Social Buttons AV Magazine su Facebook AV Magazine su Twitter AV Magazine RSS AV Magazine Newsletter

Fuel-Cell per videocamere e notebook

di Emidio Frattaroli, pubblicata il 11 Maggio 2005, alle 10:54 nel canale MOBILE

“Seiko Instruments potrebbe introdurre sul mercato entro il 2007 nuove celle a combustibile di tipo PEFC molto compatte, ideali per piccoli notebook, videocamere e fotocamere digitali.”


Fuel-cell tradizionale Toshiba al metanolo durante il CeBIT
- click per ingrandire -

Tokyo - Seiko Instruments potrebbe avviare entro il 2007  la commercializzazione di piccole celle a combustibile di tipo PEFC (Polymer Electrolyte Fuel Cell) che sono in grado di funzionare anche a temperatura ambiente senza quindi ricorrere ad un riscaldatore. La presenza di una valvola a pressione rende inutile anche la presenza di una pompa. I campi di utilizzo di queste nuove, piccole celle a combustibile sono i più disparati e possono essere impiegate anche in fotocamere reflex digitali.

La nuova cella a combustibile di tipo PEFC estrae l'idrogeno dal sodio tetraidridoborato (NaBH4) ed utilizza l'acido malico come il catalizzatore. Misura 125 x 50 x 30mm ed ha una tensione di 5 volt, una potenza di 1 watt e una durata di circa 8 ore. La cella è composta da tre compartimenti: un primo compartimento che contiene il catalizzatore in forma liquida, una seconda camera con l'idrogeno estratto dal NaBH4 ed un terzo alloggiamento per la cellula generatrice di corrente elettrica.

Il passaggio di idrogeno viene regolato da una valvola posta tra due scompartimenti: mentre l'idrogeno si consuma per generare energia elettrica, la pressione nelle due camere scende favorendo l'apertura della valvola che permette che il catalizzatore si mescoli con altro combustibile (NaBH4). Con la produzione di idrogeno la pressione aumenta e la valvola si chiude di nuovo.

Fonte: The Nikkei Business Daily Wednesday edition
www.nni.nikkei.co.jp



Commenti (1)

Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - Info
Commento # 1 di: Microfast pubblicato il 12 Maggio 2005, 20:59
Un watt di potenza mi sembra davvero poca cosa ..........