Social Buttons AV Magazine su Facebook AV Magazine su Twitter AV Magazine RSS AV Magazine Newsletter

Accordo Paramount-Gaumont in Francia

di Gian Luca Di Felice, pubblicata il 10 Dicembre 2007, all 18:02 nel canale SOFTWARE

“Una delle più importanti case di produzione cinematografica francese, nonché storico partner distributivo di Columbia TriStar (Sony) in Francia ha siglato un accordo di distribuzione con Paramount. Gaumont passerà quindi all'HD DVD”

Anche se la notizia non ci riguarda direttamente, l'annuncio di un accordo di distribuzione tra Paramount e la francese Gaumont è comunque di significativa importanza. In primis, chiaramente, per il mercato francese e indirettamente potrebbe influenzare altre scelte. Gaumont è una storica, nonché una delle più attive case di produzione cinematografiche francesi che annovera tra i suoi titoli i capolavori di Luc Besson (Grand Bleu, Nikita, Leon, Subway, Il Quinto Elemento), ma anche "Il tempo delle Mele" o i più recenti "I Fiumi di Porpora" e "36 Quai des orfèvres".

Fino ad oggi esisteva per il mercato francese uno strettissimo legame tra Gaumont e Columbia TriStar al punto da condividere le distribuzioni in sala e home video sotto l'unico nome di "Gaumont Columbia TriStar" e questo anche per i titoli della major americana (che nel frattempo ha cambiato nel resto del mondo la denominazione in Sony Pictures). Anche i Blu-ray distribuiti da noi da Sony Pictures Home Entertainment, vengono in Francia distribuiti da GCTHV (Gaumont Columbia TriStar Home Video).

E' notizia di oggi l'annuncio ufficiale da parte di Paramount France della sigla di uno storico accordo di distribuzione con la casa francese che vedrà le due aziende unire le proprie forze sia per il mercato in sala che per quello Home Video. La prima immediata conseguenza la potete trovare qui e riguarda il cambio di denominazione di uno storico cinema parigino il "Paramount Opéra" in "Gaumont Opéra". Per quanto riguarda l'Home Video, per ora l'annuncio menziona unicamente il mercato DVD, ma tutti conosciamo la scelta esclusiva di Paramount a favore dell'HD DVD e quindi vedo molto difficile che dopo questo accordo Gaumont possa scegliere una strada diversa.

Volendo poi allargare il discorso, sappiamo che Gaumont ha in essere diverse collaborazioni (catalogo e sale cinematografiche) con un altro importante produttore francese, la Pathé, da parte sua storicamente legata alla Fox per quanto riguarda la distribuzione Home Video: secondo attendibili indiscrezioni in circolazione in questi giorni, la Fox sarebbe piuttosto indispettita dall'insuccesso del sistema di protezione BD+ del Blu-ray (che ha sostenuto fino ad oggi in maniera esclusiva) che potrebbero prefigurare cambiamenti nelle scelte commerciali (vedi un'apertura nei confronti del meno oneroso HD DVD?). La situazione francese in evoluzione, in virtù tra l'altro, del suo non indifferente peso sul mercato (la Francia è il secondo mercato Home Video europeo dietro la Gran Bretagna) potrebbe forse influenzare scelte più globali: leggi Pathé che segue Gaumont e quindi Fox sulla stessa linea? Le mie sono personalissime deduzioni, ma non sarei tanto sorpreso di scoprire, tra qualche mese, che la realtà è stata capace di superare la mia immaginazione...

Fonte: HD Numérique, Redazione



Commenti (32)

Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - Info
Commento # 1 di: Kuarl pubblicato il 10 Dicembre 2007, 18:36
a mio parere stai andando un po' troppo di fantasia.

Comunque sia sarebbe interessante approfondire il discorso del rapporto che ha gaumont con la sony. Vale a dire, questo nuovo contratto sostituisce il vecchio che aveva con sony? Perché quindi un accordo di così vecchia data è stato messo da parte?

Riguardo fox, benché possa essere indispettita per l'insuccesso del BD+, dubito che passerà alla concorrenza, questo perché comporterebbe un serio danno all'immagine visto che è impegnata in primo piano sulla diffusione del blu ray, in secondo luogo per una questione economica, visto che dovrebbe riconvertire tutta la sua produzione da blu ray a hd-dvd...

al giorno d'oggi a mio parere un'azienda ha più interesse nell'investire nel blu ray che nell'hd-dvd visto il trend del mercato. Il fattore economico a vantaggio dell'hd-dvd si sta assottigliando sempre più, e potrebbe diventare marginale se alla fine sarà il blu ray a spuntarla.
Commento # 2 di: Gian Luca Di Felice pubblicato il 10 Dicembre 2007, 19:03
Ciao Kuarl,
bene, mi fa molto piacere la tua risposta...ed effettivamente le mie sono deduzioni (fantasiose se vuoi) ma fondate su un'approfondita ricerca...magari totalmente sbagliate ma comunque plausibili...

