Social Buttons AV Magazine su Facebook AV Magazine su Twitter AV Magazine RSS AV Magazine Newsletter

Il ritorno di Commodore anche nei computer

di Gian Luca Di Felice, pubblicata il 08 Marzo 2007, all 08:39 nel canale MOBILE

“Il glorioso marchio padre della prima diffusione di massa dell'informatica è pronto a tornare ai PC con una proposta dedicata ai videogiocatori”

Chi è nato come me negli anni '70, ha mosso i primi passi nell'informatica grazie all'ormai storico Commodore 64, con architettura a 8 bits, la memoria che raggiungeva ben (!!) 64KB e la scheda video i 16 colori. Era un'epoca in cui di Microsoft ancora non si sentiva parlare e il mercato era conteso tra Atari, Commodore e Amstrad (qualche anno più tardi). Sono ormai passati 25 anni e dopo vari fallimenti, questi storici marchi sono stati riacquisiti da altri gruppi modificando le loro aeree di business: Atari è ormai una software house di videogiochi, Amstrad sviluppa elettrodomestici e prodotti di elettronica di consumo di tutti i tipi e Commodore si è timidamente riaffacciata al mercato con alcuni lettori multimediali portatili.

Recentemente è stata fondata la Commodore Gaming e in occasione del prossimo CeBIT 2007 di Hannover (15 marzo), il marchio presenterà una linea di computer espressamente dedicata ai videogiocatori, con l'utilizzo delle tecnologie disponibili più avanzate e con la voglia di rievocare le emozioni del passato. Al momento non si conoscono ulteriori dettagli, ma queste macchine non dovrebbero presentare piattaforme esclusive, ma basarsi sulle attuali piattaforme PC (quindi Windows e Intel o AMD?) spinte al massimo delle loro prestazioni videoludiche.

In occasione della fiera, Commodore Gaming annuncerà ulteriori iniziative e promette che il progetto rivelerà altri aspetti per ora tenuti sotto il massimo riserbo...ci sarà qualcosa anche per noi appassionati di HTPC? Vedremo...

Fonte: Clubic



Commenti (13)

Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - Info
Commento # 1 di: poe_ope pubblicato il 08 Marzo 2007, 10:50
Chi è nato come me negli anni '70, ha mosso i primi passi nell'informatica grazie all'ormai storico Commodore 64, con architettura a 8 bits, la memoria che raggiungeva ben (!!) 64KB e la scheda video i 16 colori.

Caro Gian Luca, che nostalgìa!!! Il sottoscritto ha iniziato altro che con 64KB di RAM, ma con 3.5 !!!! Sempre in casa Commodore, ma col mitico VIC-20, e i primi tempi, non avendo nemmeno il registratore a cassette (!), ogni volta che lo riaccendevo mi toccava reinserire a mano i sorgenti in basic dei programmi che volevo usare... (dalle pagine gialle della rivista Bit)

Poi passai ad uno sciccosissimo Commodore 128 (dotato di un pazzesco floppy da 360K), indi uno Spectrum 48 (mitico! meno la tastiera... ), e poi ritorno ancora in Commodore con l'ancora più mitico Amiga (eh sì, il 1000, il primo in assoluto, quello con le firme in rilevo dei progettisti all'interno del case, zampina del cane di uno di loro compresa...).

Mammamia come mi sento vecchio!!!

Ciao!
Marco
Commento # 2 di: stazzatleta pubblicato il 08 Marzo 2007, 11:31
Originariamente inviato da: poe_ope
Il sottoscritto ha iniziato altro che con 64KB di RAM, ma con 3.5 !!!! Sempre in casa Commodore, ma col mitico VIC-20,

ah, come ti capisco....il ballottaggio tra ViC20 e Sinclair Z80 è stato duro, ma alla fine aveva prevalso il tecnologico Commodore...poi sono arrivati il 64 e l'Amiga 500. da lì in avanti le strade si sono sdoppiate, console per il gioco, PC per il lavoro
Commento # 3 di: brunix pubblicato il 08 Marzo 2007, 12:15
...poi sono arrivati il 64 e l'Amiga 500...
Beh per dirla tutta prima dell'amiga 500 c'era il 1000 e per averlo sborsai 2.350.000 all'epoca . . . . che botta, ma che soddisfazioni !!!
Ciao ciao
Brunix
Commento # 4 di: viganet pubblicato il 08 Marzo 2007, 12:48
il mercato era conteso tra Atari, Commodore e Amstrad


Ma come ?
Ai tempi del C64 Atari faceva solo videogiochi e Amstrad non esisteva ancora!

Il mercato era conteso fra Commodore e Sinclair
Commento # 5 di: corgiov pubblicato il 08 Marzo 2007, 12:57
Viganet, guarda la parentesi che ti sei dimenticato di quotare.
Da non dimenticare che oggi Commodore produce alcuni dei dischi ottimi migliori in commercio, fra i migliori per rapporto qualità/prezzo.
Quanto mi dispiacque che appena scaduta la garanzia di un anno il mio Commodore 64 avesse smesso di funzionare. Dovetti aspettare due anni prima che mio padre mi comprasse un altro computer, che fu il mio primo PC (un IBM 486 25MHx SX). Ah, che tempi.
Commento # 6 di: poe_ope pubblicato il 08 Marzo 2007, 14:51
Originariamente inviato da: brunix
Beh per dirla tutta prima dell'amiga 500 c'era il 1000 e per averlo sborsai 2.350.000 all'epoca


Consolati, a distanza di ventuno anni (correva l'anno 1986...), al Tempio del Computer di Milano sborsai 2.500.000 di vecchissime lirette per il mio 1000.

Vedo comunque con piacere che ci sono altri vecchioni nei dintorni...

Ciao!
Marco
Commento # 7 di: PanaThanks pubblicato il 08 Marzo 2007, 15:17
Già proprio vecchioni e forse un pò nostalgici....almeno nel mio caso.
E' piacevole risentir parlare di Commodore.
Commento # 8 di: Luciano Merighi pubblicato il 08 Marzo 2007, 15:22
non credo di essere off-topic (o no?) se raccomando una ricerca in rete di due videogiochi per C64 da usare con i vari emulatori, che mi permisero nell'87 di acquistare un divano e un tv color...
Veri capolavori dei quali mi onoro di essere l'autore....
U.S.L universe space and life (shoot 'em up)
Work Games (multi evento stakanovistico-aziendale...)

Poi fatemi sapere
Commento # 9 di: ane pubblicato il 08 Marzo 2007, 17:38
Mi sono commosso
Commento # 10 di: cispy pubblicato il 08 Marzo 2007, 20:19
anche io......
« Pagina Precedente     Pagina Successiva »