anche con 50GB, Mpeg2 rimanga sempre un formato lossy...
Commento # 5 di: ango pubblicato il 03 Aprile 2007, 16:35
Ecco 50 GB di un bel Mpeg2 sono quello che serve per avere qualità...

Diventerà l'ennesima occasione per prendere per il naso il pubblico più attento.

Ilario.
Commento # 6 di: PynkyZ pubblicato il 03 Aprile 2007, 16:46
Inoltre, essendo sia VC-1 che H.264 due codec che possono essere lossless (secondo le opzioni di encoding possibili, possono esserlo), non è che a bitrate più elevato si guadagni niente in qualità visiva. Quando un'immagine è bit per bit uguale alla reference, quella è: l'unica differenza è la potenza elaborativa necessaria poi per la decodifica semmai (se meno compressa, un'immagine lossless è meno impegnativa dal punto di vista elaborativo in decodifica)...ma non credo che sia un problema quello.
Commento # 7 di: gigiluigipigi pubblicato il 03 Aprile 2007, 16:49
bit-rate più elevato?!
Se volessero fare le cose fatte per bene dovrebbero codificare il 100% in VC-1!
Commento # 8 di: Brigno pubblicato il 03 Aprile 2007, 16:50
@ango

Guarda che Sony invita ad utilizzare i 50Gb in VC-1 ....
Prima i lettori BR (praticamente il solo Samsung) avevano grossi problemi con il VC-1 e fino a quando non si è reso disponibile qualche lettoei BR (Samsung aggiornato, PS3 ed altri) era inutile utilizzare BR con codifiche differenti da Mpeg2 perchè non sarebbero stati in grado di funzionare correttamente.

Sono stati costretti dall' HD-DVD ad uscire anche quando non erano pronti per cercare di arginare il diffondersi del concorrente.
Commento # 9 di: guest_2102 pubblicato il 03 Aprile 2007, 17:34
Che barzelletta ragazzi...
ora sony si sveglia e si accorge che i titoli blu-ray fanno pena e allora dice a tutti che si deve aumentare la qualità: ma come,non era la sony stessa che diceva che ci volevano giorni per fare un encoding di alta qualità? (cosa alla quale ovviamente nessuno ha creduto).
Insomma chi ha comprato blu-ray è stato preso per il...naso...due volte, una per la discutibile qualità dei film e l'altra per i lettori che (vedi altra news) diverranno obsoleti entro ottobre di questo anno.
Commento # 10 di: Locutus2k pubblicato il 03 Aprile 2007, 17:38
50 gb in VC1 e lettori più performanti saranno la fine di Hd-DVD.
Cmq io ho il Samsung e finora con i titoli vc1 provati nessun problema (B&E, dietro le linee nemiche).
« Pagina Precedente     Pagina Successiva »