Social Buttons AV Magazine su Facebook AV Magazine su Twitter AV Magazine RSS AV Magazine Newsletter

HTPC: UDI contro Displayport

di Alessio Tambone, pubblicata il 26 Febbraio 2007, all 10:11 nel canale MOBILE

“Entro la fine dell'anno dovrebbero arrivare i primi adattatori grafici con i nuovi standard di connessione Displayport e UDI: ancora una volta la pazienza dei consumatori è a rischio”

Secondo quanto riportato ieri da Insight Media, entro la fine dell'anno potrebbero arrivare sul mercato le prime schede video dotate dei nuovi connettori che affiancheranno e sostituiranno progressivamente VGA, DVI e HDMI. Stiamo parlando del Displayport annunciato da VESA all'ultimo CES e dell'UDI, fortemente voluto da alcuni esponenti dell'elettronica di consumo.

La connessione UDI è perfettamente compatibile con i segnali elettrici dei connettori DVI e HDMI ed è in grado di trasportare anche segnali codificati con il sistema di protezione HDCP (i particolari in questo articolo). Il Displayport invece non è più compatibile con i "vecchi" standard ma permette di risparmiare notevolmente nel numero di componenti di schede e monitor, come spiegato in questo articolo.

A questo punto, visto che l'adozione del Displayport potrebbe portare ad un sostanzioso abbattimento dei costi nell'accoppiata scheda video + monitor,  è lecito attendersi l'arrivo di questo tipo di connessione solo per alcuni segmenti del mercato. E' quindi presumibile che la fascia più alta del mercato si sposti verso la connessione UDI.

In più, per le schede video di fascia più alta con chipset compatibili con le nuoe DirectX10 e con profondità colore a 10 bit per componente, c'è la possibilità di adottare direttamente la connessione HDMI 1.3, ammesso che i costruttori riescono a far transitare l'audio multicanale dalla scheda audio verso quella video, attraverso il connettore PCI Express.

Fonte: Insight Media - www.insightmedia.info



Commenti (5)

Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - Info
Commento # 1 di: Monsters & Co. pubblicato il 26 Febbraio 2007, 12:20
Originariamente inviato da: Redazione
ancora una volta la pazienza dei consumatori è a rischio


Quoto!
Commento # 2 di: pistu_foghecc pubblicato il 27 Febbraio 2007, 00:08
ma che vadano a far ...cut...
Hanno passato il limite.Cosa dovrebbe portare di nuovo sta spina?
Commento # 3 di: nemo30 pubblicato il 27 Febbraio 2007, 10:07
pistu_foghecc converrai che la tua espressione non è felice e certamente non coerente con lo spirito del forum.

Sei sospeso in attesa di chiarimenti.
Commento # 4 di: MiKeLezZ pubblicato il 27 Febbraio 2007, 22:26
Originariamente inviato da: pistu_foghecc
Cosa dovrebbe portare di nuovo sta spina?
Ogni spina porta con sé una piccola tassa da pagare.
I produttori si fanno la guerra per cercare di imporre uno standard e quindi guadagnare da queste piccole tasse (che moltiplicate per miliardi, piccole non sono più.
Commento # 5 di: giapao pubblicato il 02 Marzo 2007, 12:50
ok, ma alla fine come vedete la questione?

personalmente, se si va' verso una semplificazione delle elettroniche di controllo, non vedrei neanche tanto male il displayport; tanto, alla fine, il tasso di ricambio sta' diventando talmente elevato che quando si compra qualcosa di nuovo, tanto vale comprarlo con la tecnologia piu' evoluta.

la cosa buffa, invece, e' che si tratta di tecnologie con risoluzioni stratosferiche, almeno per il mercato consumer. al pari dei display HD, acquistati quando ancora non c'era nulla con quelle risoluzioni. boh!

vabbe', era un'esternazione.
ciao ciao
Gianni