Social Buttons AV Magazine su Facebook AV Magazine su Twitter AV Magazine RSS AV Magazine Newsletter

Sil 1930 nelle schede ATI e nVIDIA con HDMI

di Emidio Frattaroli, pubblicata il 29 Agosto 2005, all 12:20 nel canale MOBILE

“ATI e nVIDIA si preparano ad introdurre le prime schede grafiche con pieno supporto agli standard in alta definizione con la disponibilità dell'interfaccia HDMI e l'utilizzo dei trasmitter TDMS Silicon Image Sil 1930 o Sil 1390.”

Durante l'ultimo lustro, il computer ha iniziato ad esser utilizzato sempre più come sorgente audio video di qualità. Dai primi HTPC come il "Cassini" e le schede video con GPU MPACT2 del 1999, la strada percorsa dal computer nel segmento AV è stata davvero tanta.

Oggi, una delle migliori catene per la visualizzazione di immagini prevede l'utilizzo di un personal computer con scheda video di ultima generazione, collegata con il display o videoproiettore attraverso un collegamento video digitale DVI con la stessa identica risoluzione del display utilizzato.

Negli ultimi mesi, un ostacolo stava mettendo in dubbio la prosecuzione di questo cammino poiché un sempre crescente numero di display (soprattutto LCD ma anche qualche plasma) non consente di visualizzare immagini con collegamento DVI se queste provengono da personal computer.

In realtà il limite sta nel fatto che questi display accettano solo segnali video digitali con la tanto odiata protezione HDCP, integrata ad esempio nelle sorgenti ad alta definizione di ultima generazione ma anche nei lettori DVD con possibilità di scaling ad alta definizione.

Per ovviare a questo problema e per entrare a pieno titolo nel mercato delle sorgenti AV del prossimo futuro, il segmento dell'Information Technology non è rimasto alla finestra e la soluzione è già pronta.

ATI, nVIDIA, seguite probabilmente anche da Matrox, hanno scelto di implementare nelle proprie schede grafiche di prossima generazione il trasmitter TDMS prodotto da Silicon Image e pienamente compatibile con i protocolli di comunicazione protetti dell'alta definizione.

Silicon Image ha già pronti due prodotti che differiscono in pratica solo per la differente dotazione di ingressi video digitali. Il modello Sil 1390 prevede infatti un ingresso video in standard SDVO mentre il modello 1930 include un ingresso in standard TDMS.

I due trasmitter TDMS integrano le specifiche HDCP e possono essere utilizzate anche per la produzione di uscite HDMI visto che sono anche integrate le funzionalità audio più avanzate (8 canali 24/192).

La trasmissione di segnali video digitali è garantita fino a risoluzione UXGA oppure a 1920x1080 linee a scansione progressiva. Quindi ben oltre le specifiche attuali dell'alta definizione che prevedono solo 1080 linee interlacciate.

Per maggiori informazioni sui chip Silicon Image: www.siliconimage.com



Commenti (25)

Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - Info
Commento # 1 di: AlbertoPN pubblicato il 29 Agosto 2005, 14:27
Eccoci qui ...

e come si direbbe nella lingua locale, qui (e non credo che servano traduzioni) :

cumò i sin cagas .....

Mandi!

Alberto
Commento # 2 di: pampie pubblicato il 29 Agosto 2005, 14:30
potresti tradurlo per favore?

AlbertoPN ha scritto:
cumò i sin cagas .....


ammetto di non aver capito
Commento # 3 di: AlbertoPN pubblicato il 29 Agosto 2005, 14:32
Re: potresti tradurlo per favore?

pampie ha scritto:
ammetto di non aver capito


Adesso siamo ... nel guano .....
Commento # 4 di: sasadf pubblicato il 29 Agosto 2005, 14:32
se ho capito bene. ci fanno credere che una ulteriore protezione(del tutto inutile) contro la copia(HDCP= PUAH!!!), la ficcano dentro agli htpc, ce la faran pagare pure cara, e la fan passare per una bella notizia?

sbaglio?


walk on
sasadf
Commento # 5 di: AlbertoPN pubblicato il 29 Agosto 2005, 14:33
sasadf ha scritto:sbaglio?


decisamente no Sasà .......

mandi !

Alberto
Commento # 6 di: luca pubblicato il 29 Agosto 2005, 14:41
Ma scusate, parliamo seriamente altrimenti quà non se ne esce più:

ma perchè non torniamo al classico tv a tubo catodico 4/3 non a schermo piatto e ci guardiamo solo vhs mangiandoci tanto pop-corn


dai vi prego !!!


Comunque questo HDCP lo conosco personalmente molto poco ma mi sta sempre più sulle p....


Luca
Commento # 7 di: Emidio Frattaroli pubblicato il 29 Agosto 2005, 14:42
Effettivamente potrebbe sembrare una scemenza dover pagare per includere una specie di traduttore che sia in grado di inserire la codifica HDCP in modo da pilotare i display HD.

D'altra parte dovremmo prendercela con i produttori di display. Anche perché non credo che per il momento esistano proiettori che si rifiutano di accettare sehnali DVI non HDCP a risoluzioni HD.

Spero solo che non si arrivi ad introdurre la presa HDMI anche sulle schede video. Continuo a preferire il connettore DVI per dimensioni, stabilità, robustezza.

Magari l'HTPC del prossimo futuro avrà un dcoder DVB-T HD integrato e allora...

Emidio
Commento # 8 di: pampie pubblicato il 29 Agosto 2005, 14:46
protezioni per sopravvivere

sasadf ha scritto:
ci fanno credere che una ulteriore protezione(del tutto inutile) contro la copia(HDCP= PUAH!!!), la ficcano dentro agli htpc, ce la faran pagare pure cara, e la fan passare per una bella notizia?

luca ha scritto:
Comunque questo HDCP lo conosco personalmente molto poco ma mi sta sempre più sulle p...

Emidio Frattaroli ha scritto:
Spero solo che non si arrivi ad introdurre la presa HDMI anche sulle schede video.


certo è che l'HTPC rompe le uova nel paniere di molti produttori di elettroniche
Commento # 9 di: AlbertoPN pubblicato il 29 Agosto 2005, 14:47
Emidio Frattaroli ha scritto:Magari l'HTPC del prossimo futuro avrà un dcoder DVB-T HD integrato e allora...


già ... soprattutto i Media Center del futuro ....

e comunque se il mercato va in quella direzione ... non è che si può remare contro ....

mandi!

Alberto
Commento # 10 di: erick81 pubblicato il 29 Agosto 2005, 14:50
Nelle specifiche delle attuali GPU è già inserita la compatibilità con HDCP, che non sia sfruttabile?

Anyway, il mondo dei PC si stà sempre più avvicinando a quello A/V, vedi la presentazione del marchio VIIV di Intel, con il quale verranno contraddistinti i prodotti destinati alla Digital Home (southbridge dedicati, con suffisso DH, in primis).

Resto sempre più dell'idea che, viste le evoluzioni alle porte, spendere adesso più di 70 € per una scheda video è troppo!
« Pagina Precedente     Pagina Successiva »