Social Buttons AV Magazine su Facebook AV Magazine su Twitter AV Magazine RSS AV Magazine Newsletter

YouTube: streaming musica in arrivo?

di Gian Luca Di Felice, pubblicata il 07 Marzo 2013, all 09:30 nel canale MOBILE

“Google sembra pronta a sferrare l'attacco ai vari servizi musicali in streaming quali Spotify, Deezer o Pandora. Secondo quanto pubblicato dal magazine Fortune, la piattaforma verrà integrata in YouTube e offrirà sia l'ascolto gratuito, che formule d'abbonamento "Premium" prive di pubblicità e con funzionalità aggiuntive”

Secondo quanto pubblicato dall'autorevole magazine statunitense Fortune sul proprio sito, Google si appresterebbe a lanciare entro l'anno un servizio musicale in streaming tramite il suo portale YouTube. Così come Google Play Music rappresenta la risposta all'iTunes Music Store di Apple o all'Amazon MP3, il nuovo servizio sembrerebbe pronto ad insidiare il crescente mercato delle piattaforme di ascolto musicale in streaming illimitato, in stile Spotify, Deezer, Pandora o Muisc Unlimited di Sony. Secondo indiscrezioni anonime provenienti da fonti interne a Google stessa e dall'industria musicale, il nuovo servizio dovrebbe essere gratuito, ma prevedere anche formule di abbonamento "premium" prive di interruzioni pubblicitarie e con ulteriori funzionalità (Minore compressione audio? Download playlist per ascolto off-line? Ascolto da qualsiasi dispositivo? Integrazione con le playlist di Google Music e relativo player Android?).

I servizi musicali in streaming illimitato sembrano far gola a molti e cominciano anche a soddisfare le etichette discografiche: la major Warner Music ha dichiarato recentemente che il fatturato proveniente da vari servizi in streaming ha rappresentato lo scorso anno il 25% del suo fatturato "musica liquida", con trend in crescita nel primo trimestre 2013. Non a caso, parallelamente a questa indiscrezione riguardante Google e YouTube, un'altra che si fa sempre più insistente riguarderebbe Apple, pronta anch'essa ad integrare un servizio musicale in streaming nella piattaforma iTunes.

Fonte: Fortune.com



Commenti