Social Buttons AV Magazine su Facebook AV Magazine su Twitter AV Magazine RSS AV Magazine Newsletter

Windows 7: niente supporto nativo al Blu-ray

di Gian Luca Di Felice, pubblicata il 10 Marzo 2009, all 11:44 nel canale MOBILE

“Il prossimo sostituto dei Windows Vista, già disponibile e apprezzato come beta1 da un gran numero di appassionati, non integrerà il supporto nativo alla riproduzione dei dischi Blu-ray. Solo la masterizzazione sarà supportata di default”

Windows 7 è all'attesissimo nuovo sistema operativo sviluppato da Microsoft e destinato a sostituire Windows Vista entro la fine dell'anno. Contrariamente a quanto ipotizzato in precedenza, i responsabili della software house hanno dichiarato che il nuovo O.S. non consentirà di riprodurre nativamente i film in Blu-ray.

La conferma arriva direttamente da Steven Sinofsky, responsabile del sviluppo di Windows 7, che precisa che il nuovo O.S. sarà comunque in grado di masterizzare nativamente i dati su supporti Blu-ray scrivibile e riscrivibili. Per poter riprodurre i film in Blu-ray sarà quindi necessario ricorrere a software terzi, quali WinDVD o PowerDVD (vedi news)

Fonte: Windows7Center



Commenti (19)

Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - Info
Commento # 1 di: eriki71 pubblicato il 10 Marzo 2009, 12:27
E ti pareva che mettevano un player gratuito!!!!!
Commento # 2 di: davidthegray pubblicato il 10 Marzo 2009, 12:29
Chissà che royalties deve aver chiesto il consorzio blu ray (leggi Sony) a Microsoft per le licenze!
Commento # 3 di: plasmarex pubblicato il 10 Marzo 2009, 12:40
La cosa non mi piace affatto...
...ma le terze parti aiutano molto.

@davidthegray
Molto probabilmente hai centrato il problema
Commento # 4 di: Maximum07 pubblicato il 10 Marzo 2009, 13:25
se Microsoft avesse reso la lettura nativa per i blu-ray sai quanto avrebbero rotto le scatole le varie authority per la concorrenza ecc.
Commento # 5 di: guido pubblicato il 10 Marzo 2009, 14:14
la licenza del player costa 30 dollari
per cui sono circa 40 dollari in più al cliente finale

visto che anche Apple ha preso la stessa decisione penso sia un modo
per farsi fare uno sconto sulla licenza

Guido
Commento # 6 di: loreeee pubblicato il 10 Marzo 2009, 14:14
beh tanto chi ha un HTPC generalmente usa sw di terze parti, non di certo mediaplayer..
Commento # 7 di: Ryusei pubblicato il 10 Marzo 2009, 14:26
sono piu' che daccordo che molto spesso si utilizzano software di terze parti, ma in ogni caso a prescindere dalle royalties mi sembra proprio una gran ca....volata dare la possibilità di masterizzare un supporto che poi non potrai neanche rileggere per controllare che la copia sia funzionante! è davvero un controsenso...
Commento # 8 di: sigpilu pubblicato il 10 Marzo 2009, 14:29
vi farei notare che lo stesso valeva per i dvd al tempo di XP (secondo loro via WMP bisognava scaricarsi da Microsoft dei codecs a pagamento, ricordate?).
Tutto ciò naturalmente prima del mediaplayer classic di gabest e del videolan player...
Commento # 9 di: Gian Luca Di Felice pubblicato il 10 Marzo 2009, 14:31
Ovviamente stiamo parlando di dati: i puri dati potranno essere masterizzati e ovviamente riprodotti senza alcun problema. Se fai un Blu-ray con file Mp3 o file Divx per esempio, ovviamente non avrai alcun problema a riprodurli....è il supporto nativo alla riproduzione dei film in Blu-ray che non verrà supportato nativamente!

Gianluca
Commento # 10 di: zLaTaN_85 pubblicato il 10 Marzo 2009, 14:37
e se mi faccio un bluray con il video HD delle mie vacanze lo legge o no?
« Pagina Precedente     Pagina Successiva »