Social Buttons AV Magazine su Facebook AV Magazine su Twitter AV Magazine RSS AV Magazine Newsletter

Brevetti molto cari per Hitachi

di Emidio Frattaroli, pubblicata il 30 Ottobre 2006, all 08:32 nel canale DIFFUSORI

“In pochi giorni due ingegneri che hanno lavorato per Hitachi hanno chiesto all'azienda giapponese un cospicuo conguaglio per alcuni brevetti il cui valore era stato ampiamente sottostimato ”

Tokyo, Ottobre 2006. Secondo quanto riportato dal Nihon Keizai Shimbun, un ingegnere ricercatore che ha lavorato in Hitachi ha chiesto all'azienda giapponese un corrispettivo di 200 milioni di Yen come conguaglio per un brevetto registrato del 1997.

Il brevetto riguarda una nuova tecnica per la duplicazione dei circuiti integrati di piccole dimensioni chiamata light-exposure phase-shift (esposizione luminosa a cambiamento di fase) che oggi è molto utilizzata per la produzione di circuiti integrati con dimensioni limitate.

Il compenso per il brevetto fu di circa 20 milioni di Yen. L'ingegnere sostiene che il guadagno per Hitachi sia stato di 8 Miliardi di Yen per il trasferimento delle licenze ad altri produttori. Per questo motivo l'ex dipendente di Hitachi chiede che gli vengano corrisposti altri 200 milioni di Yen.

La richiesta arriva a pochi giorni di una decisione della Suprema Corte giapponese che obbliga Hitachi al pagamento di circa 163 milioni di Yen ad un altro ingegnere padre di tre brevetti fondamentali nel processo di lettura dei media ottici.

Fonte: Nihon Keizai Shimbun



Commenti