Ti confermo che l'accordo con Paramount sostituisce il precedente con Sony (il perché non lo so) e come avrai notato dal link che ho postato il sito di Paramount France è in rifacimento e riporta testualmente in francese Le site « Paramount.fr » sera désormais consacré aux autres départements de la société Films Paramount S.A. et ouvert prochainement ovvero il sito Paramount.fr sarà d'ora in poi dedicato agli altri rami della società Films Paramount S.A. e aperto prossimamente, e quindi cambierà forse in Gaumont-Paramount?

Per quanto riguarda il riconvertire la produzione da Blu-ray a HD DVD, a Fox basterebbe cambiare stampatore (se non erro attualmente dovrebbe essere Panasonic). Non credo sia poi così complicato...

Il vero ago della bilancia di tutte le prossime scelte potrebbe essere Warner...ma su questo sto preparando una news che verrà pubblicata domani...

Gianluca
Commento # 3 di: Gian Luca Di Felice pubblicato il 10 Dicembre 2007, 19:17
Originariamente inviato da: Kuarl
Comunque sia sarebbe interessante approfondire il discorso del rapporto che ha gaumont con la sony. Vale a dire, questo nuovo contratto sostituisce il vecchio che aveva con sony? Perché quindi un accordo di così vecchia data è stato messo da parte?


Allora, mi sono informato: la dissoluzione dell'azienda Gaumont Columbia TriStar risale a luglio del 2004 e successivamente le due aziende hanno comunque deciso di siglare un accordo di distribuzione che termina il 31 dicembre 2007. Evidentemente al momento delle trattative per il rinnovo le due aziende non hanno trovato un nuovo accordo e Gaumont ha preferito firmare con Paramount.

Gianluca
Commento # 4 di: Sethman pubblicato il 10 Dicembre 2007, 21:20
Originariamente inviato da: Kuarl
...in secondo luogo per una questione economica, visto che dovrebbe riconvertire tutta la sua produzione da blu ray a hd-dvd...


Eheh hai voglia di scherzare, qui stanno giocando con le noccioline. In tutto il catalogo BluRay (e anche quello HD-DVD) è talmente piccolo da non riempire due pagine di Word. Cosa vuoi che costi a una compagnia come Fox rimpiazzare una piccolissima manciata di titoli.
Secondo il mio parere è propio qui il problema dell'avere pochissimo software HD, semplicemente perchè il mercato è talmente instabile che sicuramente loro stessi si stan creando una sicurezza tale da ridurre al minimo le perdite in caso di vincita di un formato (se mai accadrà.
Commento # 5 di: maurocip pubblicato il 10 Dicembre 2007, 21:47
Io credo che sopratutto per le case più piccole o locali il fattore costo (di produzione) possa essere quel particolare in grado di regalare molte sorpese in futuro, anche per un mercato come quello europeo ora particolarmente sbilanciato verso il BR.
Vedremo....
Commento # 6 di: civale pubblicato il 10 Dicembre 2007, 23:35
Paramount = HDDVD (fino ad oggi)
Gaumont = BD (fino ad oggi)
Pathé = BD

Per me Paramount ha fatto l'accordo per rientrare, seppure indirettamente, nel circo BD perchè secondo me Pathé, legata a Fox e a Gaumont non lascerà mai BD.
E vissero tutti felici e contenti alle nostre spalle.
Civale
Commento # 7 di: Manny124 pubblicato il 11 Dicembre 2007, 01:49
Io direi che ci si dimentica di considerare che l'unica ragione per cui Paramount e' nel campo dell'HD-DVD e' il famoso regalo di 150 milioni, che le ha fatto cambiare idea da un giorno all'altro (letteralmente: il giorno prima diceva che HD-DVD non aveva abbastanza spazio). Al di la comunque di questo, IMHO nell'articolo si corre un po troppo con le deduzioni, non vedo cosa centri la notizia di base con eventuali passaggi ad HD-DVD della compagnia arrivando poi addirittura a ipotizzare che Fox cambi casacca.

