Social Buttons AV Magazine su Facebook AV Magazine su Twitter AV Magazine RSS AV Magazine Newsletter

Indagine B&W sui lettori MP3

di Emidio Frattaroli, pubblicata il 24 Gennaio 2006, all 13:37 nel canale DIFFUSORI

“Sul sito internet della Bowers & Wilkins, storico e premiato produttore inglese di sistemi di altoparlanti, è stato lanciato un questionario per l'analisi di alcuni aspetti legati al mercato dei lettori MP3.”

Da oggi, sul sito internet della Bowers & Wilkins, storico e premiato produttore inglese di alcuni dei più prestigiosi di sistemi di altoparlanti, è stato lanciato un questionario per l'analisi di alcuni aspetti legati al mercato dei lettori MP3.

Sono davvero poche le domande e si concentrano più che altro sulla marca del lettore MP3 che si possiede o che si desidera acquistare nei prossimi mesi. Le domande per chi possiede già un lettore MP3 continuano sul tipo di utilizzo del prodotto e sulla possibilità che vengano utilizzati altoparlanti in luogo delle cuffie fornite nella confezione originale.

Il mercato dei lettori MP3 sembra non abbia lasciato insensibili anche gli inglesi di B&W che, nel prossimo futuro, potrebbero anche rilasciare sul mercato alcuni prodotti dedicati espressamente al mercato dei riproduttori MP3 come il modello iGroove della Klipsh.

Per accedere al questionario:

http://questionnaire.bwspeakers.com/mp3_survey



Commenti (15)

Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - Info
Commento # 1 di: sasadf pubblicato il 24 Gennaio 2006, 19:37
NO

NO






io ho risposto così al questionario, cosa fatta immediatamente: questo perchè se è vero che siam stati così tanto bravi e solerti a chiedere il dvd in regalo...era quantomeno dovuto il rispondere al loro questionario....

Voi come avete risposto?!?

walk on
sasadf
Commento # 2 di: Gigio pubblicato il 24 Gennaio 2006, 20:34
YES

iPod
Commento # 3 di: spidertex pubblicato il 24 Gennaio 2006, 22:17
ho risposto
No
No
d'altronde mi sfugge l'interesse di B&W per gli mp3. Un'azienda che fa casse che costano un botto e che si è sempre rivolta ad un mercato di nicchia e non certo di massa, non capisco cosa possa volere dagli mp3. Credo, anzi spero che gli acquirenti di B&W non ascoltino gli mp3. Ma tutto è possibile.

Ciao
Gianluca
Commento # 4 di: Girmi pubblicato il 24 Gennaio 2006, 22:43
Fatto. Non imporata che vi dica cosa ho votato immagino.

@ spidertex

Se la McIntosh esce con un MS 300 Music Center da € 8.200, CD Player e MP3 Player con HD da 300 GB, qualche interesse verso le nuovi sorgenti digitali è logico aspettarlo da altri marchi.
In fondo il CD, il SACD o il DVD sono solo supporti. Mezzi idonei ad immagazzinare semplici sequenze di uno e zeri.

Se queste passano da un supporto all'altro, cambia molto poco, e secondo me solo in meglio.

Sul numero di gennaio di SUONO, in edicola, oltre ad una prova del MS 300, ci sono un paio di articoli proprio su questo argomento.
L'ultimo articolo conclude con una domanda ed una risposta: È possibile assemblare un impianto HiFi degno di questo nome usando un iPod come sorgente principale? La risposta è sì.

Ciao.
Commento # 5 di: spidertex pubblicato il 24 Gennaio 2006, 22:55
Girmi,
non capisco la situazione allora.

Premetto che non sono un audiofilo e non ho un impianto costoso. Ho sempre dato la preferenza più al software che all'hardware, partendo dal presupposto che non ho un grande orecchio per cui mi basta ascoltarla decentemente la musica.
In sintesi preferisco ascoltarne molta mediocremente che poca in maniera aulica.

Tutto ciò premesso penso che chi spenda tanti soldi per un impianto ci tenga più di me alla qualità sonora del supporto. Insomma per tornare al McIntosh che tu citi, se avessero messo 300 Gb con un lettore shn o flac mi sarebbe sembrato più sensato. Se è vero che gli mp3 tagliano frequenze (lossy) che senso ha ascoltarli su un impianto molto costoso?

Poi l'articolo di suono non l'ho letto, ma se mi capita sotto mano la rivista ti prometto che lo leggo.

Ciao
Gianluca
Commento # 6 di: Nordata pubblicato il 24 Gennaio 2006, 23:19
@ spidertex e sasadf

La prima domanda era possedete un lettore MP3 ?

Avete risposto NO entrambi.

Ma il Pioner 656 ed il Philips 9000 non sono anche player MP3 ?

Non credo che la domanda intendesse lettori esclusivamente MP3, sarebbe stato specificato (forse) .

Il tutto è solo una battuta, mi raccomando.

Ciao
Commento # 7 di: Girmi pubblicato il 24 Gennaio 2006, 23:40
Originariamente inviato da: spidertex
Insomma per tornare al McIntosh che tu citi, se avessero messo 300 Gb con un lettore shn o flac mi sarebbe sembrato più sensato. Se è vero che gli mp3 tagliano frequenze (lossy) che senso ha ascoltarli su un impianto molto costoso?

