Social Buttons AV Magazine su Facebook AV Magazine su Twitter AV Magazine RSS AV Magazine Newsletter

Internet2 vola a 100Gbps

di Gian Luca Di Felice, pubblicata il 15 Ottobre 2007, all 12:44 nel canale ACCESSORI

“La cosiddetta Internet2 continua il proprio stadio di sviluppo e negli Stati Uniti è stato dimostrato il funzionamento e lo scambio dati ad una velocità di 10Gbps tra due punti, mentre l'intera rete permette ora una banda passante di 100Gbps”

 Internet2, meglio conosciuta agli addetti ai lavori come UCAID (University Corporation for Advanced Internet Development) ha dimostrato il fine settimana scorso la sua nuova infrastruttura di rete, che consente di collegare due punti specifichi in maniera diretta ad una velocità di 10Gbps. L'insieme della nuova rete assicura invece una banda passante di circa 100Gbps, il che vorrebbe dire poter scaricare il contenuto di un HD DVD o un Blu-ray nel giro di pochi minuti. Internet2 si prefigura come la rete del futuro, ma per ora il suo utilizzo è limitato alle 207 università e organizzazioni statunitensi membri del consorzio UCAID.

Questa rete, per ora ancora in stadio di prototipo o beta testing, utilizza sempre il protocollo IP e dovrebbe entrare in funzione a partire da gennaio prossimo. Ogni porzione è composta di una fibra ottica o da un fascio di fibre in grado di assicurare una banda passante di 10Gbps ad ogni influsso luminoso. Intervenendo sulla lunghezza d'onda del segnale è poi possibile fare transitare più raggi luminosi su una stessa porzione, in modo da formare un flusso in grado di consegnare una banda totale massima di 100Gbps. Con questo nuova scoperta, l'UCAID inaugura una nuova tecnologia denominata "Dynamic Circuit Network", che consente di stabilire in maniera specifica dei collegamenti diretti tra due punti della rete, il tempo necessario al trasferimento dei dati. Già perfettamente funzionante, questa funzionalità avrebbe permesso ai ricercatori di trasferire più di 300GB di dati in meno di 5 minuti da uno stato all'altro degli Stati Uniti. A questo punto non ci rimane che cambiare gli hard-disk, o forse non ne avremo davvero più bisogno e lasceremo tutti i nostri dati residenti nei server. Attendiamo ancora qualche anno per avere una risposta...

Fonte: Clubic



Commenti (16)

Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - Info
Commento # 1 di: chromef pubblicato il 15 Ottobre 2007, 12:57
A dire il vero non è che sia una così grande novità, visto che prodotti che supportano 80 lunghezze d'onda (o più, ognuna capace di 40Gb/s (totale 3.2Tb/s su una sola fibra!) sono già disponibili da un po'. La rete di cui sopra, che sembra utilizzare al momento solo 10x10G, non è nulla di trascendentale.
Ma, come si suol dire, avercene, noi che già con FastEthernet saremmo strafelici...
Fra
Commento # 2 di: Girmi pubblicato il 15 Ottobre 2007, 13:00
Mha!
8 anni fa Enel sperimentava line powerline a 100Mbps sincrone e ancora oggi andiamo a 1/2Mbps (asincrono) reale, quando va bene.

Che sperimentino pure, ma che si decidano anche a quagliare qualcosa.

Ciao.
Commento # 3 di: manuel74 pubblicato il 15 Ottobre 2007, 14:16
Originariamente inviato da: Girmi
Mha!
8 anni fa Enel sperimentava line powerline a 100Mbps sincrone e ancora oggi andiamo a 1/2Mbps (asincrono) reale, quando va bene.


Purtroppo l'esperimento di powerline a Grosseto non e' piu' andato avanti perche' l'ENEL ha dismesso la propria parte TLC (Wind).

Purtroppo oggi solo il giappone sta investendo massicciamente FTTH (fiber to the home) con circa 8 milioni di case connesse, perche' il ritorno sull'investemento per adesso e' troppo diluito nel tempo.

Se penso che i giapponesi con 54$ al mese hanno la 100 mbit a casa, mentre io con 52Euro al mese ho una 6 mbit DSL con fastweb... mi sento male !!!!!!!!!

bye
Manuel
Commento # 4 di: Gian Luca Di Felice pubblicato il 15 Ottobre 2007, 14:23
Originariamente inviato da: chromef
A dire il vero non è che sia una così grande novità. La rete di cui sopra, che sembra utilizzare al momento solo 10x10G, non è nulla di trascendentale.


Forse non hai colto un particolare fondamentale di questa notizia: questa rete utilizza sempre il protocollo IP

Ciao! Gianluca
Commento # 5 di: maurino72 pubblicato il 15 Ottobre 2007, 15:20
per Gianluca e chromef

... se posso dire la mia, la notizia non e' ne che usano il wdm ne l'ip ma ... che loro hanno applicato la tecnologia WDM ad una rete IP >>>e<<< ora hanno i sistemi funzionanti... e ci puoi fare delle cose... per Girmi e manuel 74... non e' una rete per l'accesso... per quella si sta studiano un derivato della tecnologia WDM che il il WDM - PON... non scrivo le sigle per fare il figo ma cosi potete cercarle su wikipedia e vi vedete il tutto... ciaooo
Commento # 6 di: romeop pubblicato il 15 Ottobre 2007, 15:54
inutile parlare di 10 Gbit a casa se basta uscire dalle nostre città di qualche kilometro e trovarsi FUORI COPERTURA ADSL.
Secondo me è meglio dare 1Mbit a TUTTI e poi lavorare per aumentare la banda disponibile
Commento # 7 di: Kilo pubblicato il 15 Ottobre 2007, 16:51
Non confondiamo la nostra realtà con quella USA, dove intere città sono coperte da segnale WiFI ad accesso gratuito e dove la connettività a banda larga è percepita realmente come un diritto.
Commento # 8 di: Gian Luca Di Felice pubblicato il 15 Ottobre 2007, 17:10
Originariamente inviato da: maurino72
... se posso dire la mia, la notizia non e' ne che usano il wdm ne l'ip ma ... che loro hanno applicato la tecnologia WDM ad una rete IP


E' quanto intendevo sottolineare io!....e qui sta infatti la novità!

Gianluca
Commento # 9 di: chromef pubblicato il 15 Ottobre 2007, 17:34
https://mail.internet2.edu/wws/arc/...0/msg00002.html
Layer1 è DWDM, con 10x10GE al momento (non sono come sia incapsulato per il trasporto su DWDM, ma probabilmente usano G.709), ma scalabile fino a 100 lunghezze d'onda. Il vendor è Infinera.
Bello, ma non è una novità per chi lavora nell'ambito.
La nuova rete nazionale di un paese dell'est a cui sto lavorando sarà ancora più avanzata...
Commento # 10 di: ciocia pubblicato il 15 Ottobre 2007, 19:04
Internet2....fantascienza...
Io abito in centro ad un paese di 3.500 abitanti, a 10km da boogna, a 1km dalla via emilia. Niente adsl, pago 29€ al mese per navigare in isdn....
« Pagina Precedente     Pagina Successiva »