Social Buttons AV Magazine su Facebook AV Magazine su Twitter AV Magazine RSS AV Magazine Newsletter

Fine della lite tra Creative e Apple

di Raffaele Labrozzi, pubblicata il 28 Agosto 2006, all 11:00 nel canale MOBILE

“Apple chiude la lite con Creative Technology e si accorda per produrre nuovi prodotti portatili per la riproduzione di contenuti multimediali con la casa di Singapore ”

New York, 25 Agosto 2006. Apple chiude il contenzioso con Creative Technology su un brevetto alla base dell'iPod. Creative, compagnia con sede a Singapore , aveva citato il 15 maggio scorso il gruppo guidato da Steve Jobs presso la Corte federale di San Francisco, rivendicando la paternità di una tecnologia, quella su riordino e organizzazione della musica, usata dal lettore venduto nel mondo ogni mese in milioni di pezzi.

Lo stesso giorno, la società di Singapore si era rivolta alla Us International Trade Commission, chiedendo il blocco delle importazioni di iPod, assemblati in prevalenza in Cina. La transazione, che segue un tentativo di registrazione del brevetto bocciato a luglio 2005, assegna ora ad Apple la licenza d'uso dello standard (la modalità d'interfaccia) sviluppato da Creative, che, a sua volta, potrà vendere accessori per l'iPod già entro la fine dell'anno.

''Creative - è il commento di Jobs - è stata fortunata ad aver registrato il brevetto prima di noi, ma questo accordo annulla le divergenze tra le due società, incluse cinque liti, e ci permette soprattutto di eliminare l'incertezza e la perdita di risorse per il prolungamento nel tempo del contenzioso".

Soddisfazione ovvia anche in casa Creative, che prevede un aumento dei profitti già dal trimestre Ottobre - Dicembre. Le azioni di Creative sono salite del 37,5 % dopo che Apple ha annunciato che pagherà 100 milioni di dollari alla società che ha sede a Singapore per definire le controversie legali per l'esclusiva del lettore Mp3 iPod.



Commenti