Social Buttons AV Magazine su Facebook AV Magazine su Twitter AV Magazine RSS AV Magazine Newsletter

Mobotix Mx2wire, rete LAN ovunque

di Gian Luca Di Felice, pubblicata il 04 Novembre 2009, all 13:15 nel canale ACCESSORI

“Mobotix annuncia l'arrivo sul mercato del suo nuovo Mx2wire media converter, che consente di trasformare in pochi passi un qualsiasi collegamento di rame (elettrico, telefonico, coassiale d'antenna) in un collegamento rete LAN fino a 30 Mbps”

Milano, 4 novembre 2009 - In pochissimi minuti la casa o l’appartamento possono diventare un ambiente multimediale. Grazie al nuovo Mobotix Mx2wire media converter, ogni cavo elettrico inutilizzato può essere infatti trasformato in un cavo di rete comprensivo di alimentazione. In questo modo, la linea telefonica, il cavo dell'antenna televisiva o del campanello, possono essere impiegati per collegare tra loro apparecchi multimediali come computer, videocamere, router WLAN, telefoni Internet o citofoni senza dover posare altri cavi di alimentazione o di collegamento tra i diversi apparecchi.  

L'Mx2wire media converter di Mobotix è composto da due unità che vanno collegate alle due estremità di un cavo, che può essere lungo fino a 500 metri. Utilizzando la tecnologia brevettata Mobotix, le due unità Mx2wire si configurano automaticamente come unità trasmittente o ricevente così da poter stabilire una rete di collegamento in tutto l'edificio, con possibilità di trasferimento di dati fino a una velocità massima di 30 Mbps, in base al diametro e alla lunghezza del cavo. Si tratta in realtà di trasferimento dati con alimentazione inclusa in quanto l’Mx2wire consente di alimentare dispositivi elettronici come videocamere o router WLAN, grazie allo standard "Power over Ethernet" implementato nell’apparecchio, che fornisce fino a 7 watt di corrente elettrica.

La novità di casa Mobotix si presta indubbiamente a molteplici possibilità di utilizzo all’interno di un qualsiasi ambiente. Tra queste, il trasferimento della connessione ad Internet su diversi piani di un edificio provvisto originariamente di connettività ad uno solo dei piani: in questo caso, basta collegare l’Mx2wire a una presa telefonica analogica inutilizzata e, tramite uno switch (distributore di rete), collegarlo a sua volta a computer, stampanti e telefoni Internet, etc. Anche uno stesso router WLAN può essere collegato a una linea DSL remota collocata a un diverso piano dell’edificio: collegando il router a un'unità dell'Mx2wire situata a un piano differente è possibile connettere computer o altri dispositivi a Internet tramite una rete WLAN. Allo stesso modo, i telefoni standard possono essere sostituiti da telefoni Internet in tutti gli ambienti provvisti di linea DSL e di un computer. 

Il prodotto si presenta sotto forma di due unità/box, ognuna delle quali costituita da un circuito stampato con involucro di alloggiamento, pannello frontale, presa a cornice, accessori di assemblaggio per installazione a filo del muro o in superficie. Le prese a cornice sono disponibili in differenti modelli. Comprensivo dell'unità trasmittente e del ricevitore, è disponibile al prezzo di 398 Euro (IVA Inclusa).

Per maggiori informazioni: caratteristiche principali

Fonte: Mobotix



Commenti (5)

Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - Info
Commento # 1 di: Paganetor pubblicato il 04 Novembre 2009, 17:23
per quella cifra, vi cablo io tutta la casa!
Commento # 2 di: maurino72 pubblicato il 05 Novembre 2009, 00:03
La parte vantaggiosa/atipica e' che lato CPE ti fornisce anche l'energia elettrica tramite PoE.

Comunque tecnologie di switchini che convertono ethernet da 8 fili a 2 fili <---> 2 fili a 8 fili.... esiste da un pezzo.

Mi sembra che si chiami Adsl...

Scherzo.

Comunque le mini DSLAM a 24 porte con i modem ADSL dall'altro lato esistono da molto ... non sono molto conosciute nel settore consumer.....

Saluti a tutti
Commento # 3 di: loreeee pubblicato il 05 Novembre 2009, 10:41
non mi sembra una novità, già anni fa installavo soluzioni simili prodotte da netgear, funzionare funzionavano, ma si surricaldavano tantissimo ed ogni tot andavano riavviati
Commento # 4 di: papux pubblicato il 05 Novembre 2009, 17:31
è una soluzione realmente molto interessante, che per quanto mi riguarda mi risolverebbe problemi grossi come fare passare un cavo ethernet in quasi 10 scatole di derivazione diverse dove non so neanche se c'è spazio...
se non fosse per il prezzo, non ho idea di quanto costano prodotti di questo tipo, ma preferisco quasi rifare le tracce
Commento # 5 di: zero pubblicato il 09 Novembre 2009, 17:47
Ho anchio il problema dello spazio esaurito nelle canaline e così ne ho acquistati pochi mesi fa un paio su ebay rimarchiati da Alice a 20euro la coppia, ogni tanto vanno riavviati ma per il resto fanno egregiamente il loro lavoro.
In ogni caso non è una novità, possono lavorare magari meglio di altri prodotti simili gia' in commercio ma appunto la tecnologia è presente da un pezzo.