Social Buttons AV Magazine su Facebook AV Magazine su Twitter AV Magazine RSS AV Magazine Newsletter

Microcellulare con trasduttore a dito

di Emidio Frattaroli, pubblicata il 07 Ottobre 2005, all 10:16 nel canale MOBILE

“NTT DoCoMo, il maggiore operatore di telefonia in Giappone, ha presentato un nuovo prototipo di telefono cellulare che utilizza le dita della mano come trasduttori audio”


Molto presto, se verrete beccati ad esplorare il vostro padiglione auricolare
potrete tranquillamente sostenere che in realtà state parlando al telefono.

Tokyo - CEATEC, Ottobre 2005. NTT DoCoMo, il maggiore operatore di telefonia in Giappone con quasi 50 milioni di contratti, ha presentato al CEATEC un nuovo prototipo di telefono cellulare che utilizza le dita della mano come trasduttori audio


Anello alla moda o telefono cellulare Hi-Tech?

Il telefono si indossa come un anello e per ascoltare l'audio è sufficiente inserire l'estremità del dito su cui è inserito all'interno della canale uditivo esterno. La risposta in frequenza è ovviamente limitata alle frequenze più alte ma è pienamente sufficiente per una chiara riproduzione del parlato.

Il nuovo telefono fa a meno dei tasti. Per il controllo dell'unità possono essere utilizzati codici ad impulso comandati dalla percussione ritmata tra le dita opponenti come nel disegno più in alto (quella su cui è indossato il cellulare ed il pollice).

Viste le dimensioni attuali e le ulteriori possibilità di sviluppo, è lecito attendersi una considerevole produzione di modelli fortemente caratterizzati nel design e nei colori. Una novità che, tra le altre cose, sarà certamente propedeutica alla cura dell'igiene del proprio padiglione auricolare.



Commenti (11)

Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - Info
Commento # 1 di: stazzatleta pubblicato il 07 Ottobre 2005, 10:32
Urka, per la foto devono aver strapagato quel modello

prima ci si divertiva a vedere persone che parlottavano allegramente mentre parlavano al telefono con l'auricolare, giuro che la prima volta che vedo qualcuno che risponde al telefono infilandosi un dito nell'orecchio, sbotto in una grassa risata.

un po scomoda l'attivazione delle funzione a percussione
Commento # 2 di: maurocip pubblicato il 07 Ottobre 2005, 10:35
Incredibile tecnologia...

ma anche


Incredibile cavolata giapponese!!!!



...EmiDio, confessa che volevi pubblicare un tuo primo piano....



P.S. e con gli zozzoni che si lavano poco le orecchie.....
BLEAHHHH che schifo!!!!
Commento # 3 di: pela73 pubblicato il 07 Ottobre 2005, 10:47
ma funziona anche con il dito nel naso??
scommetto che emiDIO ha provato ma la foto non l'ha pubblicata.
ciao
mirko
Commento # 4 di: giapao pubblicato il 07 Ottobre 2005, 10:55
questa cosa l'avevo gia' sentita qualche mese fa', carina pero' vederla usare a Emidio... dimmi un po', se devi passare la comunicazione a un'altra persona che fai? gli infili un dito nell'orecchio?
ciao e divertiti!
Commento # 5 di: Emidio Frattaroli pubblicato il 07 Ottobre 2005, 11:02
Battute a parte, non è affatto male come semplicità di utilizzo ed efficienza. Il modello che ho provato era in comunicazione Bluetooth con un vero telefono.

Il sistema comunque è pronto per essere commercializzato, magari come semplice adattatore BT in luogo dell'auricolare.

Emidio
Commento # 6 di: Kilo pubblicato il 07 Ottobre 2005, 11:15
Drin...drin...
Pronto?....Glielo passo subito...
Franco, è per te!... aspetta che ti infilo un dito nell'orecchio!
Commento # 7 di: fabio3 pubblicato il 07 Ottobre 2005, 12:02
Si ascolta con l'indice e si parla al pollice????

E per fare il numero?

Il tasto zero dov'è??
Commento # 8 di: Raffaele pubblicato il 07 Ottobre 2005, 12:17
...e per la funzione send a fax dove lo..... ?
Commento # 9 di: peppemar pubblicato il 07 Ottobre 2005, 12:38
I numeri della rubrica te li scrivi nella mano sinistra !!!

Commento # 10 di: maurocip pubblicato il 07 Ottobre 2005, 13:52
Indubbiamente chi soffre di geloni al dito potrebbe aver trovato il modo di rovinarsi con la bolletta telefonica.....
« Pagina Precedente     Pagina Successiva »