C'è purtoppo una confusione di fondo, non solo tua, intendo in generale.
Cioè che un lettore MP3 sia per forza scarso perché scarsi sono i file MP3.
A parte che il formato MP3 è effettivamente scarso e vecchio, ma esistono altri metodi di compressioni, fra cui l'AAC (oltre che alcuni formati LossLess), che è quello usato dall'iPod, che con l'MP3 non ha prorio nulla da spartire e che a bit rate abbastanza elevati è praticamente indistinguibile ad orecchio.

Oltretutto, su un iPod da € 300, come su quel bagaglio del MS 300 (perché comunque è un bagaglio a parte tutto), si possono mettere questi file compressi, ed allora la qualità dipenderà dal livello di compressione, ma anche file non compressi, cioè semplicemente copiati dal CD, senza altri interventi.
Ovviamente in questo caso la qualità del file è immutata, non si ha alcun risparmio di spazio ma solo la comodità di avere una discoteca intera su HD (300GB terranno ca. 450/500 CD non compressi).

Questi file sono identici agli originali fino all'ultimo bit. Quello che può fare la differenza è il resto, cioè il convertitore D/A del lettore in sostanza ed il resto dell'elettronica.

Quello dell'iPod risulta essere, dai molti test effettuati da diverse riverse, di primo ordine. Assolutamente paragonabile a quello di un buon lettore CD.
immagino che l'elettronica del MS 300 sia al di sopra di ogni sospetto (anche se prezzo e capienza dell'HD lo mettono comunque fuori mercato, imho).

Io sul mio iPod ho circa 800 CD, quasi 9000 pezzi, di cui la metà compressa in AAC a 128Kb (quella che ascolto principalmente in macchina) ed il resto a 192 Kb, 256 Kb o anche a 320 Kb a seconda del genere.
Ho anche un playlist con una ventina di CD di vario genere non compressi che uso quando vado in giro a sentire impianti.
Ne ho preso un'altro mini da mesi da usare solo in auto, ma alla fine è ancora inscatolato perché prenderò un Nano, prima o poi.

Sono convinto che questa mossa della B&W non sia rivolta allo studio di una nuova serie i800D, ma piuttosto allo sviluppo di uno di quei sistemi portable che attualmente sono appannaggio di pochissimi marchi, JBL, HK, BOSE, e che stanno vendendo parecchio in un mercato in piena espansione.

Ciao.
Commento # 8 di: spidertex pubblicato il 25 Gennaio 2006, 09:22
Originariamente inviato da: Girmi
... un lettore MP3 sia per forza scarso perché scarsi sono i file MP3.

non discuto la bontà del lettore, ma del formato. Infatti mi dici
Originariamente inviato da: Girmi
A parte che il formato MP3 è effettivamente scarso e vecchio, ma
esistono altri metodi di compressioni, fra cui l'AAC (oltre che alcuni formati LossLess), che è quello usato dall'iPod, che con l'MP3 non ha prorio nulla da spartire e che a bit rate abbastanza elevati è praticamente indistinguibile ad orecchio.

Ripeto io non distinguo nemmeno gli mp3!!! Però mi sembrerebbe congruo, rivolgendosi a un pubblico più esigente, di aumentare le codifiche lossless a scapito di quelle lossy.
Originariamente inviato da: Girmi
Sono convinto che questa mossa della B&W non sia rivolta allo studio di una nuova serie i800D, ma piuttosto allo sviluppo di uno di quei sistemi portable che attualmente sono appannaggio di pochissimi marchi, JBL, HK, BOSE, e che stanno vendendo parecchio in un mercato in piena espansione.

Certo se parliamo di sistemi portabili il discorso cambia, bisogna puntare soprattutto sulla manegevolezza anche limitando la fedeltà. In fondo per un appassionato di musica come me il walkman sony è stata una svolta. Come oggi l'ipod.

ciao
Gianluca
Commento # 9 di: Emidio Frattaroli pubblicato il 25 Gennaio 2006, 11:19
Originariamente inviato da: spidertex
... mi sfugge l'interesse di B&W per gli mp3. Un'azienda che fa casse che costano un botto e che si è sempre rivolta ad un mercato di nicchia ...
Forse non conosci bene il catalogo B&W, con prodotti che partono anche dalla serie 3 che non mi sembra costi poi un botto e si trova anche on-line

Per il resto, credo che l'interesse di B&W vada proprio nella direzione indicata da Suono e non consideri forse i lettori DVD multiformato, in grado di riprodurre anche gli MP3.

Emdio
Commento # 10 di: ane pubblicato il 25 Gennaio 2006, 11:22
Originariamente inviato da: spidertex
In fondo per un appassionato di musica come me il walkman sony è stata una svolta. Come oggi l'ipod.


Quoto
La comodità dell' iPod è inattaccabile .
In auto, in bici, a passeggio un lettore mp3 batte gli altri 1000 a 0.

E poi vorrei portarvi una mia esperienza: ho collegato l' ipod all'impianto tramite una dock della kensington e ho fatto un paragone con un lettore cd portatile anch'esso collegato all'impianto con gli stessi identici cavetti).

Differenze ?? NESSUNA !!!
Quindi W l'iPod !!
« Pagina Precedente     Pagina Successiva »