Social Buttons AV Magazine su Facebook AV Magazine su Twitter AV Magazine RSS AV Magazine Newsletter

Microsoft Zune al capolinea?

di Gian Luca Di Felice, pubblicata il 26 Gennaio 2009, all 10:41 nel canale MOBILE

“La crisi economica mondiale e la recente decisione di Microsoft di dare il via a tagli di personale potrebbe mettere seriamente in discussione il futuro del lettore multimediale dell'azienda di Redmond”

Ormai arrivato negli Stati Uniti alla seconda generazione e ancora mai introdotto nel Vecchio Continente, il lettore multimediale Zune di Microsoft non è mai riuscito a contrastare il predominio di Apple e dei suoi iPod e, in considerazione delle difficoltà economiche mondiali, i vertici della software house californiana potrebbero a breve decidere di interromperne la produzione. Durante il periodo natalizio, le vendite dello Zune hanno fatto registrare un calo di fatturato del 54% rispetto allo stesso periodo dell'anno precedente e questo mentre Apple ha visto crescere le vendite di iPod del 3% (nonostante un fatturato in calo del 16%).

Ecco dunque che la crisi mondiale dei consumi non sembra essere l'unica causa dell'insuccesso di Zune e il recente annuncio del taglio di personale (vedi news) potrebbe in parte andare a toccare proprio la divisione responsabile dello sviluppo di Zune. Secondo indiscrezioni, l'eventuale decisione di abbandonare il mercato dei lettori multimediali portatili potrebbe far confluire il know-how software acquisito in questi anni nella piattaforma Windows Mobile.

Fonte: THG



Commenti (16)

Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - Info
Commento # 1 di: Girmi pubblicato il 26 Gennaio 2009, 12:44
Originariamente inviato da: Redazione
mentre Apple ha visto crescere le vendite di iPod del 3% (nonostante un fatturato in calo del 16%).

Le cose non stanno in quest'ottica, ma dato che qui non si parla di aziende d'informatica è una svista perdonabile.

Per quanto riguarda lo Zune, credo che il vero problema del crollo di vendite non sia nella crisi mondiale, che ormai è diventata una scusa per qualunque cosa.
La domanda di player multimediali in realtà è in crescita, anche in questo periodo di crisi, e la riprova è nell'aumento di vendite di iPod ed anche lo Zen sembra andare bene.

Le cause del crollo dello Zune credo siano da ricercare prima di tutto nel fallimento del progetto Zune Store, mai veramente partito, e nella mancata diffusione worldwide del dispositivo.

Il mercato americano è molto sofferente in questo periodo ed aver sbocchi in mercati meno fermi forse avrebbe dato risultati diversi.
Lo stesso iPod deve parte del suo amento di vendite all'estero.
Inoltre in Microsoft avrebbero dovuto capire che il successo dell'iPod è proprio nel iTunes Store ed imitare anche quello.

Insomma, l'unico che pensava che Zune sarebbe stato un successo era Ballmer, ma c'ha messo un suc di troppo.

Ciao.
Commento # 2 di: Gian Luca Di Felice pubblicato il 26 Gennaio 2009, 12:54
Originariamente inviato da: Girmi
Le cose non stanno in quest'ottica, ma dato che qui non si parla di aziende d'informatica è una svista perdonabile.


Ciao,
invece di fare battute poco costruttive, illuminaci su questo punto visto che io mi sono limitato a riportare quanto letto dalle agenzie stampa!

Grazie!

Gianluca
Commento # 3 di: Girmi pubblicato il 26 Gennaio 2009, 13:43
I dati diffusi sono quelli, ma vanno interpretati all'interno dell'intero bilancio presentato.

È vero che il fatturato, degli iPod è calato del 16% a fronte del +3% di unità vendute, ma questo non è dovuto ad un apparente calo generalizzato dei prezzi di vendita, che sono invece rimasti immutati dal'ultimo quarto 2008 per tutti i modelli rimasti a listino tranne il Touch.
Il calo è in realtà dovuto al poderoso aumento del fatturato dell'iPhone, + 417%, che, essendo di fatto un Touch con in più il telefono, ha spostato quote di mercato dai più costosi della famiglia iPod, cioè lo stesso Touch ed il Classic da 160GB (sparito dal listino).

Lo stesso calo del 18% del prezzo medio di vendita degli iPod, passato dai $ 181 del Q108 ai $ 148 del Q109, vista la stabilità di prezzo dei modelli più economici si spiega solo col calo di prezzo e di vendite del Touch e la sparizione del Classic da 160GB.