In ogni caso tanto per fornire alcune smentite, non e' vero che HD-DVD costa cosi tanto meno di BD, in america i lettori Samsung e il Toshiba di pari livello, hanno ormai differenze di 60$. Quanto ai dischi, il costo di replicazione e' sempre stato minuscolo rispetto al costo complessivo dei dischi e inoltre grazie allo spazio disponibile, e' possibile fare un dico BD con piu lingue per piu mercati (Harry Potter BD che ha lo stesso disco per tutta la regione 2 e' un esempio), con HD-DVD invece non e' possibile, questo problema ha gia' causato ritardi in certe edizioni italiane..

Quanto a BD+, la tecnologia e' tutta da provare, bisogna vedere come Slysoft implementa il crack, qualunque tecnologia e' aggirabile, BD+ pero' ha il problema che e' aggiornabile continuamente quindi di fatto il crack di oggi potrebbe non essere valido per i dischi di domani.

Per il resto, sono curioso di leggere l'articolo di domani

Saluti
Commento # 8 di: Gian Luca Di Felice pubblicato il 11 Dicembre 2007, 07:51
Originariamente inviato da: civale
Paramount = HDDVD (fino ad oggi)
Gaumont = BD (fino ad oggi)
Pathé = BD


Allora, Gaumont ha all'attivo 3 Blu-ray suoi suoi http://www.gaumont.fr/DVD/liste.cfm....il resto è frutto dell'accordo di distribuzione con Columbia TriStar (in pratica sono tutti titoli Sony Pictures)

Per quanto riguarda Pathé, attenzione, attenzione la casa ha già all'attivo 6 HD DVD (vedi qui e qui), tra l'altro marchiati Pathé-Fox, più un buon numero di Blu-ray anche se la maggior parte sono titoli Fox nel resto del mondo.

Gianluca
Commento # 9 di: Emidio Frattaroli pubblicato il 11 Dicembre 2007, 09:00
Originariamente inviato da: Manny124
... In ogni caso tanto per fornire alcune smentite, non e' vero che HD-DVD costa cosi tanto meno di BD, in america i lettori Samsung e il Toshiba di pari livello.......
Hai ragione sul fatto che la forbice si sta riducendo ma è ancora piuttosto alta. Ecco da Amazon il prezzo attuale di un paio di entry level Blu-ray e HD DVD:

Sony S-300 399 US$
Samsung 1400 270 US$

Toshiba A3 219 US$
Toshiba EP30 240 US$

NB: il prezzo del Samsung è frutto di una particolare offerta. In ogni modo, tra i 14 lettori BD e i 10 lettori HD DVD attualmente in catalogo su Amazon, prendendo ovviamente solo quelli in produzione (quindi niente Samsung 1000 o Toshiba A1 per intenderci), il prezzo medio dei lettori con pari caratteristiche è ancora a favore dell'HD DVD ma si sta riducendo molto velocemente.

In Europa la situazione è diversa, nel senso che i prezzi sono molto più alti e la forbice in proporzione è leggermente più ridotta e in alcuni casi si annulla.

Originariamente inviato da: Manny124
... il costo di replicazione e' sempre stato minuscolo rispetto al costo complessivo dei dischi....
Io ho informazioni diverse: ho chiesto preventivi per stampare il nuovo disco test di AV Magazine per il Top Audio & Video di Roma (che non si farà più è le differenze sono pazzesche! Altro che minuscole. Inoltre per il Blu-ray si è costretti ad implementare l'AACS e i costi in questo caso...

Originariamente inviato da: Manny124
... ... e inoltre grazie allo spazio disponibile, e' possibile fare un dico BD con piu lingue per piu mercati (Harry Potter BD che ha lo stesso disco per tutta la regione 2 e' un esempio), con HD-DVD invece non e' possibile, questo problema ha gia' causato ritardi in certe edizioni italiane....
Questo è vero. L'esempio di 2001 - A space Odissey che abbiamo analizzato nel furst-look su AV magazine qualche giorno fa va proprio in questo senso. Ma è anche vero che il discorso per le piccole realtà nazionali (Medusa, 01, Eagle, CecchiGori etc.) questo tipo di discorso non esiste più.

Emidio
Commento # 10 di: Sabatino Pizzano pubblicato il 11 Dicembre 2007, 09:18
emidio si può sapere a quanto ammonta questa differenza? Non voglio sapere il costo di stampa, ma solo la differenza
« Pagina Precedente     Pagina Successiva »