Social Buttons AV Magazine su Facebook AV Magazine su Twitter AV Magazine RSS AV Magazine Newsletter

Jon Lech Johansen crakka l'iPod!

di Emidio Frattaroli, pubblicata il 27 Ottobre 2006, all 10:20 nel canale MOBILE

“Il norvegese Jon Lech Johansen ha trovato il sistema per violare il sistema di protezione dei contenuti scaricati da iTunes e salvati sull'iPod”

Oslo, Ottobre 2006. Nemmeno il tempo di festeggiare il quinto compleanno di iPod che alla Apple hanno dovuto subito fare i conti con una bella tegola cadutagli sulla testa. La notizia è meno incredibile di quello che si possa pensare visto che  sicuramente prima o poi sarebbe accaduto, ma è abbastanza  per creare un piccolo caso.

A generare  i prossimi grattacapi ai dirigenti dell'azienda di Cupertino ci ha pensato un norvegese di 22 anni, Jon Lech Johansen, che  ha comunicato ieri di essere riuscito a "crakkare" il sistema di protezione di iTunes. Johansen, già famoso nel mondo, per aver trovato (a soli 15 anni) il modo per decriptare e copiare i DVD, si è questa volta impadronito del sistema di protezione delle canzoni e dei contenuti scaricati da iTunes.

Fino ad oggi infatti, tutti i contenuti acquistati dal sito di proprietà della Apple o caricati su un'iPod, non potevano essere ceduti o copiati su un altro supporto, limitandone l'uso, ma sopratutto, le chiavi  di protezione sviluppate dalla Apple non consentivano l'utilizzo della maggior parte di questi contenuti su prodotti non iPod.

Per superare queste limitazioni, l'azienda di  Johansen, la DoubleTwist, ha sviluppato una serie di programmi per  ridurre drasticamente queste restrizioni, consentendo a chiunque acquisti canzoni in maniera legale su internet di poterle "suonare" con qualsiasi dispositivo si voglia.

"La verità" ha detto l'Hacker norvegese a Fortune magazine, "è che questo sistema  iTunes-iPod, esclude tutti gli altri dal mercato" ... "Non credo nei sistemi chiusi e non sono nemmeno convinto di violare il  copyright, visto che non c'è nessuna legge che dice che le canzoni che ho scaricato sull' iPod devono rimanere bloccate li dentro".

Per il momento, a parte queste dichiarazioni, nessuna informazione tecnica sul software è stata diffusa dalla DoubleTwist e nessun portavoce di Apple ha voluto commentare la faccenda.

Fonte: The Sydney Morning Herald



Commenti (7)

Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - Info
Commento # 1 di: spidertex pubblicato il 27 Ottobre 2006, 10:28
lo aspettiamo al lavoro con le protezioni Blu Ray o HD DVD
W il norvegese
ciao
Commento # 2 di: maurocip pubblicato il 27 Ottobre 2006, 12:11
Originariamente inviato da: spidertex
lo aspettiamo al lavoro con le protezioni Blu Ray o HD DVD
W il norvegese

Ce ne fossero altri come lui.....
Commento # 3 di: CarloZed pubblicato il 27 Ottobre 2006, 12:35
Originariamente inviato da: Redazione
Link alla notizia: http://www.avmagazine.it/news/htpc/1395.html

Il norvegese Jon Lech Johansen ha trovato il sistema per violare il sistema di protezione dei contenuti scaricati da iTunes e salvati sull'iPod

Click sul link per visualizzare la notizia.



è molto più pratico ed economico scaricarli (legalmente) già sprotetti da allofmp3....
Commento # 4 di: Girmi pubblicato il 27 Ottobre 2006, 12:45
Originariamente inviato da: Redazione
Per superare queste limitazioni, l'azienda di Johansen, la DoubleTwist, ha sviluppato una serie di programmi per ridurre drasticamente queste restrizioni, consentendo a chiunque acquisti canzoni in maniera legale su internet di poterle suonare con qualsiasi dispositivo si voglia.

Sì, pagando!!!.

Ciao.
Commento # 5 di: arel pubblicato il 27 Ottobre 2006, 14:00
La vera novità sta nel fatto che non c'è nessun vincolo nel trasferire le canzoni o i video dal proprio pc o al proprio iPod, che non vuol dire metterle gratuitamente e quindi illegalmente a disposizione di tutti.
allofmp3 invece è destinato a chiudere, visto che è al centro di una complessa trattativa Russo-Americana.
Commento # 6 di: CarloZed pubblicato il 27 Ottobre 2006, 19:12
Originariamente inviato da: arel
La vera novità sta nel fatto che non c'è nessun vincolo nel trasferire le canzoni o i video dal proprio pc o al proprio iPod, che non vuol dire metterle gratuitamente e quindi illegalmente a disposizione di tutti.
allofmp3 invece è destinato a chiudere, visto che è al centro di una complessa trattativa Russo-Americana.


sono anni che si dice...

Commento # 7 di: poverociccio pubblicato il 12 Dicembre 2006, 13:06
CLONATE Jon Lech Johansen

se penso che la scuola norvegese nel campo informatico ha partorito un genio di questo spessore, mentre da noi una sottocultura informatica di stato ha partorito una pachidermica società informatica di Stato (la S...i), fatta di migliaia di dipendenti, incapace di provvedere al regolare funzionamento dei suoi stessi programmini..................................mi vien da piangere.

Ah dimenticavo: la Pubblica Amministrazione norvegese da tempo sta migrando verso Linux...un motivo ci sarà