Quindi più iPod Classic, Nano e Shuffle, i meno costosi, ma meno fatturato rispetto allo scorso, quando il Touch non subiva ancora la forte concorrenza interna dell'iPhone.
Se però consideri che l'iPhone (un Touch col telefono) ha fatturato più un terzo degli iPod, ecco che il ragionamento sul presunto calo di fatturato dei lettori multimediali di Apple cambia completamente.


Ciao.
Commento # 4 di: avdarjo pubblicato il 26 Gennaio 2009, 15:16
ciao a tutti

...ragazzi ma perchè in europa non mettono in commercio mai i prodotti in anteprima (per ciò che ho visto) ... e pure non siamo poi così arretrati..sarà un problema della sola italia???bah...
Commento # 5 di: torence pubblicato il 26 Gennaio 2009, 18:29
@Girmi: scusa Girmi, ma continuo a non capire il senso del tuo intervento...
la notizia si limita a segnalare un aumento di unità vendute a fronte di un calo di fatturato, senza entrare minimamente nell'analisi di quali prodotti hanno subito un taglio di prezzo nell'anno fiscale in corso, tutto qua. Non mi sembra che l'autore della news volesse interpretare i bilanci (tra l'altro non c'è ancora nessun bilancio in ballo, bisogna aspettare la fine dell'anno fiscale per il consolidato, qua si parla esclusivamente di analisi delle vendite natalizie mi sembra).

che c'entra tutto il discorso sull'aumento di fatturato dell'iPhone e sul fatto che i modelli economici di iPod non hanno avuto un taglio di prezzo? (cosa tra l'altro sbagliata, basta vedere il calo di prezzo che ha avuto lo shuffle). Non mi sembra che l'intento dell'articolo fosse quello di dimostrare un apparente perdita di market share da parte di apple, anzi, casomai è l'opposto :P
Commento # 6 di: Girmi pubblicato il 27 Gennaio 2009, 01:51
Originariamente inviato da: torence
la notizia si limita a segnalare un aumento di unità vendute a fronte di un calo di fatturato, senza entrare minimamente nell'analisi

Ed infatti è questa la svista a cui mi riferivo.
La notizia riporta un dato estrapolato da un'altra notizia per portare un termine di paragone all'interno della stessa.
In sé è una cosa fattibile, ma come ho dimostrato, se il dato estrapolato fosse stato analizzato non sarebbe stato rappresentato a paragone nei termini in cui è stato presentato.

Ciao.
Commento # 7 di: Gian Luca Di Felice pubblicato il 27 Gennaio 2009, 08:55
Originariamente inviato da: Girmi
Ed infatti è questa la svista a cui mi riferivo.


Ma quale svista??!!....ho preso quel singolo dato solo per sottolineare che l'insuccesso di Zune non può essere imputato al contesto di crisi economica mondiale, visto che gli iPod continuano a vendere! (e l'ho anche sottolineato all'inizio del paragrafo successivo: Ecco dunque che la crisi mondiale dei consumi non sembra essere l'unica causa dell'insuccesso di Zune )

Se poi tu mi prendi i dati di vendita fantasmagorici di iPhone (che in parte è anche un iPod, su questo siamo d'accordo), allora io dovrei tirarti in ballo i numeri relativi alla diffusione di smartphone con Windows Mobile!!! Ma non era questo il punto della notizia: ho parlato di Zune e delle possibili conseguenze del suo insuccesso!!! Non volevo parlare né di Apple, né di iPod, né di iPhone, né di Windows Mobile o di altro!! Cerca di essere meno fazioso: non esiste solo il meraviglioso mondo Apple al mondo!

Io continuo a risponderti solo per correttezza nei confronti degli altri lettori (che non vogliamo siano disinformati da commenti oggettivamente di parte e decontestualizzati, per quanto magari anche corretti nella sostanza), ma ti sottolineo ancora una volta che continui ad andare OT e i moderatori prenderanno prima o poi seri provvedimenti!!!

Quindi smettiamola con gli OT!!! Grazie!

Gianluca
Commento # 8 di: pistu pubblicato il 27 Gennaio 2009, 10:11
Zune.Chi è???
: )
Commento # 9 di: pistu pubblicato il 27 Gennaio 2009, 10:12
No a parte gli dcherzi.MA chi se lo compra + un lettore mp3, adesso che le capacità delle micro sd hanno raggiunto livelli eccezionali.Qualsiasi cellulare fa quello che fanno i lettori mp3.
Io dovevo cambiare il mio zen e ho deciso di prendermi un xpressmusic.
Commento # 10 di: avdarjo pubblicato il 27 Gennaio 2009, 12:01
raga qualquno condivide la mia curiosità...

...ragazzi ma perchè in europa non mettono in commercio mai i prodotti in anteprima (per ciò che ho visto) ... e pure non siamo poi così arretrati..sarà un problema della sola italia???bah...
« Pagina Precedente     Pagina Successiva »