Social Buttons AV Magazine su Facebook AV Magazine su Twitter AV Magazine RSS AV Magazine Newsletter

Gartner: hi-tech 2007 in pericolo

di Raffaele Labrozzi, pubblicata il 15 Dicembre 2006, all 20:04 nel canale ACCESSORI

“La società di consulenza parla del prossimo anno in termini davvero catastrofici e da novella Cassandra annuncia un 2007 denso di complicazioni per il mondo tecnologico”

Roma, Dicembre 2006. Stando a quanto prevede la nota società di consulenza Gartner, l'anno entrante sarà di quelli da ricordare per l'intero settore tecnologico con la fine dello sviluppo di codici monolitici come Microsoft Windows, picco per fenomeni quali il blog writing ed eventi catastrofici come la mancanza di energia elettrica necessaria ad alimentare i data center di mezzo mondo.

L'energia elettrica necessaria al mantenimento dei centri di raccolta dati crescerà a dismisura, così come l'esigenza di raffreddare e dissipare tutto il calore sviluppato da microchip e componenti altamente integrati sempre più diffusi. La situazione arriverà vicina al collasso per il 2008, con previsione di black-out e guasti sempre più frequenti, almeno finché l'innovazione tecnologica non comincerà a risolvere il problema ed entro il 2010.

Oltre questo, Per la fine dell'anno prossimo si assisterà ad un vero e proprio "super-attacco" alle infrastrutture tecnologiche e Gartner prevede che il 75% delle aziende non avrà scampo. C'è il pericolo che gli esperti di sicurezza IT non saranno del tutto pronti se la situazione attuale non cambierà e sarà praticamente impossibile contrastare efficacemente gli attacchi.

Tra le notizie positive, c'è l'indice di stima del costo finanziario necessario a gestire gli investimenti delle aziende in hardware e software inventato dalla stessa Gartner, che si dimezzerà entro il 2010. La crescente importanza di fattori quali la gestibilità, l'automazione e l'affidabilità giocheranno in favore di un mercato di "commodities" e servizi sempre più convenienti, garantendo un risparmio crescente nel tempo nella gestione delle forniture da parte dei dipartimenti IT delle aziende.

Per maggiori informazioni : www.gartner.com 



Commenti (1)

Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - Info
Commento # 1 di: Brigno pubblicato il 16 Dicembre 2006, 07:35
Basta non usare windows e già i problemi di sicurezza si dimezzano, le richieste di potenza di calcolo pure e di conseguenza anche di energia.
Diminuendo le potenze di calcolo anche il problema della dissipazione di calore si risolve..

Morale.....eliminiamo windows e saremo tutti più contenti

A parte gli scherzi ..quello è ciò che si augurano loro per vendere i loro prodotti ....

Già con i conroe la situazione è migliorata (più potenza ma meno energia e calore) mentre per la sicurezza ..facendo attenzione ed usando i SW giusti i rischi diminuiscono drasticamente